Notizie dal Mondo dei Motori
Lamborghini Gallardo S. T. Stradale

Lamborghini Gallardo S. T. Stradale

Bella e veloce come non mai, la nuova Lamborghini Gallardo Super Trofeo Stradale stupisce il pubblico di Francoforte 2011: V10, 570 CV, estetica copiata dalla versione da corsa, settaggi raceoriented e largo utilizzo di Alcantara e carbonio. Saranno 150.

Video  Lamborghini Gallardo LP550-2 Spyder

Dimensione Carattere:

Finalmente svelato il mistero del Toro di Sant’Agata Bolognese: al Salone Internazionale dell’Auto di Francoforte 2011, Stephan Winkelmann, Presidente e AD di Automobili Lamborghini S.p.A., ha svelato per la prima volta al pubblico la Lamborghini Gallardo Super Trofeo Stradale, in anteprima mondiale.

Il nome completo è Gallardo LP 570-4 Super Trofeo Stradale, la "piccola" Lambo più estrema di sempre, in edizione limitata a 150 esemplari (torna così il numero più di moda del 2011) che traduce in linguaggio stradale le velleità della versione da competizione, che partecipa al Campionato Lamborghini Blancpain Super Trofeo, il monomarca più veloce del mondo.

Le analogie, infatti, non sono poche, anche se sotto sotto in realtà è una Gallardo Superleggera kittata con elementi speciali. Si parte dal poderoso motore V10 che è esattamente lo stesso che si può ammirare attraverso i plexiglas posteriori delle vetture da corsa sulla pit lane e che eroga la bellezza di 570 CV a 8.000 giri/min ma soprattutto una straordinaria coppia di 540 Nm a 6.500 giri. Con una bilancia fissa a 1.340 kg (a secco, 70 kg in meno della LP 560-4) le performance segnano uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi, altri 7 secondi (10,4) per toccare i 200 ed una velocità massima di 320 km/h ("penalizzata" dal superalettone, la Superleggera fa i 325).

Per un motore del genere non si poteva non prevedere un cambio all’altezza della situazione, ed ecco nuovamente il robotizzato a sei marce e.gear con paddle al volante, perfezionato grazie all’intenso uso in pista ed alla gestione elettronica raffinata, dotata di modalità "Thrust Mode" per le partenze da fermo con la massima motricità. Lo scatto fulmineo è assicurato, grazie anche alla trazione integrale permanente, presente pure nella versione gara (unico monomarca al mondo con vetture 4x4).

La fiche tecnica della nuova Gallardo Super Trofeo prosegue con sospensioni a doppi bracci in alluminio con settaggio raceoriented, cerchi in lega leggera (-13 kg) da 19 pollici con leggerissime colonnette in titanio e pneumatici ad alte prestazioni Pirelli P Zero Corsa, semislick. Il servosterzo è di tipo a cremagliera, il migliore in materia di feeling di guida e trasmissione delle sensazioni alle mani del pilota. Impianto frenante maggiorato di serie, con pinze anteriori a 8 pistoni e dischi ventilati da 365 mm, pinze posteriori a 4 pistoni e dischi del diametro di 356 mm. Come optional è disponibile in materiale carboceramico, con dischi anteriori da 380 mm e posteriori da 356. La gestione elettronica dell’ESP garantisce il massimo della decelerazione possibile.

Se la dotazione di serie non dovesse bastare, una lunga serie di optional fornisce la possibilità di personalizzare ulteriormente la propria Lamborghini Super Trofeo Stradale: oltre ai citati freni in materiale composito sono disponibili il rollbar di sicurezza, le cinture a quattro punti, l’estintore, il navigatore satellitare con connessione Bluetooth, l’antifurto ed il sistema per sollevare il muso della vettura per non distruggerlo sulle rampe dei parcheggi.

ESTERNI

Ci incolli i tuoi numeri preferiti e la Lamborghini Gallardo Super Trofeo Stradale sembra veramente pronta a scendere in pista. Tutta completamente verniciata in un suggestivo Rosso Mars (ma sarà ordinabile anche Grigio Telesto e Bianco Monocerus), rievoca il legame con le corse del passato: il rosso era infatti la tonalità assegnata all’Italia per le competizioni motoristiche. A contrastare le tinte forti della carrozzeria ci pensano le prese d’aria anteriori, il cofano motore e l’alettone, in nero opaco. I cerchi forgiati sono in nero lucido e minigonne, gusci specchio ed estrattore posteriore sono in fibra di carbonio a vista. Il tetto si può avere laccato nero lucido.

L’alettone gigantesco piazzato sul cofano motore non lascia alcun dubbio sull’indole sportiva della neonata di Sant’Agata. È regolabile manualmente, come il motorsport insegna, e costruito interamente in fibra di carbonio, così come il coperchio del vano motore, asportabile con sistema di sgancio rapido. Il carico aerodinamico che grava sul posteriore, aumenta così fino a tre volte rispetto a quello della sorella "standard".

INTERNI

L’abitacolo della Gallardo di Francoforte è il "non plus ultra" della sportività Made in Lamborghini: le tonalità dominanti sono il nero e il rosso, i materiali invece l’Alcantara e il carbonio. La prima riveste, in colore Rosso Mars, parte della plancia e la zona centrale della seduta e dello schienale dei sedili. Sempre Alcantara, ma nera, è utilizzata per i restanti rivestimenti, con cuciture a contrasto rosse. Il rivestimento del volante è realizzato in pelle scamosciata nera. Pannelli porta, sedili racing monoscocca e tunnel centrale sono realizzati in fibra di carbonio. Le parti in metallo a vista sono trattate con una suggestiva brunitura superficiale. Come optional è disponibile un kit che aumenta i particolari in fibre composite.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati