Notizie dal Mondo dei Motori
Lamborghini Gallardo Superleggera

Lamborghini Gallardo Superleggera

Arriva la Lamborghini Gallardo LP 570-4 Superleggera in versione 2010, con 70 kg in meno della precedente e tante prestazioni in più. Motore 5.200 cc V10 da 570 Cv, 0-100 in 3,4 secondi e 325 km/h di velocità. Ampio uso di alluminio e fibra di carbonio.

Dimensione Carattere:

Esordisce come protagonista assoluta del panorama sportivo la nuova Lamborghini Gallardo LP 570-4 Superleggera, che ha aperto oggi le danze nello stand della Casa del Toro al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra.

Dallo Staff di Sant’Agata Bolognese il flusso di meraviglie continua a scorrere e la voglia di stupire, creando opere di ingegneria automobilistica sempre più estreme e performanti, non accenna a placarsi.

La versione 2010 della estrema coupè bolognese nasce per confermare e continuare il successo ottenuto dalla Lamborghini Gallardo LP 560-4 Superleggera presentata nel 2007, vettura che ha reso felice 618 clienti nel mondo.

La Gallardo Superleggera lima altri 70 kg dal peso della precedente versione e ferma l’ago della bilancia a quota 1.340 kg a secco, obiettivo raggiunto grazie all’uso di materiali pregiati come fibra di carbonio e kevlar ed eliminando accessori superflui come radio e navigatore.

Il cuore pulsante della LP 570-4 è il V10 da 5,2 litri ora capace di 570 Cv con una coppia massima di 540 Nm, che spinge la vettura fino a 325 km/h di velocità massima con una accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3,4 secondi.

La gestione della potenza è affidata al cambio robotizzato a sei marce e.gear unito alla trasmissione integrale permanente con giunto viscoso centrale e differenziale autobloccante posteriore.

L’estetica generale è di chiara derivazione sportiva, con spoiler ed alettoni di generose dimensioni in fibra di carbonio, cerchi da 19", estrattore aerodinamico posteriore ed impianto frenante in materiale carbo-ceramico.

DESIGN TAGLIENTE E DINAMICO

I designer del Centro Stile Lamborghini, in forte collaborazione con i tecnici della galleria del vento, hanno sviluppato per la Gallardo LP 570-4 Superleggera un design profondamente condizionato dalle funzioni strutturali e dinamiche della vettura, eliminando ogni particolare superfluo.

Ogni modifica degli esterni è finalizzata ad un miglioramento aerodinamico, come la nuova estetica del paraurti anteriore, più aggressivo e sporgente che racchiude le prese d’aria di raffreddamento per i radiatori di ampie dimensioni.

La deportanza dell’avantreno è mantenuta dai fondi vettura dedicati, dall’uso delle minigonne e del nuovo diffusore posteriore in carbonio. Il carico aerodinamico posteriore è equilibrato con un ala sopra il cofano motore.

PESO PIUMA

Il peso a secco totale della vettura è di 1.340 kg, un livello impressionante per una vettura di tali queste prestazioni.
La struttura portante è realizzata in alluminio con tecnica Space Frame, con l’unione di profilati estrusi saldati a pannelli con nodi in pressofusione, che rendono la scocca molto sicura con una elevata resistenza torsionale.

Il notevole rapporto peso/potenza di 2,35 kg/Cv è reso altresì possibile dalla leggerezza degli "accessori" quali specchi retrovisori e cofani in carbonio e lunotto posteriore e velette in policarbonato.

La qualità e l’ampio uso delle fibre composite è il cavallo di battaglia della Automobili Lamborghini, che ha fondato un centro studi dedicato presso l’Università di Seattle e collabora con Boeing Company per la ricerca in campo aerospaziale finalizzata al trasferimento di tale know-how sulle proprie vetture.

INTERNI ESSENZIALI

Il largo uso di fibra di carbonio si apprezza anche all’interno dell’abitacolo, dove viene utilizzato per il tunnel centrale, i pannelli porta, la plancia comandi del cambio ed il guscio dei sedili sportivi.

I rivestimenti morbidi sono in alcantara, più leggera della pelle, con cuciture a contrasto disponibile in vari colori, coordinati con le tinte della carrozzeria.
La radio ed il navigatore sono stati eliminati, ma a garantire il comfort di bordo rimangono climatizzatore automatico ed alzacristalli elettrici.

MOTORE

Come ricorda la sigla LP, il propulsore è montato in posizione Longitudinale Posteriore, all’interno del passo per massimizzare l’equilibrio ed è ben ammirabile attraverso la copertura trasparente del cofano motore.

I cilindri sono 10, inclinati in una V di 90°, con una cubatura complessiva di 5.204 cc. La potenza massima arriva a 8.000 giri/minuto, dove i 570 Cv esprimono il massimo delle prestazioni, con una coppia di 540 Nm.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati