Notizie dal Mondo dei Motori
Lamborghini Murcielago - Addio

Lamborghini Murcielago - Addio

Lamborghini cessa la produzione della 12 cilindri più venduta di Sant’Agata: l’ultima Murcielago, una LP 670-4 SuperVeloce color "Arancio Atlas" numero 4.099, ha lasciato gli stabilimenti italiani a maggio. Una mostra speciale in azienda per celebrarla.

Video  Lamborghini Murcielago SuperVeloce

Dimensione Carattere:

Se siete arrivati, come noi, a quell’ultimo Euro dei 360.651 necessari per l’acquisto della Lamborghini Murcielago giallo limone dei vostri sogni, fermatevi: NON LA PRODURRANNO PIÙ. A malincuore il famoso Marchio del Toro, produttore delle più cattive vetture sportive italiane, ha annunciato che la linea di montaggio si è fermata lo scorso 11 maggio, con l’esemplare numero 4.099, una Murcielago LP 670-4 SuperVeloce.

La Lamborghini Murciélago è stata una delle più celebri e straordinarie supersportive di tutti i tempi e la sua fama l’accompagnerà per sempre, ora che la produzione di questa serie è giunta al capolinea. La Murciélago non solo ha il primato della dodici cilindri Lamborghini più prodotta di tutti i tempi, ma si classifica anche fra le supersportive più ambite al mondo.

Per celebrare lo storico evento è stata organizzata in azienda una mostra delle meraviglie Lamborghini a 12 cilindri più famose, tra cui GT350, Miura, Countach e Diablo SV che hanno accompagnato in parata una Murcielago, destinata al Museo Lamborghini, per un "ultimo giro" per le strade della cittadina di Sant’Agata Bolognese.

"Per quasi dieci anni la Murciélago è stata l’icona del marchio Lamborghini e ha ottenuto un successo clamoroso" ha dichiarato Stephan Winkelmann, Presidente e AD di Automobili Lamborghini. "La Murciélago è la pura incarnazione della filosofia del nostro marchio. Il suo design estremo, senza compromessi e inconfondibilmente italiano è già leggendario nel mondo delle auto sportive. Eppure per Lamborghini la storia continua: nel 2011 il modello che raccoglierà il testimone della Murciélago segnerà un altro grande passo avanti, verso un futuro fatto di tecnologie ancor più all’avanguardia e di linee ancor più accattivanti."

Supersportiva dal temperamento deciso e dalla forza dirompente, la Murciélago, diede inizio, sin dalla sua presentazione nel 2001, ad una nuova era per il marchio Lamborghini: tecnologie avanzatissime e qualità eccellente al servizio di una concezione di design intramontabile. Da sempre questo design straordinario è il risultato della combinazione di linee sinuose, prestazioni mozzafiato, una precisione di guida millimetrica e una stabilità sorprendente alle alte velocità.

La prima generazione montava un V12, con cilindrata di 6,2 litri e potenza di 580 CV, disposto longitudinalmente davanti all’asse posteriore; nella seconda generazione, la Murciélago LP 640, la cilindrata è salita a 6,5 litri e la potenza è aumentata a 640 CV. La vita di questa supersportiva è stata coronata, quest’anno, dalla Murciélago LP 670-4 SuperVeloce, con una potenza incrementata a 670 CV, un peso ridotto di altri 100 kg, che significa scatto bruciante da 0 a 100 Km in soli 3,2 secondi e un perfetto equilibrio tra potenza e resistenza aerodinamica a 342 km/h.

Con la produzione della Murciélago, Lamborghini ha dimostrato il suo indiscusso know-how in termini di strutture leggere e materiali hi-tech. Fin da subito ha infatti dotato questa Supersportiva di componenti ultraresistenti in fibra di carbonio, in combinazione con un telaio tubolare in acciaio, proprio come un’auto da corsa.

Dal 2001 al 2010 sono usciti dagli stabilimenti di Sant’Agata Bolognese ben 4.099 esemplari Lamborghini Murciélago: un numero impressionante, anche
confrontato con le precedenti Miura, Countach o Diablo. E l’ultimo esemplare di questa serie, certamente speciale come il suo numero di serie, è stata una LP 670-4 SuperVeloce, caratterizzata da un imponente alettone e dall’inconfondibile "Arancio Atlas", venduta ad un cliente svizzero.

Ora quindi, asciugate le lacrime, inizia la fremente attesa per l’erede della Murcielago, che arriverà nel 2011 con l’ingrato compito di raccogliere il "bollente" testimone di auto al vertice delle performance mondiali e trasportarlo fieramente fino alle generazioni future: indiscrezioni raccolte da Newstreet.it parlano di potenze superiori ai 700 Cv ed un nome storico, Jota.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati