Notizie dal Mondo dei Motori
Lancia Voyager

Lancia Voyager

L’integrazione Lancia-Chrysler dà i suoi frutti: dall’esperienza di Chrysler Grand Voyager, ecco la Lancia Voyager. Esclusivo monovolume, che raccoglie il testimone dalla Lancia Phedra. Con un diesel 2.8 MultiJet da 163 CV e un 3.6 V6 a benzina da 283 CV.

Video  Lancia Voyager
Video  Lancia Voyager: immagini ufficiali

Dimensione Carattere:

È ora di raccogliere i frutti dell’integrazione tra Lancia e Chrysler, un progetto di ampio respiro messo in piedi dall’amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne: in anteprima mondiale, al Salone internazionale di Ginevra, oltre alle nuove Ypsilon e Thema (e alla Flavia Concept, anche Cabrio), ecco l’inedita Lancia Voyager. Direttamente dall’esperienza Chrysler Grand Voyager (attenzione, ha un "Grand" in più per distinguersi). Chiamatela monovolume esclusiva, o MPV (Multi-purpose vehicle); comunque, un’attrazione per i visitatori, nonché una carta importante del Gruppo Fiat-Chrysler capitanato dal manager italo-americano.

Lancia, per descrivere la Voyager, parla di lusso accessibile, quindi non costosissimo. Che deriva da un’icona degli MPV con 27 anni di vita e 13 milioni di unità vendute in 120 Paesi del mondo. Ora con un tocco di stile italiano. Che raccoglierà il testimone dalla Lancia Phedra.

La Lancia Voyager è lunga 5,14 metri, larga 1,99 m, alta 1.72 m e con un passo di circa 3,1 metri. Un grande monovolume con tre allestimenti (Silver, Gold e Platinum) e due motorizzazioni Euro 5 (benzina 3.6 da 283 CV e diesel 2.8 da 163 CV). Ha il nuovo frontale dove spicca la griglia con il logo Lancia. Di rilievo anche il gruppo ottico con luci LED, nonché i grandi fari con fendinebbia integrati nel paraurti anteriore. Di lato, i montanti slanciati e l’ampia superficie vetrata garantiscono un’ottima visibilità. Barre longitudinali e trasversali, più un originale spoiler posteriore.

Avete tanto da caricare in auto? Con lo Stow’n Go della Lancia Voyager, ricavi tutto lo spazio necessario per i passeggeri e i bagagli, senza necessità di rimuovere i sedili. Che possono essere ripiegati a scomparsa nel pianale per trasformare, con la massima facilità, i cinque comodi posti a sedere della seconda e terza fila in un’ampia superficie di carico. Pratici anche porte e portellone scorrevoli (a comando elettrico) con sistema di rilevamento di eventuali ostacoli che venissero a trovarsi durante la chiusura.

Comfort a bordo, con il sofisticato sistema multimediale di intrattenimento Uconnect Tunes con Radio/CD/DVD/MP3/WMA, porta USB, ingresso AUX, hard-disk da 30GB, schermo touchscreen, dispositivo UConnect con microfono incorporato nel retrovisore interno a comando vocale. Senza dimenticare la predisposizione Bluetooth. Utile il sistema ParkView con telecamera posteriore per la visione degli ostacoli durante le manovre di parcheggio. Per rilassarsi, impianto audio a nove altoparlanti con subwoofer e amplificatore da 506 Watt, più il sistema di intrattenimento posteriore con lettore DVD a doppio schermo LCD per i passeggeri della seconda e terza fila.

Si viaggia in sicurezza. Airbag frontali Next Generation (entrambi multi-stage), airbag laterali a tendina sulle tre file di sedili e airbag laterali per spalle e torace per la prima fila.

Due i motori. Anzitutto Diesel 2.8 CRD con filtro antiparticolato di serie che eroga una potenza di 163 CV e una coppia di 360 Nm: 8.4 l/100 km nel ciclo misto ed emissioni di CO2 di 227 g/km. È il MultiJet. Il secondo propulsore è il benzina di 3.605 cc, sei cilindri a V disposti a 60°, di 283 CV: 12,3 l/100 km nel ciclo misto. Abbinato a un cambio automatico a sei velocità con convertitore di coppia.

Tutto da valutare se il sapore d’America farà presa in Italia col marchio Lancia. Un’europeizzazione di Chrysler sul mercato nostrano. Il tutto all’insegna di una maggiore cura dei dettagli, nella tradizione Lancia, rispetto al marchio Usa..




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati