Notizie dal Mondo dei Motori
Lancia Ypsilon Sport

Lancia Ypsilon Sport

Lancia gioca a fare la Mini Cooper, con una concept del tutto inaspettata, la Ypsilon Sport. Motore Multijet 1.9 litri 16 Valvole da 150 Cv di potenza. Nata dalla collaborazione con Zagato ha buone probabilità di arrivare sul mercato nel prossimo 2006.

Video  Lancia Ypsilon
Video  Ypsilon: nuovi pacchetti di personalizzazione

Dimensione Carattere:

Protagonista assoluta dello stand Lancia al Salone di Ginevra è la concept car Lancia Ypsilon Sport.

Si tratta di un originale prototipo, realizzato in collaborazione con il Centro Design Zagato, che segna il ritorno di Lancia nel mondo delle vetture sportive. Infatti, il modello è stato realizzato con l'obiettivo di creare una vettura per tutti i giorni, ma capace, nella situazione adatta, di offrire al guidatore comportamenti e sensazioni da vera sportiva.

Ecco perché, rispetto alla vettura di base, la Ypsilon Sport conserva la sobria ed elegante linea tanto apprezzata dal pubblico - sia pure corretta con alcuni tratti più dinamici ed aggressivi - mentre all'interno ha subito maggiori trasformazioni, come ci si aspetta da un'automobile di grande temperamento che ha nel posto di guida il fulcro intorno al quale è disegnato l'ambiente interno.

Ma è soprattutto "sotto" il cofano che il prototipo fa la differenza rispetto al panorama attuale: è la prima volta, infatti, che viene impiegato nel segmento delle city car il potente turbodiesel 1.9 16v Multijet potenziato a 150 CV (110 kW a 4.100 giri/min) e con una coppia massima di 306 Nm a 2000 giri/min. In questo senso, quindi, il debutto della Ypsilon Sport rappresenta un importante ritorno di Lancia alla "sportività vera" ma in un campo del tutto nuovo che vede i potenti turbodiesel protagonisti del futuro. Quindi, una vettura assolutamente moderna e capace di esplorare soluzioni estetico-ingegneristiche innovative, una concept car che racchiude in sé stile affascinante, grande temperamento e tecnica motoristica d'eccellenza. Ecco i tratti salienti della Lancia Ypsilon Sport nata dalla collaborazione con Zagato e che ha visto la partecipazione di importanti partner quali Pirelli, Toora, Lear Corporation, MOMO, TRW, Olsa, Siemens VDO, Marelli e Delphi.

Innanzitutto le dimensioni e l'architettura della Lancia Ypsilon Sport sono praticamente le stesse della vettura di produzione, ma con alcuni piccoli-grandi dettagli che trasformano un modello di classe in una vera e propria automobile sportiva: il prototipo, infatti, ha un aspetto più "muscoloso", più grintoso, più potente. Merito di un significativo trattamento stilistico che accentua l'impressione di una vettura sempre "aggrappata all'asfalto" e che ha rivisti o completamente sostituiti alcuni particolari esterni.

Per esempio, il frontale aggressivo richiama direttamente gli stilemi della sportività secondo il connubio Lancia-Zagato. In particolare, sul nuovo paraurti anteriore spicca la "grossa" bocca inferiore - resa necessaria per raffreddare il propulsore - impreziosita da inserti esagonali propri della tradizione Zagato. La stessa forma esagonale si ritrova nell'originale doppio terminale di scarico che fuoriesce dal nuovo paraurti posteriore. Senza contare che il carattere sportivo di questa vettura è ben visibile anche nella vista laterale dove i paraurti si raccordano con la minigonna specifica, tramite i codolini posti sui passaruota. Non ultimo, sul montante centrale spicca il famoso logo "Z" del Centro Stile Zagato.

La parte posteriore di Lancia Ypsilon Sport rappresenta la logica conclusione di tutto il trattamento formale del concept car come dimostra il portellone che è stato modificato ed adattato stilisticamente allo spirito innovativo della vettura. Ma la particolarità più rilevante, a livello estetico, è certamente il tetto: infatti, il padiglione della Ypsilon Sport è completamente in cristallo e si raccorda senza soluzione di continuità con il parabrezza ed il lunotto.

Infine, sono stati ridisegnati anche i fanali e i proiettori attraverso un leggero intervento stilistico che conferma la già ottima integrazione di questi elementi nel design della vettura di produzione. Invece, sono nuovissimi i cerchi di lega sviluppati in collaborazione tra i Centri Stile Lancia e Zagato. Allo stesso modo è inedita la tinta di carrozzeria "arancio" tristrato micalizzato che rinvia, in chiave moderna, ai colori sportivi della tradizione Lancia.

Dagli esterni agli interni. Rispetto alla vettura di produzione, l'abitacolo della Ypsilon Sport è stato oggetto di significative modifiche, com'è naturale per una vettura nata per offrire prestazioni esuberanti coniugate ad un design dal forte impatto visivo. Ecco allora il particolare volante realizzato da MOMO che richiama direttamente gli stilemi di Lancia e Zagato: la scomposizione tecnica con armatura in vista realizzata in acciaio (verniciato alluminio), su cui emerge una corona sellata in pelle che nasconde il modulo air-bag. Completa il tutto una strumentazione analogica con illuminazione di colore rosso, da sempre indice di sportività. Per accentuare ancora di più la vocazione sportiva del modello, la nuova Ypsilon Sport propone sedili ad alto contenimento, studiati e realizzati in collaborazione con la Lear Corporation. Quelli anteriori sono costituiti da una struttura in carbonio verniciato che sostiene un guscio leggero, rivestito in vetroresina e carbonio, sul quale aderisce la sellatura. Quelli posteriori, inoltre, sono stati appositamente realizzati su una struttura portante in carbonio verniciato e dove sono inseriti i due gusci di vetroresina e carbonio, sellati anch'essi. Questa scelta tecnica permette di ottenere uno stile avveniristico e, al tempo stesso, prestazioni di robustezza e leggerezza senza eguali, senza pregiudicarne l'ottimo comfort posteriore.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati