Notizie dal Mondo dei Motori
Land Rover Nuova Discovery 4 - 2012

Land Rover Nuova Discovery 4 - 2012

La nuova Land Rover Discovery 4 2012 è la più versatile di sempre. Il Suv inglese è caratterizzato da una maggiore potenza e da minori emissioni di anidride carbonica. Trasmissione a otto rapporti. L’inedito 3.0 tocca i 255 CV. A partire da 46.600 euro.

Video  Land Rover Nuova Discovery 4 - 2012
Video  Land Rover Discovery 4 Luxury Edition Special HSE

Dimensione Carattere:

Gli indiani di Tata Group sono scatenati: dopo l’annuncio della Evoque e della nuova Range Rover Sport, fanno la Discovery 4 più sexy. La vedremo nel 2012, più versatile che mai. Ha ragione John Edwards, Land Rover Global Brand Director, a sostenere che "la Discovery 4 è semplicemente una classe a parte". È d’obbligo cominciare dal turbodiesel sequenziale da 3.0 litri è disponibile in due versioni. La versione più potente passa da 245 a 255 CV a 4.000 giri/minuto, mentre le emissioni di CO2 si riducono in maniera significativa, da 244 a 230 g/km. La coppia massima è di 600 Nm a soli 2.000 giri/min. La versione entry level eroga, invece, 211 CV a 4.000 giri/min, con una coppia massima di 520 Nm a 2.000 giri/min; le emissioni, rispetto al motore precedente, scendono da 244 a 224 g/km.

Il motore è dotato dell’innovativo sistema a turbocompressori paralleli e di un common rail di terza generazione. Il nuovo diesel 3.0 eroga 500 Nm in soli 500 millisecondi. Così hai a disposizione il 95% della coppia massima. I due turbocompressori lavorano in sequenza e una spinta vigorosa alle alte velocità.

Il Common rail di terza generazione opera a 2.000 bar e monta piezoiniettori più silenziosi che ottimizzano la combustione. Il sistema lavora in "modalità dosata": agli iniettori arriva solo la quantità di carburante necessaria, senza rinviarne l’eccesso al serbatoio, evitando in tal modo perdite di energia di pompaggio.

Splendida la trasmissione automatica ZF 8HP70 per la riduzione delle emissioni: conferisce al veicolo un’ineguagliabile reattività. Gli otto rapporti sono ravvicinati tra loro e meglio distribuiti, e l’elevato rapporto dell’overdrive, grazie alla coppia del 3.0 litri LR-SDV6, riduce consumi ed emissioni di CO2. Anche il sistema idraulico è più efficiente: la pompa assorbe meno energia dal motore. Se fa caldo, seleziona un rapporto più basso per far girare più velocemente motore e pompa del condizionatore e rinfrescare prima l’abitacolo. Un cambio di velocità viene completato in soli 200 millisecondi, i rapporti cambiano con un’impercettibile interruzione della coppia.

Il sistema a due turbocompressori sequenziali del 3.0 litri impiega per la maggior parte del tempo il turbo primario, escludendo il secondario quando non viene richiesta un’elevata potenza. La coppia elevata ai bassi regimi permette il blocco anticipato del convertitore di coppia della trasmissione ZF HP28. Risultato complessivo, una diminuzione di consumi ed emissioni. Il Sistema di Gestione Intelligente (IPMS) comprende la carica rigenerativa della batteria; questa viene ricaricata per quanto possibile nel modo più economico, ad esempio a velocità di crociera e non in accelerazione.

Il Driver Type Detection controlla i sistemi del veicolo e gli input del guidatore per ottimizzare la risposta della trasmissione allo stile del pilota; affrontando una serie di curve, mantiene innestata la stessa marcia, evitando fastidiosi ed inutili cambi di velocità.

I comandi Paddle Shift sul volante permettono al guidatore di intervenire manualmente sui cambi di velocità. La leva del CommandShift è sostituita da un selettore rotativo, per le modalità Park, Reverse, Neutral, Drive, Sport. La manopola del selettore è a filo della consolle quando il motore è spento. "La nuova trasmissione a 8 rapporti è l’abbinamento perfetto per il nuovo diesel 3.0 litri. I nuovi rapporti e la possibilità di cambiare marcia in maniera non sequenziale permettono al motore di lavorare al regime più efficiente della sua intera gamma operativa", ci spiega Paul Walker, Chief Programme Engineer.

Si guida ovunque in scioltezza. L’Hill Start Assist (HSA) facilita le partenze anche su forti pendenze mantenendo la pressione nell’impianto frenante per il tempo necessario a permettere una partenza dolce e sicura.
Il Gradient Acceleration Control (GRC) è progettato per garantire una maggiore sicurezza su pendenze molto ripide, quando il guidatore non ha inserito l’Hill Descent Control. "Queste funzioni avanzate hanno dimostrato la loro classe di livello mondiale fin dal loro lancio durante l’anno passato. Sono affinamenti efficacissimi, che garantiscono un’ulteriore livello di sicurezza a chi intende dedicarsi al fuoristrada", commenta Nick Veale, Vehicle Engineering Manager.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati