Notizie dal Mondo dei Motori
Leaf Vs Volt - Battaglia in USA

Leaf Vs Volt - Battaglia in USA

In Usa, sono passati sei mesi dal lancio delle elettriche Nissan Leaf e Chevrolet Volt: qual è la più venduta? Pare che l’auto giapponese sia in vantaggio 3.875 unità contro 2.745. Anche se la partita è lunga, in America e nel resto del mondo.

In Relazione:
Articoli  NISSAN
Video  Video NISSAN
Video  Foto NISSAN

Dimensione Carattere:

La lotta fra le Case per la macchina elettrica è asperrima, perché lì potrebbe giocarsi il futuro del settore automotive, specie se la benzina dovesse salire agli stessi ritmi vertiginosi degli ultimi tempi: così, rivestono un ruolo fondamentale le cifre del primo semestre 2011, con il confronto tra le elettriche Nissan Leaf e Chevrolet Volt. Pare che la giapponese conduca attualmente 3.875 unità immatricolare contro le 2.745 dell’americana. Per non parlare di giugno: vittoria della Leaf 1.708 contro 561.

Però ci sono da fare due considerazioni. Primo, la Chevrolet Volt, a dire il vero, dispone anche di un motore a benzina per ricaricare il propulsore elettrico: zero ansia da autonomia. Ma per semplificazione, la cataloghiamo elettrica. Secondo, forse anche per il "doppio" motore, costa 9.000 dollari in più negli Stati Uniti.

Ma come reagisce il costruttore del Michigan alla vittoria (parziale e momentanea) della Nissan Leaf sulla Chevrolet Volt? Sentite il portavoce Rob Peterson: "Questa differenza è solo temporanea. Nelle ultime cinque settimane, lo stabilimento in cui si assembla la Volt è rimasto chiuso per lavori di miglioramento del processo produttivo". Ora l’assemblaggio prosegue a un ritmo triplo rispetto a prima, e la rimonta è nelle corde.

Comunque, i giapponesi di Nissan sono scatenati: hanno comunicato l’obiettivo di vendere negli Stati Uniti 12.000 Leaf in tutto il 2011. E come centri quel target? Semplice: le immatricolazioni nel secondo semestre devono superare quota 8.000. Della serie, un boom elettrico.

C’è da ricordare che la Leaf, la vettura 100% elettrica, ha anche vinto il titolo europeo di Car of the Year 2011. Una spinta in più forse, negli Usa. La prima auto a emissioni zero prodotta in serie su larga scala e offerta a un prezzo accessibile ha battuto i 40 veicoli contendenti alimentati da motori convenzionali e si è aggiudicata il più importante riconoscimento del panorama motoristico. Piace il fatto che l’elettrico alimenta le ruote anteriori e in corrente alternata sviluppa 80 kW di potenza, 108 CV e 280 Nm di coppia, in grado toccare una velocità massima di 145 Km/h. Il motore elettrico è alimentato da batterie avanzate agli ioni di litio compatte di tipo laminato, con una potenza che supera i 90 kW.

La vettura ha un’autonomia di 175 km (secondo il New European Driving Cycle) tra una ricarica e l’altra. Il veicolo è equipaggiato di tecnologie quali sistema di frenata rigenerativa, aria condizionata, navigazione satellitare, ma anche retrocamera per il parcheggio e dispositivi telematici e informatici avanzati.

L’innovativo sistema di connettività offre informazioni continue al guidatore: vedi il livello di carica della batteria e l’autonomia residua, segnala la stazione di ricarica più vicina e consente di controllare a distanza attraverso un computer o un telefonino le funzioni di climatizzazione della vettura.

La Chevrolet Volt, l’automobile elettrica ad autonomia estesa, risponde con il riconoscimento di "Top Safety Pick" dallo U.S. Insurance Institute for Highway Safety (IIHS, Istituto delle Assicurazioni Americano per la Sicurezza Stradale): "buono" in quattro tipi di crash test. Suo anche il premio Auto Ecologica Mondiale dell’Anno 2011 (2011 World Green Car of the Year) al Salone Internazionale dell’Auto di New York.

Si distingue da tutti gli altri veicoli elettrici o ibridi attualmente disponibili sul mercato: percorre fino a 60 km con la sola energia elettrica accumulata in una batteria al litio-ioni da 16 kWh. Quando la batteria è scarica, entra in azione un generatore ausiliario per alimentare il motore elettrico e ricaricare la batteria. Questa modalità estende l’autonomia a oltre 500 km: trattasi di alternativa ambientale alle auto con motori a benzina o diesel di oggi. Per l’operazione di ricarica, che dura meno di tre ore, può essere collegata a una presa domestica da 230 Volt.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati