Notizie dal Mondo dei Motori
Lotus Elite - Concept

Lotus Elite - Concept

Ecco la nuova espressione di esclusività britannica: la concept car Lotus Elite, che gusteremo al Salone di Parigi. Rabbiosa ma elegante, coupé 2+2, con innovazioni di ultima tecnologia, fra cui la tecnologia ibrida con Kers. Di serie soltanto dal 2014.

Video  Lotus Elite - Concept
In Relazione:
Articoli  Elite
  Coupè
Video  Video LOTUS
Video  Foto LOTUS

Dimensione Carattere:

Partiamo dalle parole di Dany Bahar, CEO della Lotus, Casa automobilistica britannica fondata da Colin Chapman, e ora della malese Proton: "Non si può negare che la Elite sia una concept car incredibilmente bella da guardare. Ma c’è molto di più: una macchina compatta ma spaziosa, di alte prestazioni ma a bassa emissione, leggera ma ancora solida e rassicurante". La Lotus Elite si inserisce perfettamente nella tradizione di vetture sportivissime e con alti contenuti tecnologici nonché straordinarie doti stradali.

Design che "balla" fra il moderno e il classico, la Lotus Elite è un prototipo di coupé 2+2 lungo 4 metri e 60, alto un metro e 32 cm, pesante 1.650 chilogrammi, col motore nel cofano anteriore, in posizione arretrata. Trazione posteriore: devi saperla governare. A nostro giudizio, servirà un bel manico per scaricare con ordine e precisione tutta la potenza per terra.

Già, perché di violenza da piantare sull’asfalto ce n’è parecchia. Viene spinta da un V8 di 5.0 litri di 620 CV a 8.500 giri e con una coppia massima di 720 Nm: velocità di punta di 315 km/h. È di provenienza Toyota-Lexus, fra inglesi e giapponesi c’è un accordo di vecchia data.

Però fermi tutti, è l’accelerazione a essere spaventosa: da zero a 100 chilometri orari in meno di 4 secondi. Non vi basta? E avete pure ragione: 3,5 secondi nella versione ancora più spinta. Per capirci, la Lotus Elite andrebbe a fare a pugni in mezzo alla strada, e senza paure, con bestie come la Porsche 911 Turbo, l’Audi R8, la Nissan GT-R, oltre a varie Lamborghini e Ferrari.

Di serie dal 2014, a circa 135.000 euro. Che sarebbe un prezzo eccellente, ci pare. A richiesta, il sistema ibrido integrato nel cambio con il dispositivo Kers per il recupero dell’energia in frenata. E questo è solo un assaggio di ciò che arriverà da Lotus nel futuro. Forse è per questo che l’Elite sembra tutto fuorché una Lotus.

Una Elite non ha nulla a che vedere con quella prodotta dal 1957 al 1966 (prima serie) e neppure con quella sfornata del 1974, fino al 1984. Anche se, come per tutte le concept, e come fanno tutte le Case, Lotus Cars si riserva il diritto di modificare il design esterno e interno dell’Elite, nonché specifiche, prestazioni, dimensioni, peso, consumo di carburante, potenza, dettagli di prestazioni, peso. Davvero saranno così la Lotus Elite e le granturismo della Casa inglese del futuro?




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati