Notizie dal Mondo dei Motori
Maserati Ghibli SQ4 Test Drive

Maserati Ghibli SQ4 Test Drive

Maserati raddoppia l’offerta . Offre per la prima volta all’interno della sua gamma due berline a 4 porte. Il marchio del Tridente affianca infatti la Ghibli alla Quattroporte

Video  Maserati Ghibli

Dimensione Carattere:

Presentata in anteprima mondiale al Salone di Shanghai della scorsa primavera , la Ghibli (il nome è un tributo alla tradizione del Tridente) esalta tutti i valori del marchio per il quale rappresenta la prima berlina sportiva di lusso di segmento E. Più corta di 173 mm, alleggerita grazie all’ampio impiego di magnesio ed alluminio nel 50% della carrozzeria esterna e nella meccanica, più dinamica e allo stesso tempo più economica e parsimoniosa della Quattroporte, la Ghibli condivide però molto dell’architettura dell’ammiraglia, inclusa la sicurezza contro gli urti (a questo proposito segnaliamo che la Ghibli è stata premiata come la più sicura del suo segmento dall’ente EuroNCAP), lo chassis, lo schema delle sospensioni a controllo elettronico a doppio braccio oscillante all’anteriore e cinque bracci multilink al posteriore e i motori.

Anche a gasolio, ma nel rispetto dei valori Maserati
E’ proprio a livello di tecnologia motoristica che la Ghibli porta due ulteriori straordinarie novità nella storia ormai centenaria di Maserati: l’esordio della motorizzazione a gasolio e della funzione Start-Stop. Il V6 prodotto a Cento dalla VM Motori è il più potente turbodiesel monoturbo 3.0 presente oggi sul mercato. Eroga 275 CV, sviluppa una coppia di 600 Nm e limita consumi ed emissioni di CO2 a 6,3 litri/100 km e 158 g/km, pur non sacrificando nulla in termini di prestazioni: 250 km/h di velocità massima ed accelerazione da 0 a 100 in 6,3 secondi. Appositamente per l’Italia è disponibile anche una versione depotenziata a 250 CV per rispondere alla stupidità del balzello sui “cavalli” che non ha fatto che deprimere un segmento e, alla fine, ridurre le entrate fiscali (il solito provvedimento miope che per incassare 10 subito, perde 1000 nel medio periodo).

I benzina “made in Maranello”
Per fortuna esistono le esportazioni ed i prodotti made in Italy possono vantare un apprezzamento eccellente in tutto il mondo sia per la loro qualità e raffinatezza tecnologica che, ovviamente, per design ed immagine. La gamma più apprezzata all'estero sarà quella a benzina costituita dal V6 biturbo benzina (assemblato a Maranello dalla Ferrari) che equipaggia la versione base, la più performante S e la variante a trazione integrale Q4 sempre della S. Il Twin Turbo riprende dal V8 della Quattroporte l’iniezione diretta, l’architettura dei cilindri e la tecnologia di combustione. Nella versione base eroga 330 CV che salgono a 410 sulla S a trazione posteriore o integrale Q4. In questi ultimi due casi, le prestazioni sono da supercar con 285 km/h di velocità massima e 5 secondi per scattare da 0 a 100 orari. I propulsori sono abbinati ad un cambio automatico ad otto rapporti by ZF velocissimo: 150 millisecondi per cambiare in Sport. In condizioni di aderenza normale la trazione integrale Q4 è completamente variabile, a gestione automatica e si comporta come una classica trazione posteriore, per assicurare un feeling di guida tipicamente Maserati e da gran turismo, ma in caso di necessità l’elettronica invia fino al 100% della coppia all’asse anteriore in frazioni di secondo.

Un po’ Quattroporte, un po’ GranTurismo: quando eleganza, sportività e tradizione si fondono in un mix perfetto
Esteticamente, la Ghibli esprime armonia, purezza delle forme e dinamismo, merito di chi l’ha disegnata e cioè Marco Tencone, responsabile dello stile di Maserati e Alfa Romeo. Le forma della Ghibli sono ispirate alla concept Birdcage con parafanghi prominenti, mascherina a trapezio con base collegata in alto alle linee dei gruppi ottici e linee laterali parallele dinamiche. Per gli interni, invece, Maserati ha tratto spunto niente meno che dalla Formula 1 di J.M. Fangio con due aree distinte per guidatore e passeggero. Impeccabile ed inimitabile, come da tradizione, tutta l’artigianalità del Tridente a cui si abbina in uno splendido mix tra tradizione e hi-tech uno schermo touch da 8 pollici che domina il centro della plancia. Anche a livello visivo e di percezione, Ghibli si differenzia nettamente dalla concorrenza tedesca offrendo quel sapore tipico da eccellenza del made in Italy.

Abbassa la soglia d’ingresso al mondo Maserati, ma non il rango
La nuova Ghibli è commercializzata con prezzi compresi tra 66.000 e 83.850 Euro, una soglia d’ingresso all’esclusivo mondo Maserati che non mortifica in alcun modo le caratteristiche da sempre apprezzate su una berlina firmata con il Tridente, anzi, Ghibli rappresenta una delle tre punte di diamante con le quali Maserati si appresta a soddisfare il suo più ambizioso piano di crescita di sempre: incrementare i volumi di vendita mondiali a 50 mila esemplari entro il 2015. Oltre alla Ghibli e alla nuova Quattroporte, al target dovrà contribuire anche l’atteso SUV Levante che esordirà nel primo trimestre del 2015 e che potrà contare sull’esperienza del marchio in tema di trazione integrale, sistema che ha fatto il suo ingresso trionfale anche all’interno della gamma Ferrari con la FF e caratteristiche, anche in questo caso, uniche e distintive rispetto alla concorrenza.

A prescindere dalla motorizzazione, entusiasma su strada
Tutti i modelli Ghibli, a prescindere dalla motorizzazione scelta, assicurano un handling entusiasmante grazie alla ripartizione del peso perfettamente bilanciata, alle sospensioni anteriori a doppio braccio oscillante e a quelle posteriori allo stato dell'arte a 5 bracci. La possibilità della trazione integrale, come abbiamo potuto constatare nel corso di un test su circuito innevato, aumenta anche la sicurezza e la consapevolezza di poter affrontare qualsiasi condizione meteo. Maserati Ghibli stabilisce nuovi standard qualitativi sotto ogni aspetto, dal design, allo sviluppo, alla produzione fino ai controlli di processo. La versione più potente del motore V6 benzina, riservata alla Ghibli S a trazione posteriore e alla Ghibli S Q4 a trazione integrale, ha una potenza massima di 301 kW (410 CV) 5.500 giri/min e 550 Nm di coppia a partire da soli 1.750 giri/min. Le prestazioni sono di 4,8 secondi nell’accelerazione da 0 a 100 km/h per la Ghibli S Q4, mentre la versione a trazione posteriore la stessa performance richiede appena 0,2 secondi in più. Per la Ghibli S viene indicata una velocità nominale massima di 285 km/h, superiore di appena 1 km/h rispetto alla Ghibli S Q4. La seconda variante del motore a benzina V6 offre ugualmente prestazioni brillanti con consumi interessanti. Dispone infatti di una potenza ragguardevole, 243 kW (330 CV) e 500 Nm di coppia, ma fa registrare consumi di soli 9,6 litri/100 km, senza penalizzare le prestazioni come indica l’accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 5,6 secondi.

Ultima, ma non ultima, La Ghibli Diesel, prima vettura nei quasi 100 anni di storia di Maserati a montare un propulsore diesel. Perfettamente in linea con la tradizione Maserati, con i suoi 275 CV e 600 Nm di coppia a 2.000 giri/min questo V6 è il più potente motore turbodiesel monoturbo da 3 litri oggi sul mercato, capace di un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi e 250 km/h di velocità massima. Le emissioni sono ridotte a 158 grammi di CO2/km e il consumo è di soli 5,9 litri/100 km nel ciclo di prova NEDC. Direttamente collegata con le prestazioni dei nuovi motori è un'altra anteprima del marchio Maserati: la funzione Active Speed Limiter, di serie su tutti i modelli Ghibli. Attivata (o disattivata) tramite un pulsante al volante, l’Active Speed Limiter permette al pilota di impostare una velocità massima, che può essere esclusa premendo a fondo il pedale dell'acceleratore. A contribuire al feeling di guida tipicamente Maserati il sistema di scarico progettato anch’esso con un’attenzione maniacale.

Il sound e le prestazioni del sistema di scarico della Ghibli sono controllati da valvole pneumatiche nei condotti di ciascuna bancata e dal passaggio attraverso il Maserati Sound Tank, unico nel suo genere, per mantenere il classico e ricco timbro del marchio. Nella modalità Normal predefinita, le valvole di bypass sono chiuse per assicurare un sound del motore confortevole e discreto proveniente dai quattro terminali di scarico sportivi. In modalità Sport, l'auto regola numerosi parametri di handling e le valvole si aprono per ottenere il percorso più corto possibile dei gas di scarico, assicurando così massime prestazioni e l'inconfondibile “musica” del motore della Quattroporte Maserati. Anche “la voce” della versione diesel è stata accordata secondo gli standard del Marchio per un effetto entusiasmante al salire dei giri del motore, coinvolgente e per nulla frustrante per l’appassionato di auto sprtive e di classe.

Trazione integrale: una soluzione al servzio della sicurezza senza influire sul piacere di guida Il sistema di trazione integrale Q4 è un'innovazione assoluta per Maserati. Grazie all'intelligente sistema di trazione integrale on-demand Q4 allo stato dell'arte, la Ghibli non perde grip nemmeno sui fondi più scivolosi. Il sistema Q4 combina la reattività della trazione posteriore con la sicurezza aggiunta che solo una trazione integrale può garantire in situazioni critiche, e questo senza aumentare i consumi. Il sistema mantiene passive le ruote anteriori, che intervengono istantaneamente e con intelligenza quando è necessario per assicurare la trazione. L'architettura del sistema si basa su una frizione multidisco a controllo elettronico, installata in una scatola di rinvio collegata all'assale anteriore mediante un semiasse. In caso di perdita di trazione dovuta a eccessive velocità in curva, brusche accelerazioni o bassissimo grip sull'asse posteriore, il sistema richiede soli 150 millisecondi per passare dall'erogazione del 100% della trazione alle ruote posteriori ad una ripartizione in rapporto 50:50 tra gli assi. Tuttavia le sospensioni posteriori multilink assicurano una tale aderenza che raramente il Q4 deve inviare più del 35% della trazione alle ruote anteriori. Il sistema Q4 è in grado di ripristinare altrettanto rapidamente la sola trazione posteriore, assicurando sempre la migliore aderenza possibile senza i tradizionali svantaggi della trazione integrale, come l’aumento dei consumi e scarsa reattività. Maserati ha sviluppato il proprio sofisticato algoritmo per elaborare in tempo reale un'enorme quantità di parametri del veicolo (slittamento delle ruote, angolo di sterzata e di imbardata, potenza, velocità, azione frenante, ESP, ecc) nonché il grip delle ruote rispetto allo stile di guida. Elaborando questi dati, il sistema Q4 può massimizzare un grip dedicato per ogni singola ruota, assicurando così la gestione ottimale della dinamica del veicolo in ogni momento e in qualsiasi condizione stradale.

Ghibli, una nuova ed inedita...prima della classe
Alla fine della nostra esperienza di guida possiamo affermare senza timore di smentite che Maserati Ghibli entra nel mercato delle auto sportive premium del segmento E posizionandosi da subito al top, forte com’è di una qualità e di un’artigianalità esclusivi come si percepisce chiaramente anche dai particolari di un curatissimo abitacolo, che include plus come il display Maserati Touch Control, la pedaliera regolabile, la telecamera per la retromarcia, gli interni in pelle Poltrona Frau e l'impianto audio Bowers & Wilkins da 15 altoparlanti, nonché il WiFi WLAN e la compatibilità con i più moderni cellulari..




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati