Notizie dal Mondo dei Motori
Mazda CX-5 Crash Test

Mazda CX-5 Crash Test

Lanciato in Europa nel mese di febbraio e commercializzato in Italia nel corso di aprile, il crossover compatto giapponese ottiene il massimo punteggio nei test Euro NCAP

Video  Mazda Nuova CX-5 - 2012

Dimensione Carattere:

Mazda CX-5, da quando anche l’ultima tornata di test collettivi è passata agli archivi, fa rima con 5 stelle Euro NCAP.

Lanciato in Europa nel mese di febbraio e commercializzato sul nostro mercato nel corso di aprile, il crossover compatto giapponese ottiene il massimo punteggio soprattutto grazie alla modernità del telaio SkyActiv e alla nuova concezione che Mazda ha di recente applicato al tema della sicurezza.

Dopo Mazda3 e Mazda6, il CX-5 è dunque il terzo modello della Casa ad ottenere cinque stelle da quando, nel 2009, l’agenzia internazionale ha introdotto il suo nuovo sistema di valutazione. Rispettivamente del 94%, 87% e 86% - ben al di sopra cioè delle soglie fissate a 80%, 75% e 60% necessarie per ottenere le cinque stelle totali - i voti strappati dallo sport utility in materia di protezione dei passeggeri adulti, protezione dei bambini a bordo, inoltre alla voce sistemi di assistenza e sicurezza. 64 punti su 100, infine, conquistati alla prova della sicurezza dei pedoni, test in cui le vetture, in base ai regolamenti più recenti, devono ottenere un punteggio di almeno il 60%.

Scorporando uno per uno i voti ottenuti da CX-5 balza all’occhio l’ottimo comportamento fatto registrare dagli appositi manichini al momento dell’impatto laterale, fosse esso contro un’altra vettura a 50 km/h (8 punti, il massimo) o contro un palo a 29 km/h (idem).

Luce verde anche per il colpo di frusta (3,6 punti), mentre per chiudere il capitolo protezione adulti l’unica leggera “defaillance” si segnala in corrispondenza del polpaccio destro del guidatore, la cui protezione - quando l’impatto è di tipo frontale e avviene a una velocità di 64 km/h - viene giudicata marginale.

Scalando di una fila di sedili, analizzando cioè le reazioni di eventuali bambini accomodati sul divano posteriore, la CX-5 marca il punteggio massimo per la protezione di occupanti di età uguale o superiore ai 3 anni, cedendo appena mezzo punto qualora il parametro da verificare fosse invece la salvaguardia di infanti di età non superiore ai 18 mesi.

Pedoni (simulazione di investimento a 40 km/h): giudizio positivo per il bordo inferiore del paraurti e per il lato superiore del cofano motore. Migliorabile, invece, il grado di assorbimento dello spigolo del cofano stesso e degli estremi del parabrezza.

Approvato infine il controllo elettronico di stabilità (ESC), montato di serie su ogni esemplare di CX-5. Per ottenere il top anche nel campo dei dispositivi di sicurezza, la nostra Mazda avrebbe dovuto prevedere nell’equipaggiamento standard il limitatore di velocità.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati