Notizie dal Mondo dei Motori
Mazda CX-7 American Forest 2007

Mazda CX-7 American Forest 2007

Percorsi più di 10.000 Km a bordo della nuova Mazda CX-7 2.3 Turbo. Un itinerario all´insegna dell´avventura esclusivamente U.S.A., che vede attraversare gli stati di Washington DC, Virginia, Tennessee, Texas, Florida ed altri, con 1.139 Litri di benzina.

Video  Mazda CX-7
Video  Crash Test Mazda CX-7 - 2010

Dimensione Carattere:

La Mazda CX 7 si presenta all'aeroporto di Washington D.C: un rosso cupo metallizzato, molto lucente, conferisce a questo nuovo e splendido CrossOver una linea ancor più particolare, un'eleganza decisamente inaspettata, e con l'arrivo all'aeroporto ha inizio questa avventura particolarmente coinvolgente che mi permetterà di percorrere piste e strade alla scoperta di storie sempre nuove nel mondo antico degli Indiani d'America, tra le foreste, le montagne ed i sogni di un tempo passato.

Naturalmente una giornata dedicata alla visita della Capitale della Confederazione Americana non può mancare, una sorta di tributo ben inaugurante con la sosta a Capitol Hill, al Memorial Lincoln, al Memorial Jefferson, all'Obelisco di Washington posto quasi al centro dell'immenso parco The Mall davanti alla Casa Bianca; dopodichè la CX7 ha attraversato i quartieri di Geroge Town e via verso la Virginia.

Infatti la parte interessante da un punto di vista fuoristradistico è quella che va ad iniziare con il percorso lungo l'Appalachian Trail. La storia vuole che questa conformazione montuosa, gli Apalacchi appunto, attraversi da Nord a Sud quasi tutto il paese, gli Indiani realizzarono una pista molto importante che dal Maine scende sino alla Georgia per ben 3.598 Km. Mazda CX7 si arrampica con piacere e facilità lungo i tratti asfaltati prima e piste poi, permettendo una semplicità di guida eccezionale, con cambio automatico a 6 rapporti, utilizzabile anche in versione sequenziale.

BLUE MOUNTAINS - FORESTA GEROGE WASHINGTON

Il tratto di sentiero degli Apalacchi che corre in Virginia si collega con le Blue Mountains e la foresta nazionale di George Washington, percorrere questi paesaggi, con vedute mozzafiato è impegnativo, ma nel contempo molto coinvolgente. La storia della Virginia si fa particolarmente interessante sotto il profilo militare, qui infatti si combatterono molte battaglie della guerra di secessione e questo aspetto viene ricordato ancora oggi da tutti i cadetti delle accademie militari, una delle quali è proprio sulla nostra strada , così una sosta a New Market, per carburante, diventa un momento molto interessante, per una visita e per assistere alla parata dei cadetti, con tanto di fuoco da un cannone il cui rumore è stato assordante.

Quindi dopo una pausa così particolare, è il momento di fare benzina, il motore è un piccolo 4 cilindri 2.3 litri con turbo, piccolo per il mercato locale, ma decisamente brillante, grazie ai suoi 262 Cv ed estremamente silenzioso sia quando è fermo sia quando si viaggia; la facilità con cui si può reperire carburante in America del Nord non ha eguali, ogni piccolo agglomerato urbano ha almeno un distributore, non mancano poi le grandi aree di servizio dalle dimensioni esagerate, dove anche i favolosi Truck si fermano.

APALACCHIAN TRAIL VERSO SUD: TENNENSEE ED NORTH CAROLINA

Il percorso attraverso l’Appalachian Trail porta me e CX7 a scendere verso Sud attraverso una parte del Tennessee ed una parte del North Carolina. Tecnicamente percorrere distanze non eccessivamente lunghe, con tappe di circa 400 – 450km non è stancante, soprattutto perché la semplicità di guida del mezzo è notevole. Inoltre la presenza a bordo del TomTom GO910 rende la navigazione veloce, pratica, persino troppo facile; ci sono stati anche dei trasferimenti su strade asfaltate di grande scorrimento, dove diventava difficile mantenere una velocità di sole 65 miglia/ora, cioè 110 Km/h, visto il pochissimo traffico e l’ampiezza delle “Interstate” che, rispetto all’Italia, sono anche gratuite, e tenuto conto anche delle ottime prestazioni di CX7.

Per ovviare a questo tipo di problema, il tragitto mi ha riportato sui monti, nelle foreste contornate da faggeti ancora assopiti, da poche conifere qua e là che si ergono imponenti e verdeggianti, altitudini diverse, sino ad un massimo di 1600mt, che CX7 raggiunge sulle piste delle Smokey Mountains entrando nella riserva nazionale degli Indiani Cherokee. In questi giorni, unitamente alla bellezza del paesaggio, alla scoperta di stili di vita molto diversi dallo stereotipo di Indiano che noi tutti conosciamo, ciò che ha suscitato maggior clamore è stata la presenza degli orsi bruni lungo il percorso di Mazda CX7.

Durante i giorni di marcia precedenti, non sono mancati all’appello animali che vivono e popolano queste aree, dai falchi, ai cervi, ai piccoli procioni che alle volte vengono investiti dagli automobilisti, ma non era certo contemplato un contatto così da vicino con gli Orsi. Le Smokey Mountains , fanno sempre parte della catena montuosa degli Apalacchi, da Asheville si attraversa il parco lungo un tracciato asfaltato, poi ci si può inerpicare verso l’alto, con massima prudenza come segnalano i Rangers, oltre Gatlinburg, ed è proprio in quel tragitto che un bellissimo esemplare molto giovane stava tranquillamente passeggiando; il motore silenzioso di Mazda CX7 non lo ha colto di sorpresa,così è stato possibile scendere dall’auto, camminare e fare delle foto; l’espressione del musetto era un misto di curiosità e di sfida, tanto che dopo un po’ non badava più agli scatti della macchina fotografica ma preferiva continuare il suo pasto tra gli arbusti.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati