Notizie dal Mondo dei Motori
Mercedes-Benz SL la storia continua

Mercedes-Benz SL la storia continua

Completamente rinnovata e costruita quasi interamente in alluminio, la nuova SL prosegue una tradizione di sportività, stile e comfort iniziata sessant’anni fa. L’elevata resistenza della scocca offre un comportamento agile e ancora più sportivo

Video  Mercedes-Benz SL la storia continua
Video  Mercedes-Benz SL la storia continua

Dimensione Carattere:

È iniziata sessant’anni fa una storia automobilistica destinata da subito a diventare una vera e propria leggenda. Era infatti il 1952 quando Mercedes presentò per la prima volta al pubblico la 300 SL, l’indimenticata "ali di gabbiano" (denominazione interna W194). Oltre che per l’innovativo sistema di apertura delle portiere, quella rivoluzionaria coupé verrà ricordata per il leggerissimo telaio tubolare che le permise di vincere la leggendaria 24 Ore di Le Mans con una spettacolare duplice vittoria. Senza dimenticare la tripla vittoria al Premio di Berna, mentre al Gran Premio dell’anniversario del Nürburgring per vetture sportive la 300 SL si aggiudicò persino i primi quattro posti. La nuova arrivata coronò quello stesso anno di grandi successi sportivi con una trionfale duplice vittoria alla terza Carrera Panamericana, dopo aver dominato lungo tutti i 3.111 chilometri del percorso messicano. Tutto ebbe inizio sei anni dopo la fine della Seconda Guerra mondiale. Gli stabilimenti Daimler-Benz erano ridotti ad un cumulo di macerie e il capo del Reparto Sperimentazione, Rudolf Uhlenhaut, ebbe l’idea di convertire la produzione verso modelli sportivi, cercando di sfruttare al meglio i limitati mezzi a disposizione per costruire la prima SL con i componenti esistenti e una buona dose di spirito d’innovazione.

La storia continua
Altri tempi, certo, ma la Mercedes cerca ora di ripetere lo stesso successo presentando l’evoluzione delle sue automobili sportive. La nuova SL è infatti costruita quasi interamente in alluminio, arrivando a pesare ben 140 chili in meno del modello precedente (la SL 500 pesa 1.785 kg, circa 125 kg in meno dello stesso modello della precedente generazione, mentre la SL 350 ferma l’ago della bilancia sui 1.685 kg, perdendo 140 kg). Addirittura, per raggiungere questo risultato, i progettisti hanno realizzato la copertura del serbatoio in magnesio, ancora più leggero dell’alluminio, limitando l’utilizzo di acciai alto resistenziali solo a pochi componenti, come ad esempio i montanti anteriori. Ciononostante, la struttura in alluminio si dimostra superiore alla versione in acciaio del modello precedente anche per rigidità, sicurezza e comfort. La nuova SL, ad esempio, potrà essere equipaggiata con due diversi tipi di sospensioni (quelle anteriori, ovviamente, sono realizzate in alluminio). La dotazione di serie prevede le sospensioni semiattive, mentre a richiesta è disponibile il sistema di sospensioni attive ABC (Active Body Control). Per entrambe le tipologie di assetto è disponibile un nuovo sterzo diretto elettromeccanico con servo assistenza che varia in funzione della velocità e rapporto di trasmissione variabile in base all’angolo di sterzata del volante. In questo modo, lo sterzo assicura un’ottima precisione direzionale in rettilineo e un elevato grado di sicurezza alle velocità autostradali, rendendo la SL anche particolarmente agile.

Ancora più sportiva, ancora più leggera
Per sfruttare al meglio la leggerezza costruttiva della nuova roadster, i tecnici Mercedes hanno messo dentro il lungo cofano della 500 SL un propulsore V8 da 4.663 centimetri cubici di cilindrata capace di erogare 320 kW/435 CV di potenza, con una coppia salita da 530 a ben 700 Nm e un’accelerazione da 0 a 100 km/h di 4,6 secondi. Il tutto a fronte di una riduzione dei consumi del 22%. La più "piccola" 350 SL è spinta invece da un motore V6 da 3.499 cm3 che eroga una potenza di 225 kW/306 CV e una coppia di 370 Nm, accelera da 0 a 100 km/h in 5,9 secondi e consuma appena 6,8 litri ogni 100 chilometri. Per entrambe le motorizzazioni la funzione ECO Start/Stop è di serie. Anche il cambio automatico 7G-TRONIC PLUS, ulteriormente perfezionato e ottimizzato, fornisce il proprio contributo alla riduzione dei consumi.

Sportività anche all’interno
Materiali pregiati e rifiniti con la solita estrema cura tipica Mercedes dettano lo stile e il carattere degli interni, allo stesso tempo raffinati e sportivi, grazie al largo uso di inserti in legno e, neanche a dirlo, in alluminio. La SL è cresciuta anche nelle dimensioni rispetto al modello precedente, guadagnando 50 mm in lunghezza (4.612 mm quella complessiva) e 57 mm in larghezza (1.877 mm), offrendo quindi, anche negli interni, spazio e comfort maggiori. E infatti, all’altezza delle spalle gli occupanti dell’auto hanno ora a disposizione 37 mm in più e 28 mm per i gomiti.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati