Notizie dal Mondo dei Motori
Mercedes Nuova Classe C - 2011

Mercedes Nuova Classe C - 2011

La nuova Mercedes Classe C 2011 ha il design del paraurti più dinamico, la calandra che si protrae verso l’alto e prese d’aria laterali che pargono avvinghiarla all’asfalto. Tutti propulsori puliti BluEfficiency. Arriva a marzo, sia berlina che wagon.

Video  Mercedes Nuova Classe C - 2011
Video  La nuova Mercedes-Benz Classe C Station Wagon

Dimensione Carattere:

Cominciamo dalla data in cui sarà finalmente possibile vedere dal vivo la nuova Mercedes Classe C, un gioiellino del settore automotive: l’anteprima mondiale per il pubblico è coincide col Salone di Ginevra del prossimo marzo 2011 (che Newstreet.it vi racconterà dal vivo); tuttavia, i giornalisti la potranno osservare già il 9 gennaio 2011 al Naias di Detroit, in occasione del Mercedes-Benz New Year’s Reception.

E così, l’attuale generazione di Mercedes Classe C, lanciata a marzo 2007 e venduta benissimo (un milione di esemplari questa, contro gli 8,5 milioni dalla prima serie del 1982) viene rivisitata e sarà commercializzata a primavera 2011 (berlina e station wagon).

L’aerodinamica della Classe C è la dimostrazione dell’elevatissima efficienza della sua carrozzeria. Con un Cx di 0,26, essa definisce un nuovo record nel proprio segmento, e fende l’aria meglio della maggior parte delle auto di piccole dimensioni.

Come si arriva a questo? Il design del paraurti è più dinamico ed avvincente. Il frontale riprende il nuovo linguaggio stilistico della Casa, a cominciare dalla cornice marcata della mascherina. La presa d’aria centrale si apre verso l’alto a forma di "V", formando così un sostegno estetico portante per la mascherina. A partire dalla sportiva parte centrale cuneiforme del paraurti, due incisivi elementi si estendono al di sotto dei gruppi ottici fino a confluire nella linea caratteristica, collegando così il frontale della vettura con la fiancata. Le prese d’aria laterali integrate nella parte inferiore del paraurti conferiscono alla vettura un aspetto imponente, quasi fosse inchiodata a terra.

La Berlina e la Station-Wagon sono equipaggiate con il nuovo cofano motore in alluminio, che contribuisce a ridurre il peso e, di conseguenza, i consumi di carburante. La forma dei gruppi ottici in vetro trasparente è stata modificata per renderli più dinamici e decisi. I fari alogeni sono disposti secondo il classico schema con gli anabbaglianti collocati più esternamente e gli abbaglianti più internamente, mentre le luci di direzione sono integrate armoniosamente nell’angolo esterno verso il parafango.

I listelli luminosi e le linee divisorie, inseriti nel paraurti posteriore, sono stati modificati in maniera tale da fa apparire la carrozzeria di berlina e station-wagon ancora più larga. Un listello luminoso continuo sull’estremità superiore del paraurti posteriore, che si estende fino alla fiancata, unisce la coda alla fiancata stessa, sottolineando il carattere sportivo della coda.

I gruppi ottici posteriori sono stati integrati in modo ancora più evidente nella coda grazie a un vetro di copertura che si estende su tutta la larghezza. La caratteristica curvatura sulla superficie si riflette all’interno dei gruppi ottici e rappresenta una reminescenza delle Serie precedenti. Il particolare effetto ribassato dei gruppi ottici è ottenuto con l’ausilio di indicatori di direzione a LED collocati centralmente, che sembrano galleggiare davanti alla fascia luminosa rossa superiore e inferiore nonché ai LED posizionati più in profondità. La riconoscibilità dei gruppi ottici posteriori è particolarmente elevata di notte.

Dentro, l’ampia modanatura costituisce un elemento importante del nuovo design della plancia portastrumenti. Nel pannello di comando dell’unità di comunicazione ed informazione risulta evidente la nuova generazione di impianti con tasti rivestiti con una superficie lucida. La combinazione di tasti, superfici lucide e una nuova manopola sottolinea l’elevata raffinatezza degli interni.

Motori BlueEfficiency, con funzione start/stop di serie sulle versioni a trazione posteriore. Abbiamo i benzina da 156 a 306 CV. I consumi sono stati ridotti fino al 31%, almeno stando alla Casa. Tutte le versioni con cambio automatico, ad eccezione della C 300 CDI 4MATIC, saranno prossimamente equipaggiate con il cambio automatico a sette rapporti 7G TRONIC PLUS ancora più evoluto (introduzione sulla C 250 CDI 4MATIC nel giugno 2011).

Il modello più parsimonioso di Mercedes Classe C consuma ancora meno: la C 220 CDI, equipaggiata con cambio manuale e con funzione ECO start/stop di serie, consuma in media 4,4 litri di gasolio ogni 100 km, ossia 0,4 litri in meno rispetto al modello attuale. Questo equivale a 117 grammi di CO2 al chilometro.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati