Notizie dal Mondo dei Motori
Michelin - TV Pneu

Michelin - TV Pneu

Michelin TV Pneu chiarisce ogni dubbio in materia di pneumatici: tipologie, informazioni tecniche sulla produzione, sulla conoscenza e la manutenzione, con un occhio sulla sicurezza ed il risparmio energetico. 7 puntate per un canale tematico sulle gomme.

Dimensione Carattere:

Pensate di sedervi comodamente davanti al vostro televisore. Con il telecomando scorrete veloci i canali, saltando distratti tra le immagini di cronaca, fiction e reality di dubbio gusto...ore sprecate a cercare qualcosa di interessante abbastanza da giustificare il tempo impiegato. Quanto sarebbe bello poter conoscere informazioni utili alla nostra sicurezza attraverso un programma TV? Da oggi una risposta c’è, e la fornisce Michelin con il format TV Pneu: un canale monotematico suddiviso in puntate, che affronta il complesso tema dello pneumatico chiarendo dubbi e perplessità, sia sul prodotto che sul sistema produttivo.

Le puntate sono sette, suddivise per "materia", ed ognuna di queste affronta con parole semplici, divertenti animazioni e supporto di video un importante argomento che ha sempre come protagonista assoluto lo pneumatico e tutti gli aspetti ad esso legato: caratteristiche, durata, tipologie, sicurezza e conoscenza finalizzata alla giusta manutenzione e al "rispetto" di uno dei componenti più importanti di tutti i veicoli a 2, 4 o più ruote.

Diversità degli pneumatici

Il primo argomento parte da una considerazione semplice ma fondamentale per il progetto TV Pneu: lo pneumatico è il risultato dell’equilibrio di prestazioni antagoniste tra loro. Per questa ragione in relazione al mezzo su cui sono equipaggiati e del tipo di utilizzo gli pneumatici si differenziano sensibilmente tra loro. Ad esempio, uno pneumatico per Dumper avrà prestazioni eccellenti in termini di trazione su sterrato e portata ma non sarà in grado di offrire la precisione di guida e l’aderenza di uno pneumatico rally.

Come si produce uno pneumatico

In questa occasione è importante precisare che in realtà per PNEUMATICO si deve intendere l’insieme montato della COPERTURA, della RUOTA (compresa la valvola) e dell’ARIA IN PRESSIONE. In questa puntata è illustrata la produzione della COPERTURA.

La copertura è un elemento complesso composto da più di 200 elementi. Le sue parti fondamentali sono: la tela carcassa, le tele di sommità, la tela a 0° gradi, il battistrada, il fianco e il tallone.

Tela carcassa rappresenta la struttura portante dello pneumatico. È tanto più resistente quanto maggiori sono i carichi in gioco. È formata da una serie di tele metalliche o tessili (nailon o rayon) disposte nella maggior parte dei casi in maniera radiale, ossia a 90° rispetto al senso di marcia (tecnologia inventata da MICHELIN nel 1946).
Il Battistrada, invece, è la parte a contatto con il suolo che accoglie la scultura; la Tela a 0° gradi serve per contrastare la deformazione centrifuga ad alte velocità.; le Tele di sommità servono per stabilizzare l’impronta al suolo distribuendo i carichi su tutta l’impronta; il Fianco è la parte flessibile dello pneumatico che contribuisce al comfort del veicolo ammortizzando gli urti ed infine il Tallone è la parte che garantisce il corretto aggancio alla ruota (tramite il cerchietto), garantendo la tenuta dell’aria.

Come leggere uno pneumatico

In questa puntata, per la prima volta attraverso un video, si spiega il significato delle principali marcature presenti sul fianco di un qualsiasi pneumatico. La comprensione di questi codici, infatti, è fondamentale per compiere la giusta scelta durante l’acquisto di uno pneumatico.

Importanza della pressione

Qui si affronta un argomento noto a tutti gli automobilisti che spesso però non è tenuto in giusta considerazione dagli stessi nonostante la sua importanza sia fondamentale per la sicurezza, la durata chilometrica e il risparmio di carburante: parliamo della pressione di gonfiaggio degli pneumatici.

MICHELIN consiglia di verificare la pressione degli pneumatici una volta al mese e sistematicamente prima di ogni lungo viaggio (compresa la ruota di scorta) e correggerla qualora non corrisponda più a quella d’utilizzo raccomandata sul libretto d’uso e manutenzione del veicolo. Il controllo deve essere effettuato a pneumatici freddi. A caldo, conviene aumentare di 0,3 bar la pressione consigliata dal costruttore del veicolo.

Resistenza al rotolamento

È sempre più diffusa l’idea che anche piccoli cambiamenti nello stile di vita ogni individuo, a favore di una maggiore efficienza nell’utilizzo delle risorse, possano contribuire a migliorare l’impatto dell’uomo sull’ambiente...anche quando si guida.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati