Notizie dal Mondo dei Motori
Milano, buche segnalate in diretta!

Milano, buche segnalate in diretta!

A Milano, con Progetto Ambrogio, da qualche mese i cittadini possono segnalare le buche ai Vigili dotati di palmari, che inoltrano subito la pratica al Comune. I primi mesi di sperimentazione sono positivi, e l’iniziativa verrà estesa. Bene, anche se...

Dimensione Carattere:

Come rendere più rapida la riparazione delle buche a Milano? Il Comune, da un paio d’anni, ha avviato una sperimentazione (Progetto Ambrogio), prima in una sola zona, poi in diversi quartieri: il cittadino avvisa della presenza di una buca un Vigile, il quale attraverso un palmare girà la segnalazione all’ufficio preposto. Perché, come ci ha detto il sindaco in persona, Letizia Moratti, "un Comune efficiente risponde subito e con i fatti ai cittadini, alle imprese e al territorio".

In teoria, questo progetto semplifica e favorisce il dialogo tra l’amministrazione comunale e la città. Annualmente vengono gestiti circa 80mila interventi di manutenzione o di ripristino a seguito di segnalazioni. È nata da qui l’esigenza di attivare un sistema informatizzato e tempestivo di gestione delle segnalazioni che provengono da parte dei cittadini e di operatori qualificati. Con Ambrogio le segnalazioni vengono inviate in tempo reale direttamente all’ufficio competente.

Al Comune di Milano raccontano che hanno mappato più di 91 oggetti per un totale di circa 3mila combinazioni, abbinando ciascuna di loro agli uffici cui compete la presa in carico della manutenzione o riparazione. Ottenendo come risultato la possibilità di attivare le procedure in pochi minuti/ore, con maggiore rapidità ed efficienza, riducendo notevolmente i tempi, a volte piuttosto lunghi, del sistema tradizionale non informatizzato: lo confermerebbero gli oltre 10.000 casi trattati in un anno dallo start-up. Di questi, il 56% è già stato risolto e il restante 44% preso in carico e in fase di lavorazione, grazie alla dotazione di strumenti tecnologici.

Comunque, oltre che ai Vigili col palmare, le segnalazioni possono essere effettuate dai cittadini attraverso InfoMilano, i Consigli di zona o l’ufficio reclami o direttamente dai controllori del verde, dalle società partecipate. Uno strumento che consente, dopo aver effettuato il sopralluogo, di documentare la segnalazione con le foto, specificare i dettagli dell’intervento ed avviare direttamente la pratica all’ufficio competente.

Grazie al carattere innovativo del progetto, ci ha spiegato il sindaco, "abbiamo potuto ridurre i tempi di presa in carico delle segnalazioni da 30/20 giorni ad alcune ore, migliorando la tempestività di intervento sulla manutenzione degli arredi con un ingente risparmio dei costi".

E ora il progetto verrà esteso: si intende dotare sempre più Vigili di palmari e altri supporti tecnologici per velocizzare la riparazione delle buche. E per segnalare tombini sporgenti, asfalto rovinato, e perfino oggetti sparsi sulle strade.

Indubbiamente, potrebbe trattarsi di una soluzione per arginare il grave fenomeno delle buche (spesso voragini) in città. Che peggiorano col brutto tempo. Magari altri Comuni potrebbero seguire l’esempio di Milano, come accade di sovente. Tuttavia, c’è da registrare qualche dubbio sul Progetto Ambrogio: siamo sicuri che non si tratti di un’iniziativa per raccogliere consenso elettorale? Davvero le buche diminuiranno in città?

Il fatto è che già in passato i milanesi (e anche chi abita fuori e si reca in centro città per lavoro) sono rimasti scottati dall’Ecopass: non hanno avuto tangibili miglioramenti né sotto il profilo dell’inquinamento né dal punto di vista del traffico. Come dimostrano anche questi giorni di Natale, con la città impazzita di code.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati