Notizie dal Mondo dei Motori
Mille miglia attraverso l'Italia

Mille miglia attraverso l'Italia

Parte da Brescia la 31esima rievocazione storica della Freccia Rossa: la mitica gara, ora di regolarità, che lascia scoprire gli angoli più suggestivi del Belpaese

Dimensione Carattere:

Prima della Guerra, la Mille Miglia attraversava l’Italia portando i suoi bolidi negli angoli più affascinanti del Paese: si correva a perdifiato, giorno e notte, perché nonostante la distanza proibitiva, era una gara vera per gentlemen drivers veloci, velocissimi. Brescia, Ferrara, Roma, la salita di Radicofani dove si decideva spesso a gara: tutti luoghi simbolo di una competizione mitica, interrotta perché diventata troppo pericolosa. E trasformata, una volta rinata, in gara di regolarità.

Oggi partecipano 375 auto selezionate esclusivamente tra i modelli che corsero la gara storica, e condotte da equipaggi che provengono da tutto il mondo. 
Si parte da Brescia (16 maggio 19 maggio), cuore pulsante della Mille Miglia il giovedì sera per arrivare a Roma il giorno dopo. 
Si riparte da Roma il sabato mattina per arrivare nella notte a Brescia: la domenica è il giorno dei festeggiamenti e delle premiazioni. La più prestigiosa competizione sportiva per auto d’epoca è anche l’occasione per vedere sfilare supercar d’antan rimaste uniche, inimitabili: da non perdere quest’anno la bellissima Bugatti Type 35T del 1926 Grand Prix, una delle vetture sportive più vittoriose di sempre con oltre 2000 successi alle spalle, e la squadra Jaguar. Composta da tre C-Type e tre XK120, schiera un team di piloti davvero unico: salgono infatti a bordo di Jaguar Heritage Racing il sei volte campione olimpico di ciclismo Sir Chris Hoy, il modello di fama mondiale David Gandy (campagna Dolce&Gabbana), il vincitore della 24 Ore di Le Mans Andy Wallace, il Presidente e Amministratore Delegato della 20th Century Fox Jim Gianopulos – che guiderà con un famoso collega dell’industria cinematografica, l’attrice tedesca Hannah Herzsprung, l’italiano Salvatore Ferragamo Jr., l’icona della moda Yasmin Le Bon e Michael Quinn, nipote di Sir William Lyons, il fondatore della Jaguar.

Bmw porta in gara 8 esemplari del suo museo, a cominciare dalla strepitosa 328 Coupé Touring vittoriosa nell’edizione del ’40 e la 328 Spider arrivata terza nel medesimo anno; Mercedes-Benz schiera invece 13 vetture che hanno fatto la storia dl marchio, dalla 300 SLR che qui con Sterling Moss nel 1955 stabilì il record assoluto, e la SSK. Nutrita anche la pattuglia di Alfa Romeo storiche del museo di Arese, saranno addirittura 76, fra cui la bellissima 6C 2300 Pescara appartenuta a Benito Mussolini (in gara nel 1936 guidata dall’autista del Duce, Ercole Boratto)




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati