Notizie dal Mondo dei Motori
Mini Clubman

Mini Clubman

La Mini Cooper in configurazione "Station Wagon" si chiama Mini Clubman. Molto spazio in più per i bagagli, preservando il feeling di sempre con la strada. Sospensioni sportive e motori fino a 175 Cv. Per divertirsi e non solo. In vendita da gennaio 2008.

Video  MINI Cooper S Clubman
Video  MINI Clubman Principe di Galles by Garage Italia Customs

Dimensione Carattere:

Esattamente un anno dopo il lancio della nuova Mini, la Casa di Monaco completa la propria gamma con un concetto di automobile innovativo e, al contempo, irresistibile. La Mini Clubman.

Con un design che la posiziona al di fuori di qualsiasi classificazione automobilistica tradizionale, e eiconoscibile in qualsiasi prospettiva come una Mini, la Mini Clubman affascina immediatamente con l’esclusivo design della coda e le sue proporzioni nuove, e, naturalmente, tutte le qualità tipiche del Marchio che offrono una versatilità incrementata.

Al volante si vive il vero divertimento di guida con entusiasmo e spirito sportivo, come in tutte le Mini. E dietro i sedili anteriori inizia una nuova esperienza Mini - composta da valori interiori abbinati a un fascino estroverso. La combinazione del tipico feeling Mini con un comfort di seduta del tipo «lounge» nei posti posteriori, lo sfruttamento versatile dello spazio e un concetto delle porte senza pari fanno della Mini Clubman un’automobile veramente unica.

Il carattere impareggiabile della Mini Clubman conquista a prima vista. La linea del tetto si estende dinamicamente tra il primo e il terzo montante lungo l’intera lunghezza della vettura per trovare la propria conclusione in una marcata sezione della coda dove la Splitdoor bipartita, realizzata in base a una tecnica molto sofisticata con la cornice verniciata in contrasto rispetto alla carrozzeria, non definisce solo degli accenti di design: lo spazioso bagagliaio è ampliabile con la massima versatilità e, grazie alla particolare porta posteriore, anche facilmente caricabile. Inoltre, la Mini Clubman parte come vettura a cinque posti.

Rispetto alla Mini, lo spazio per le gambe della zona posteriore è cresciuto di 80 millimetri. Una porta supplementare montata sulla fiancata destra, la Clubdoor, facilita l’accesso al «lounge».

Grazie alla propria elevata versatilità, verrebbe infatti da chiamarla Mini Station Wagon, la Mini Clubman interpreta i classici concetti di Shooting Brake che accentuano la sportività e la funzionalità attraverso una linea del tetto allungata e i due volumi della carrozzeria, presentandosi così come il successore moderno di tre leggendari modelli classici, la Morris Traveller, la Austin Mini Countryman e la Mini Clubman Estate che contribuirono alla fine degli anni Sessanta al successo del progenitore di tutte le automobili compatte.

Al momento di lancio in Germania, il 10 novembre 2007, la Mini Clubman sarà offerta in tre motorizzazioni. La pole position nella nuova serie di modelli la occuperà la Mini Cooper S Clubman, alimentata da un motore quattro cilindri 1,6 litri con turbocompressore Twin-Scroll, iniezione diretta di benzina e una potenza di 128 kW/175 CV a un regime di 5.500 giri/min. Grazie al suo motore di 88 kW/120 CV a 6.000 giri/min. con comando valvole interamente variabile, anche la Mini Cooper Clubman assicurerà un divertimento di guida unico e dei valori di esercizio ancora più economici.

La Mini Cooper S Clubman. Equipaggiata di un motore quattro cilindri 1,6 litri che eroga la propria potenza di 128 kW/175 CV a 5.500 giri/min. con l’aiuto di un turbocompressore Twin-Scroll e di un sistema di iniezione diretta di benzina, la Mini Cooper S Clubman sviluppa una coppia massima di 240 Nm, incrementabili temporaneamente attraverso la funzione di Overboost addirittura a 260 Nm. Accelerazione da 0 a 100 km/h in solo 7,6 secondi, velocità massima 224 km/h.

Ma la Mini Cooper S Clubman non affascina solo con i suoi impressionanti valori prestazionali ma anche con un rapporto incredibilmente vantaggioso tra divertimento di guida ed economia di esercizio. Infatti, il suo consumo medio di carburante ammonta a 6,3 litri per 100 chilometri nel ciclo di prova UE; il valore di CO2 è di 150 grammi per chilometro.

Tra gli high-light tecnici del nuovo leggerissimo propulsore a gasolio in alluminio siano ricordati a titolo esemplare l’innovativa iniezione diretta di carburante secondo il principio Common-Rail e un turbocompressore a geometria variabile della turbina che assicura lo spiegamento ottimale di potenza in tutti i campi di regime. Inoltre, la funzione di Overboost della Mini Cooper D Clubman consente delle partenze particolar-mente potenti e scattanti. L’effetto è lo stesso della sportiva e performante
Mini Cooper S Clubman: l’Overboost eleva temporanea-mente la coppia massima, disponibile tra i 1.750 e i 2.000 giri/min., da 240 a 260 Nm.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati