Notizie dal Mondo dei Motori
Mini Contryman WRC - 2011

Mini Contryman WRC - 2011

Con la Mini Countryman WRC, la Casa inglese del Gruppo tedesco BMW fa il suo ritorno, part time, nel Mondiale Rally dopo 44 anni. Dal 2012 parteciperà a tempo pieno. Ha il 1.6 THP da 184 Cv ulteriormente gasato, trasmissione Xtrac 6-speed e trazione All4.

Video  Mini Countryman ALL4 - 2010
Video  Mini WRC Team 2011

Dimensione Carattere:

Al Salone di Parigi era lì in bella mostra una macchina particolarissima: la Mini Countryman WRC. Con cui la Casa inglese del Gruppo tedesco Bmw fa il suo ritorno, part time, nel Mondiale Rally dopo addirittura 44 anni. Dal 2012 parteciperà invece a tempo pieno. Ha un 1.6 turbo ampiamente dopato, una trasmissione Xtrac 6-speed sequenziale, e chiaramente la trazione integrale per restare attaccata coi denti alla strada.

Il 4 cilindri 1.600 cc turbo a iniezione diretta ha un turbocompressore Garrett (pressione max 2.5 bar) e lubrificazione a secco realizzato da Bmw M. Le sospensioni sono della Ohlins. Invece, frizione e impianto frenante arrivano da AP Racing.

Il motore supera i 184 Cv della versione Cooper S di "serie" che già accelera da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi. Un belvetta che fa davvero paura, sempre che si riesca a ottenere il massimo in gara.

Nata sulla base della nuova Countryman, la Mini Countryman WRC è stata realizzata in collaborazione con Prodrive, ossia con manici veri e propri dei rally. In casa Bmw hanno fatto le cose con estrema intelligenza. Ci sono già stati test sulle strade tortuose del Portogallo: la macchina è già avanti. Verrà affidata a Kris Meeke. Mini sfrutta con sapienza anche il cambiamento regolamentare: downsizing delle potenze e dei costi.

Ne verranno sfornati 25-30 esemplari all’anno, destinati sia alla squadra ufficiale sia ai privati. Non male le appendici aerodinamiche per andare forte nei rally: si vedrà se riuscirà a essere competitiva sin da subito.

Il sodalizio Mini-Prodrive è agguerrito: i dettagli tecnici dicono che la vettura lunga 4,11 metri, larga 1,82. Pesa proprio il minimo necessario: 1.200 kg. Tra gli altri successi, Prodrive ha finora vinto sei campionati del mondo Rally, cinque titoli British Touring Car, e ha ottenuto tre vittorie di classe in Francia, e la classica di Le Mans 24 Ore.

Resta anche da vedere se il vero obiettivo sia andare a vincere qualche gara, fare onorevoli partecipazioni, o semplicemente si tratti di un’affascinante operazione di marketing per fare vendere ancora di più le Mini.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati