Notizie dal Mondo dei Motori
Mini Cooper S - Test Drive

Mini Cooper S - Test Drive

Il nome la definisce. Cooper S, S come sportiva, sicura e seducente. Il motore non ha rivali nella sua categoria ed il rapporto peso/potenza accompagnato dalla rigidità delle sospensioni distraggono l´attenzione dalle finiture interne e quel car-appel.

Video  Crash Test Mini Cooper - 2007

Dimensione Carattere:

Ha conquistato proprio tutti, il successo era d'altronde quasi garantito, ed ora grazie alla pronta risposta di Paride Vitale dell'ufficio stampa BMW Italia, possiamo inaugurare il Test Drive del piccolo "Monster" a quattro ruote!

Certamente tutti quei 163 cavalli rapportati ai soli 1.140 Kg fanno venir voglia di rievocare le reminescenze del passato, di quando si andava a provarle correndo nel circuito di prova in collina del Salone dell'Auto di Torino attorno agli anni '65, ma lo scopo della nostra prova è anche quello di comprendere meglio il comportamento della vettura nelle normali circostanze di tutti i giorni, e magari perché no, da persone di sesso ed età differenti tra di loro.

La Mini Cooper è sicuramente una riscoperta per gli automobilisti donna, dove i tratti e le linee retrò ricordano molto il gusto del gentil sesso di trent'anni fa ed il pieno di tecnologia la riadatta alla donna moderna di tutti i giorni.

IL TEST DRIVE

Il primo impatto alla guida della Mini Cooper S è stato definito da tutta la redazione come un'esperienza non solo esaltante ma anche ricca di sensazioni che donano al conducente quel vero senso di guida che si provava fino a pochi anni fa prima dell'adozione in massa della tecnologie e le elettroniche assistive.

La Mini è stata collaudata in 15 distinte circostanze di guida, percorso, conducente e carico:

PERCORSI

- Città
- Collina
- Montagna
- Statale
- Autostrada

TESTER

- Maschile (tra i 25 ed i 35)
- Maschile (tra i 35 ed i 55)
- Femminile (tra i 25 ed i 35)

Ognuno dei Tester ha conseguito nell'arco di 7 giorni tutti i percorsi previsti dalla prova su strada, già in precedenza pianificata, descrivendo separatamente le proprie impressioni e compilando una pagella. I risultati sono stati del tutto soddisfacenti da parte di tutti, ne abbiamo tra l'altro dedotto che la Cooper S, oltre ad adattarsi con prevalenza a qualsiasi tipo di circostanza e percorso, è anche in grado di accogliere le esigenze dei diversi sessi e dei diversi stili di guida.

MOTORE

L'atletico motore, nato da una collaborazione tra la BMW e l'americana Chrysler, è una vera e propria bomba ad orologeria, pronta ad esplodere ogni volta che premete il piede sull'acceleratore.

Il 4 cilindri 16V - 1.600 è infatti in grado di erogare 163 Cv (120Kw) a 6.000 giri/min. ed ottenere una coppia di 210 Nm a 4.000 giri/min., dove buona parte del merito va anche alla sovralimentazione del volumetrico a intercooler (per il quale Cooper S è contraddistinta anteriormente dalla presa d'aria aggiuntiva sul cofano).

Per quanto possa sembrar essere solo un purosangue da 0-100 Km/h, che raggiunge in soli 7,3 secondi, il propulsore riesce, nonostante la coppia molto alta, a riprendere comodamente in qualsiasi rapporto anche a pieno carico ed in salita.

Il "rumore" che si genera, e che il conducente sente molto più dei passeggeri (per volontà dei progettisti) è veramente esaltante e del tutto coinvolgente, riesce infatti a ridonare a tutti coloro che l'hanno testata quel senso di guida da vera sportiva non troppo alterata dall'elettronica assistiva.

Il consumo nel percorso urbano si è dimostrato essere quasi alla pari di una berlina compatta di alta cilindrata in particolare si sono raggiunti i 9,2 Km/l. sull'extraurbano è invece abbastanza stabile e raggiunge 12,5 Km/l. L'ausilio del Cruise Control è molto utile per stabilizzare la velocità ma anche il consumo, infatti senza di esso si è sempre tentati di spingere sempre un po' di più e ritrovarsi in pochi chilometri a velocità e consumi molto elevati.

La stabilità ed il progressivo aumento di giri consentono comunque di sostenere una marcia confortevole ma solo dopo aver preso il piede giusto sull'acceleratore, basta infatti una sollecitazione più nervosa sul pedale dell'acceleratore per sentire un'immediata scarica di cavalli (per il passeggero anche addosso).

SOSPENSIONI

La particolare ed attenta distribuzione dei pesi (63% anteriore, 37% posteriore) associata al raffinato sistema di sospensioni della Cooper, contraddistinto da uno schema McPherson all'avantreno e da un più sofisticato sistema Multilink al retrotreno, conferiscono assieme alle due barre antirollio un assetto del tutto distintivo nella sua categoria. Sospensioni, ammortizzatori e telaio "lavorano" in simbiosi ogni qualvolta le condizioni stradali si alterino o lo stile di guida richieda più suggestioni del solito. Infatti, la rigidità torsionale del telaio, di 24.500 nm/grado, trasmette all'abitacolo tutte le sensazioni della guida veloce e gli ammortizzatori attutiscono comunque il "brusco" ritorno della sospensione rigida.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati