Notizie dal Mondo dei Motori
Mini E - Elettrica

Mini E - Elettrica

A Los Angeles il gruppo Bmw presenta la MINI E, che con un motore totalmente elettrico da 204 Cv assicura un autonomia di circa 200 Km ed una velocità massima 152 Km/h. Per il momento saranno prodotti solamente 500 esemplari per il progetto pilota.

Video  Mini E - Elettrica
Video  Crash Test Mini Cooper - 2007

Dimensione Carattere:

Il Los Angeles Auto Show è il palcoscenico scelto dalla Casa di Monaco per presentare al pubblico mondiale, dal 21 al 30 novembre 2008, la nuova MINI E. Prodotta in circa 500 esemplari entro la fine del 2008, la vettura sarà messa a disposizione di clienti privati e aziendali nell’ambito di un progetto pilota in programma negli stati federali USA di California, New York e New Jersey.

Anche se trattasi di un progetto pilota, con la Mini Elettrica, BMW Group è la prima Casa automobilistica premium del mondo a produrre vetture a propulsione esclusivamente elettrica per l’utilizzo privato nella guida giornaliera.

Mini E testimonia lo sviluppo che Bmw ha svolto e continua a svolgere per ridurre consumi ed emissioni nella circolazione stradale sfruttando la propria ampia competenza tecnologica nel campo dei sistemi di propulsione a favore di un concetto automobilistico che consenta di abbattere le emissioni senza rinunciare al piacere e al divertimento di guida.

La MINI E debutta come una "due posti", lo spazio dei passeggeri posteriori è infatti riservato all’accumulatore. È azionata da un elettromotore da 204 Cv (150 kW) che eroga una coppia massima di 220 Nm e consente di realizzare un’accelerazione continua da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi.

La velocità massima è limitata elettronicamente a 152 km/h. Il propulsore elettrico trasmette la propria potenza silenziosamente e senza emissioni alle ruote anteriori tramite un ingranaggio a ruote dentate cilindriche; ed è approvvigionato di energia da una batteria agli ioni di litio che ha una capacità totale di 35 kWh per un’autonomia di circa 200 km.

MINI E. INCONFONDIBILMENTE MINI

La prima MINI a propulsione esclusivamente elettrica è identificabile a prima vista come un modello del marchio. Il design tipico della MINI è stato completato da una serie di stilemi che evidenziano il concetto rivoluzionario di propulsione della MINI E. Verniciata nel colore esclusivo Dark Silver metallizzato, con il tetto in Pure Silver, la MINI esente da emissioni è riconoscibile in base a uno speciale logo in tinta Interchange Yellow che rappresenta una spina della corrente stilizzata, la quale, formando un contrasto cromatico con lo sfondo colore argento, descrive al contempo una «E».

Questo simbolo è applicato al tetto e, in dimensioni più piccole, sul modulo frontale, sulla coda, sul coperchio della spina del cavo della batteria, sulle modanature della plancia portastrumenti e, in forma leggermente modificata in combinazione con la scritta MINI, anche sui battitacchi. Inoltre, i bordi del tetto, le calotte dei retrovisori esterni, le modanature interne e le cuciture dei sedili sono nello stesso giallo del logo.

IL WALLBOX E LA STAZIONE DI RICARICA SPECIALE

La batteria agli ioni di litio della MINI E - basata su un principio tecnologico che si è affermato nell’approvvigionamento elettrico dei telefoni cellulari e dei computer portatili - può essere collegata a qualsiasi presa di corrente e il suo tempo di ricarica dipende dalla tensione e intensità di corrente della rete di approvvigionamento.

Negli USA, la batteria verrà ricaricata grazie al Wallbox, un particolare dispositivo che fa parte dell’equipaggiamento della MINI E e verrà messo a disposizione di tutti i clienti. Installato in un garage chiuso o in una struttura simile, il Wallbox consente il passaggio di una maggiore intensità di corrente, riducendo a due ore e mezzo il tempo di ricarica. Una ricarica completa consuma al massimo 28 kWh di corrente elettrica.

AGILITÀ, SICUREZZA ED EFFICIENZA

La taratura dell’assetto adattata alla ripartizione particolare delle masse nella MINI E assicura la tipica agilità dei modelli MINI e un’elevata maneggevolezza. A fronte di un peso a vuoto di 1.465 chilogrammi (355 in più rispetto alla MINI Cooper D), per la MINI E è stato adattato il sistema di regolazione della stabilità di guida DSC (Dynamic Stability Control), l’impianto frenante è stato equipaggiato con una nuova pompa a depressione, mentre lo sterzo elettromeccanico EPS (Electrical Power Assisted Steering) corrisponde al sistema utilizzato nei modelli della gamma MINI.

La MINI E ha superato anche numerose prove di crash. Oltre alla protezione degli occupanti, è stato analizzato anche l’impatto delle forze d’urto sulla batteria agli ioni di litio e in tutti i crash test eseguiti in osservanza delle severe norme USA di protezione contro gli infortuni, la batteria non è stata mai danneggiata.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati