Notizie dal Mondo dei Motori
MINI JCW Coupè Endurance

MINI JCW Coupè Endurance

Alla 24 Ore del Nürburgring-Nordschleife, una belvetta per l’Inferno Verde: la MINI John Cooper Works Coupé Endurance, versione per le corse di durata, basata sulla MINI Coupé. Così festeggia la sua prima mondiale sul leggendario circuito tedesco.

Video  Mini JCW Coupé Endurance
Video  Mini Coupè JCW Endurance
In Relazione:
Articoli  Coupe
  Coupè
Video  Video MINI
Video  Foto MINI

Dimensione Carattere:

Prendi la Mini Coupé come base, che già di per sé è pepata; ci aggiungi la versione per le corse di durata; la fai debuttare alla 24 Ore del Nürburgring-Nordschleife; ed ecco una miscela esplosiva che di nome fa MINI John Cooper Works Coupé Endurance. Pronta per scatenarsi all’Inferno Verde. Così la MINI Coupé viene estremizzata, enfatizzata, incattivita, imbelvita. Via il superfluo, solo l’essenziale per mordere l’asfalto urlando la sua potenza.

È infatti vero che lo sport motoristico è nel Dna di MINI, la Casa inglese del Gruppo tedesco BMW. La sua storia corsaiola si arricchisce con la MINI John Cooper Works Coupé Endurance, che precede la versione di serie della vettura presentata al pubblico nell’autunno del 2011. Le condizioni "bollenti" del classico evento endurance assicurano che la nuova MINI avrà un battesimo di fuoco, ma lei non può avere paura di nulla, tantomeno dell’Inferno Verde.

Anche perché là sotto batterà un propulsore da 1,6 litri a quattro cilindri, con un turbocompressore twin-scroll e con iniezione diretta della benzina: 250 CV galoppanti. E se il pilota ha bisogno di godere di più, deve solo attivare la funzione Overboost, che porta la coppia massima fino a 330 Nm. La velocità massima è superiore ai 240 km/h.

La nuova MINI John Cooper Works Coupé Endurance esalta il go-kart feeling del Costruttore britannico, con sospensioni rigide da gara, tenuta di strada notevole, ammortizzatori regolabili.

Non solo velocità. La MINI John Cooper Works Coupé Endurance ti fa guidare tranquillo, grazie alla gabbia di sicurezza saldata alla carrozzeria e a un sedile sportivo con cintura di sicurezza a sei punti, un sistema stile Formula Uno HANS (Head And Neck Support). In più, il sistema frenante da corsa con ABS usato per le gare del MINI Challenge, il controllo dinamico DSC appositamente messo a punto, un sollevatore pneumatico integrato per i pit-stop.

Volete la chiave per capire al volo che si tratta di lei? Il parabrezza fortemente inclinato distingue il profilo piatto della Coupé da quello del modello Hatch, minimizzando la resistenza aerodinamica: sui lunghi rettilinei del circuito si spara a tutta birra. Il Pacchetto aerodinamico John Cooper Works fa paura, rendendola un "giocattolone" maneggevole: spoiler anteriore, diffusore posteriore, spoiler posteriore regolabile. Il tutto genera effetto suolo, ottimizza l’equilibrio tra gli assali anteriore e posteriore.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati