Notizie dal Mondo dei Motori
MINI, tutta nuova... sempre inconfondibilmente MINI

MINI, tutta nuova... sempre inconfondibilmente MINI

Un mix perfetto tra tradizione e ricerca tecnologica per la più rivoluzionaria di tutte le MINI.

In Relazione:
Articoli  MINI
Video  Video MINI
Video  Foto MINI

Dimensione Carattere:

La nuova MINI Hatchback riesce a combinare perfettamente tutti gli stilemi e la personalità che fin dalla prima MINI del 1959 ne fanno una vettura unica. Le novità vanno dalla carrozzeria agli interni, passando per i propulsori del tutto inediti per arrivare alla tecnologia di bordo e la connettività che raggiunge nuovi traguardi. Oltre alle versioni a benzina che hanno mantenuto tutte le promesse in tema di prestazioni ed efficienza andando addirittura oltre ogni aspettativa con il 3 cilindri da 1,5 litri della Cooper, abbiamo potuto toccare con mano anche le qualità della Cooper D anch’essa motorizzata con un inedito tre cilindri di 1.496 cc con tecnologia Twin Power Turbo. Ebbene, partendo proprio da questa, i risultati sono stati davvero eccezionali sia in termini di comfort di guida grazie ad una elasticità e dolcezza di funzionamento abbinate ad una silenziosità e totale assenza di vibrazioni anche a freddo, sia in termini di prestazioni pure. Il nuovo motore a gasolio spinge davvero forte con la sua potenza massima di 116 CV e la sua coppia massima di 270 Nm espressa a 1.750 giri e, complici le doti telaistiche della vettura che ha raggiunto anche sotto questo punto di vista livelli di assoluta eccellenza, ci si ritrova ad andature elevatissime senza nemmeno rendersene conto, il tutto con il consueto go-kart feeling. Precisissima nel copiare le traiettorie impostate e con una stabilità e tenuta di strada ancora superiori a quelle già eccellenti della versione precedente (in questo senso l’allargamento delle carreggiate e l’incremento del passo hanno sicuramente giovato), anche in questa versione MINI regala divertimento di guida a piene mani. Prestazioni e handling incrementate, ma grande attenzione anche agli aspetti “eco” con un consumo medio di appena 3,5 litri per 100 km ed un livello di emissioni di CO2 di 92 g/km. La nuova MINI sarà protagonista di un open weekend nelle giornate del 15 e 16 marzo con le sue versioni Cooper, Cooper S e Cooper D. Successivamente la gamma sarà completata anche con le One e One D che abbasseranno la soglia d’accesso al mondo MINI a 18.300 Euro.

È sempre MINI, ma questa volta è una maxi-MINI
La terza generazione sotto l'egida BMW fa un salto di qualità e raggiunge la maturità di un prodotto premium che fissa nuovi parametri di riferimento nel segmento. Ridisegnata dal foglio bianco su una nuova piattaforma e con motori nuovi (tutti Euro 6), la MINI, come dicevamo, riesce ad evolversi restando fedele al concetto di base che ispirò Sir Alec Issigonis nel progettare la rivoluzionaria Mini del 1959. Se a prima vista le differenze con il modello precedente sembrano poche, la nuova MINI si distingue per diversi dettagli, tra cui la nuova griglia del radiatore e i gruppi ottici disponibili anche a Led e con Adaptive Light Distribution. La nuova piccola cresce di 9,8 cm in lunghezza (3,82 metri in tutto), 4,4 cm in larghezza e 7 cm in altezza a tutto vantaggio dell’abitabilità interna e della spaziosità e modularità del vano bagagli. L’abitacolo è di classe superiore pur rimanendo fedele allo stilema circolare che contraddistingue la marca, ma con materiali e finiture di altissima qualità, un nuovo cruscotto sulla colonna di sterzo e lo strumento centrale di maggiori dimensioni e con un display di 8”8 (optional) e la corona luminosa a Led. L’infotainment a bordo è da prima della classe con MINI Connected, Driving Excitement Analyser, interfaccia USB, Twitter, Facebook, Web Radio e MINI Calendar, così come i sistemi di assistenza alla guida: Head Up Display a colori, assistente di parcheggio con retrocamera e MINI Predictive Drivetrain che “legge” la strada con l’aiuto del navigatore e adegua i rapporti del cambio automatico al percorso. Il tutto si comanda dal controller posizionato nel tunnel centrale che è anche Touch Pad. MINI sfoggia inoltre un assetto ripensato per un maggior comfort, anche con Dynamic Dumper Control, senza nulla togliere al divertimento di guida che resta da go-kart. Ma la parte del leone spetta ai nuovi motori. Passiamo ora ai 3 cilindri turbo benzina della Cooper in testa. Ebbene i risultati sono da Oscar: silenzioso, prontissimo, parco nei consumi e di grande sostanza. L’abbiamo messo alla frusta sulle strade sconnesse dell’entroterra portoricano per uscirne con il sorriso. La coppia massima di 220 Nm è disponibile subito e spinge la Cooper da 0 a 100 in meno di 8 secondi garantendo consumi medi pari a 4,5 l/100 km ed emissioni di CO2 nell’ordine di 105 g/km. Merito della tecnologia TwinPower Turbo in dotazione a tutte le nuove motorizzazioni di MINI. Esaltante anche la Cooper S, con i suoi 192 CV e 280 Nm erogati dal 4 cilindri 2.0 che, in abbinamento con l’automatico a 6 marce, permette scatti brucianti e consumi da utilitaria con emissioni di CO2 contenute.

Design e personalità fortemente “evocativi”, ma ora è più “matura”
Una nuova edizione dell’originale compatta premium, quindi, più che un modello nuovo nel senso più tradizionale del termine. La nuova MINI ha un design a forte carica emotiva, tipico del brand, un’ulteriore ottimizzazione del rapporto tra divertimento di guida e consumo di carburante, tecnologia innovativa di collegamento in rete e funzioni sofisticate; sono immediatamente tangibili nei fatti i significativi progressi a livello di abitabilità, di sicurezza, di equipaggiamenti, di qualità dei materiali e della loro lavorazione nonché di sportività e di comfort di guida, risultanti da un ampio e coerente sviluppo della sostanza di prodotto: anche alla guida la nuova MINI appare ancora più “sostanziosa”, più stabile, silenziosa, performante, ma con il medesimo go-kart feeling di sempre. Per rendere l’idea vi possiamo garantire che con questa MINI andrete sensibilmente più veloci di prima, ma senza rendervene conto... occhio quindi ai punti sulla patente, ma buon divertimento!

Squadra che vince... non si cambia
Lo sviluppo evolutivo del design esterno con il linguaggio formale, le proporzioni e l’architettura della scocca sono quelli tipici del marchio con i caratteristici stilemi di design, come la calandra del radiatore esagonale, i gruppi ottici e le luci posteriori con grossa cornice cromata, la nuova interpretazione dell’indicatore laterale di direzione e della fascia nera che avvolge la carrozzeria senza soluzione di continuità, accentuata ulteriormente dalla lavorazione delle superfici circostanti; i dettagli di alta qualità evidenziano il carattere maturo del nuovo modello; le nuove vernici esterne sono cinque, con tetto in colore di contrasto disponibile a richiesta senza sovrapprezzo. A richiesta e senza sovrapprezzo, MINI Cooper, MINI Cooper S e MINI Cooper D ordinabili con tetto e calotte degli specchietti retrovisori esterni in colore di contrasto. Gruppi ottici disegnati ex novo; luce diurna di serie; optional: luci a LED con anello di luce diurna e indicatore di direzione integrato inoltre luce adattiva in curva, luce di svolta a LED e luci fendinebbia a LED; come optional, luci posteriori in tecnica LED, pacchetto luci opzionale con luce interna a LED e luce d’ambiente arancione.

Si sta più comodi
L’abitabilità è ottimizzata in tutti e quattro i posti; nuova la costruzione del sedile con campo di regolazione ampliato nei sedili anteriori e la superficie di seduta allungata nel divanetto posteriore (+23 millimetri); maggiore lo spazio per le spalle, per le gambe e il comfort di accesso per i passeggeri della zona posteriore; il volume del bagagliaio aumentato di 51 litri a 211 litri; schienale del divanetto posteriore bipartito e ribaltabile nel rapporto 60 : 40; come optional, pacchetto porta-oggetti con piano del bagagliaio a bloccaggio variabile.

Il segreto dell’upgrade in fatto di handling
La grande sensazione di reattività abbinata ad una stabilità e precisione di guida impeccabili si devono ad ampi interventi di ottimizzazione della tecnica di assetto, accompagnati dalla riduzione del peso e dall’incremento della rigidità. Nuovo è l’asse anteriore McPherson con braccio oscillante in alluminio e supporto degli assali e bracci trasversali in acciaio altamente resistente ed il posteriore multilink in lega leggera ottimizzato con geometria a basso ingombro. Il servosterzo elettromeccanico è stato ulteriormente perfezionato ed equipaggiato di serie con Servotronic. Sul fronte delle tecnologie di bordo in assistenza al guidatore troviamo Dynamic Stability Control (DSC) di serie con Dynamic Traction Control (DTC) ed Electronic Differential Lock Control (EDLC) inclusi. Sulla MINI Cooper S il sistema comprende anche Performance Control ed una nuova taratura delle molle e ammortizzatori con cuscinetti di supporto a tre direzioni. In opzione per la prima volta il Dynamic Damper Control è disponibile anche per i modelli MINI. Anche l’impianto frenante è stato perfezionato ed adattato alle prestazioni di guida potenziate. Scegli il carattere che preferisci..MINI ti asseconderà Grazie al nuovo optional MINI Driving Modes, è possibile variare la taratura della vettura attraverso una manopola inserita alla base della leva del cambio o del selettore di marcia; oltre all’impostazione standard MID Mode sono attivabili infatti le modalità di guida SPORT e GREEN; la selezione della modalità di guida influenza la linea caratteristica del pedale dell’acceleratore e dello sterzo e, qualora disponibile, anche i tempi di cambio-marcia del cambio automatico e del Dynamic Damper Control; in combinazione con il cambio automatico, nella modalità GREEN è disponibile la funzione “sailing” al regime minimo del motore e catena cinematica separata.

Nuovo concetto di cockpit sempre più ergonomico
La strumentazione combinata è ora montata sul piantone dello sterzo con indicazione della velocità e del numero di giri; la strumentazione centrale rimane con contenuti nuovi e rappresentazione a colori attraverso un anello a LED che fornisce un feedback ottico all’attivazione di numerose funzioni, equipaggiamento di serie con display TFT a quattro righe oppure, come optional, display a colori fino a 8,8 pollici; comando delle funzioni di navigazione, di entertainment, di telefonia e della vettura attraverso il MINI Controller montato sulla consolle centrale con feedback sul monitor di bordo; tasto Automatic Start/Stop nella consolle centrale al centro della modanatura con i tasti Toggle, attivabile senza inserire la chiave della vettura; tasti degli alzacristalli integrati nei pannelli interni delle porte; comando luci nella plancia portastrumenti.

Tanta tecnologia e connettività ai massimi livelli assoluti
La nuova MINI si presenta con un’offerta nettamente ampliata di innovativi sistemi di assistenza del guidatore: MINI Head-Up-Display, Park Assistant, telecamera di retromarcia e Driving Assistant inclusa la regolazione attiva della velocità su base di telecamera nonché regolazione attiva della velocità, avvertimento di rischio di tamponamento e d’investimento di pedoni con funzione decelerante, High Beam Assistant e riconoscimento della segnaletica stradale. Il programma di In-Car-Infotainment di MINI Connected a struttura nuova è completato da funzioni nuove; Emergency Call e MINI Teleservices sono utilizzabili attraverso la carta SIM integrata nella vettura; la varietà di funzioni è unica così come la possibilità di ampliamento permanente grazie alle app e all’integrazione nella vettura attraverso lo smartphone. Nuovo è anche il sistema MINI Connected XL Journey Mate con Real Time Traffic Information; il collegamento online consente inoltre l’utilizzo di social network come Facebook, Twitter e foursquare, oltre che Glympse, la ricezione di RSS newsfeed e le offerte di entertainment come AUPEO!, Stitcher, Deezer, Audible, Napster/Rhapsody e TuneIn.

Già completa di serie, ma... i limiti li decidi tu
Al completo equipaggiamento di serie si aggiungono pregiati optional per aumentare il comfort, le caratteristiche premium e il grado di personalizzazione. Solo per citarne alcuni: sensore pioggia con controllo automatico della luce abbagliante, parabrezza riscaldabile, Park Distance Control, Comfort Access, tetto in vetro ad azionamento elettrico, mancorrenti sul tetto, specchietti retrovisori esterni riscaldabili e ripiegabili elettricamente, specchietti retrovisori esterni ed interno autoanabbaglianti, sedili riscaldabili, climatizzatore automatico bizona, spoiler posteriore nel design John Cooper Works; ampia selezione di decorazioni per il tetto e gli specchietti retrovisori esterni, di stripes per il cofano motore, di rivestimenti dei sedili, delle superfici interne e di Colour Lines; sistema di navigazione MINI, sistema di navigazione Professional, MINI Radio Visual Boost, sistema di altoparlanti HiFi Harman Kardon, DAB-tuner, DVD changer. Insomma MINI è sempre ed ancor più “individual” e permette davvero di allestirsi la propria vettura che trascende così il significato di semplice mezzo di trasporto, per diventare un vero e prorio strumento di rappresentazione della personalità del proprietario e del suo life style, insomma, come sempre, molto più di un’automobile..




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati