Notizie dal Mondo dei Motori
Nissan 350Z Roadster

Nissan 350Z Roadster

Altro successo per Nissan. Arriverà in Italia nel primo semestre del 2005 e sarà una delle protagoniste più blasonate della prossima estate. Come nella coupé, la potenza della 350Z Roadster il motore è un V6 3.5 della serie VQ, che eroga 280 CV.

Dimensione Carattere:

La versione scoperta dell’amatissima 350Z coupé di Nissan fa il suo debutto sul palcoscenico parigino prima del via alla commercializzazione in Europa fissato per primo semestre 2005.

Come nella coupé, la potenza è fornita dalla leggendaria unità V6 3.5 della serie VQ, che eroga 280 CV (209 kW) e 363 Nm di coppia. La trazione è posteriore, secondo la classica configurazione sportiva. Le fasi di aspirazione e scarico del motore sono state ottimizzate per il massimo piacere uditivo quando si guida con il tetto abbassato.

Le prestazioni agili e scattanti faranno la gioia di chi siede al volante; ma molto c’è anche da ammirare dal punto di vista estetico, poiché il design è davvero affascinante.

Sull’onda del successo della coupé, la Roadster ripropone le linee esaltanti della versione chiusa, offrendo un’esperienza di guida a tutto tondo con un "bonus" esclusivo: il vento nei capelli.

Un potente motore anteriore V6 da 3,5 litri montato centralmente aziona le ruote posteriori attraverso un cambio manuale a sei marce a spaziatura corta con rapporti ravvicinati. L’esperienza Nissan nel mondo delle corse ha portato all’impiego di un albero di trasmissione ultraleggero in fibra di carbonio.

Oltre a sviluppare un’impressionante potenza pari a 206 kW (280 CV), il V6 CVTCS a fasatura variabile si contraddistingue per la notevole coppia di 363 Nm, capace di esprimersi al meglio anche ai regimi più bassi. La velocità massima è di 250 km/h con un’accelerazione 0-100km/h che richiede appena 5,9 secondi.

Grazie al motore montato nella posizione più arretrata possibile rispetto alle ruote anteriori, la 350Z Roadster è caratterizzata da una distribuzione ottimale del peso tra avantreno e retrotreno, in rapporto 53/47, e da un baricentro basso. Il peso maggiore sulle ruote anteriori fornisce una migliore trazione per sterzate più precise.

Uscendo da una curva in accelerazione, la distribuzione del peso si sposta verso il retrotreno, creando un equilibrio 50/50 nel momento in cui è più necessario.

Il telaio a carreggiata larga presenta sospensioni indipendenti multilink realizzate in componenti in alluminio forgiato ultraleggero. Sia il gruppo sospensione anteriore che quello posteriore sono montati su telai ausiliari, come sulle auto da corsa. Ampi passaruota coprono i cerchi in lega da 18 pollici, su cui sono montati pneumatici Bridgestone Potenza RE040 di dimensioni diverse: 225/45R18 per le ruote anteriori e 245/45R18 per quelle posteriori.

Un sistema frenante all’altezza delle prestazioni della vettura è affidato a Brembo: una partnership con un'azienda italiana identificabile dalle caratteristiche pinze visibili attraverso gli eleganti cerchi a sei razze.

La rigidità torsionale è l’elemento chiave dell’eccezionale guidabilità della 350Z. Posteriormente, il complesso telaio ausiliario è stato rinforzato con una robusta barra, che si estende per l’intera larghezza del vano bagagli ed è visibile attraverso il portellone posteriore. La barra - di colore nero con finiture in argento e ornata della caratteristica Z stilizzata - non solo aumenta la rigidità della struttura, ma fornisce anche un punto di ancoraggio per le reti di carico del bagagliaio.

Una barra di rinforzo in acciaio cavo, riempita in poliuretano rinforzato con caratteristiche di resistenza e peso ottimali, attraversa il vano motore. La maggiore resistenza si deve anche ai giunti rinforzati sul fondo scocca ed alla struttura a doppio pianale sopra il serbatoio carburante, montato in posizione centrale. Il risultato assicura un’esperienza di guida unica, sportiva, ma resa piacevole e sicura da un’eccezionale tenuta di strada.

L’emozione che regala la guida della 350Z Roadster è anche frutto del mirato design. La lunghezza sia del cofano che del passo e l’abitacolo a due posti rivelano il DNA da autentica sportiva della 350Z. Questi elementi, abbinati all’estetica emozionale e ai corti sbalzi anteriori e posteriori, conferiscono un tocco classico ad una realtà totalmente proiettata nel futuro.

Le differenze rispetto alla versione coupè si concentrano ovviamente nella parte posteriore dell’abitacolo, dove si trovano gli immancabili roll-bar, uniti da un cristallo temperato (a favore sia dell’aerodinamicità che delle fastidiose turbolenze, che nel caso specifico si riducono ai minimi termini) , ed il vano porta capote che, a sua volta, riprende le medesime forme proposte dai roll-bar e che assumono un significato non solo aerodinamico ma anche estetico.

La capote, che si attiva tramite un pulsante collocato alla sinistra del volante, si apre in 20 secondi ed è abbinata ad un lunotto termico temperato, che dona a tutte le situazioni il massimo della visibilità.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati