Notizie dal Mondo dei Motori
Nissan Esflow Concept

Nissan Esflow Concept

Nissan Esflow scuote il mondo delle elettriche dimostrando che le 0% emissioni possono essere 100% divertimento e piacere di guida. In anteprima al Salone di Ginevra è una due posti a trazione posteriore. Due motori elettrici per uno 0-100 in 5 secondi.

In Relazione:
Articoli  NISSAN
Video  Video NISSAN
Video  Foto NISSAN

Dimensione Carattere:

La nuovissima Nissan Esflow, regalmente esposta sullo stand giapponese al Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra, rappresenta il nuovo concetto di sportività ad emissioni zero di Nissan. La concept car ha un’impostazione coupè a due posti secchi e trazione posteriore: il massimo in materia di divertimento. A spingere proprio le ruote posteriori ci pensano altrettanti motori elettrici, alimentati da leggere batterie laminate agli ioni di litio posizionate in maniera perfetta per equilibrare la distribuzione dei pesi. Le prestazioni di Esflow sono da vera sportiva, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 5 secondi. Con una sola ricarica si riescono a percorrere fino a 240 km.

Dopo essersi "fatta le ossa" crendo meraviglie sportive come la GT-R e la 370Z e pratiche compatte ad emissioni zero come Leaf, Nissan unisce questi concetti, mescolando emozioni e credenziali ecologiche di un EV per dare vita a una due posti sorprendente: la Concept Esflow.

Esflow è un veicolo totalmente elettrico che prefigura le auto sportive a emissioni zero del futuro. La linea del cofano si allunga nel parabrezza fortemente inclinato e avvolgente; l’abitacolo compatto pone gli occupanti nel baricentro dell’auto; le gobbe passaruota racchiudono pneumatici a bassissimo profilo con cerchi a sei razze. Essendo una vettura completamente elettrica e non una ibrida (con motore termico), i designer Nissan hanno avuto la libertà di posizionare gli elementi fondamentali nelle posizioni più comode ed efficienti dal punto di vista dinamico.

MOTORE, TRASMISSIONE E TELAIO
Nissan Esflow Concept è un veicolo a trazione posteriore che funziona con due motori alloggiati sopra l’assale di coda, secondo l’architettura posteriore-centrale. I motori controllano in modo indipendente le ruote di sinistra e di destra, ottimizzando la distribuzione della coppia per avere stabilità e controllo, e un’efficiente rigenerazione della potenza. L’erogazione di coppia è quasi immediata e l’auto raggiunge i 100 km/h in meno di 5 secondi.

I motori sono alimentati da batterie laminate agli ioni di litio uguali a quelle di Nissan Leaf, che però su Esflow sono collocate lungo i due assali delle ruote. L’autonomia delle batterie è di oltre 240 km con una sola carica.

Intorno al gruppo motore è stato costruito un telaio in alluminio, sfruttando i vantaggi della propulsione elettrica. Le celle di alimentazione aumentano la forza e la compostezza di Nissan Esflow Concept. L’alta linea di cintura ha permesso di integrare robuste roll bar dietro i sedili, che garantiscono un ottimo livello di sicurezza in caso di ribaltamento, senza bisogno di dare eccessiva sostanza ai montanti A, favorendo così anche la visibilità.

DESIGN

Il design di Esflow è magnetico. Le linee geometriche e pulite esprimono il potenziale sportivo e la purezza dell’alimentazione elettrica. Le tinte scelte per la carrozzeria del concept si ispirano al ghiaccio, un liquido solidificato che riflette nell’aria sfumature azzurrine. Lo stesso azzurro lo si trova nei gruppi ottici e nello stemma Nissan sul frontale. I cerchi a sei razze contengono inserti in carbonio azzurri; lo stesso materiale adorna i sottoporta, il piccolo spoiler sul tetto e la fascia inferiore del paraurti di coda.

I LED accentuano il taglio futuristico delle luci. Nissan Esflow sostituisce i retrovisori con microcamere per la visione posteriore alla base dei montanti A. I fari anteriori di celano un prezioso segreto: i punti di ricarica a scomparsa incassati nelle prese d’aria sottostanti.

Gli interni di Esflow sono lineari e spaziosi, concepiti all’insegna del risparmio di peso. L’ambiente è accogliente e molto confortevole. Ci sono sedili scolpiti nella paratia posteriore e quindi privi di intelaiatura, leggerissimi. Ovviamente sono immobili, ma lo sterzo fly-by-wire e la pedaliera si regolano elettricamente nella posizione più comoda, in base all’altezza del guidatore.
I rivestimenti dei sedili sono in pelle e camoscio traforato color oro, mentre le porte sono rifinite in pelle e camoscio blu. Il motivo azzurro e oro - che simboleggia le scintille - viene ripreso sul cruscotto, arricchito anche da accenti in carbonio argentato e con quattro display LCD multifunzione.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati