Notizie dal Mondo dei Motori
Nissan Micra 1.2 - Sovralimentata

Nissan Micra 1.2 - Sovralimentata

Iniezione diretta di benzina, sovralimentazione, 4,1 litri/100 chilometro: è la Nissan Micra 1.2 DIG-S Sovralimentata da 98 cavalli. Esposta al Salone internazionale dell’automobile di Ginevra 2011. Emette soltanto 95 grammi di CO2 per chilometro.

Video  Nissan Micra 1.2 - Sovralimentata
Video  Nissan Micra 1.2 - Prova su Strada

Dimensione Carattere:

Premessa d’obbligo: Pure Drive di Nissan si riferisce a una serie di soluzioni tecnologiche studiate per abbattere i consumi e le emissioni di CO2. In quest’ottica s’inquadra la Nissan Micra 1.2 DIG-S Sovralimentata a iniezione diretta, in esposizione al Salone di Ginevra 2011. Che amplia la gamma Micra. Dove DIG-S è una sofisticata unità a benzina che produce soltanto 95 g CO2/km e sta per Direct Injection Gasoline-Supercharger.

C’è una parentela col già esistente 1.2 DIG-SL. Ma ora abbiamo iniezione diretta a benzina e compressore volumetrico. La prima innalza il rapporto di compressione a 13:1 e ottimizza così l’efficienza di compressione. Al contempo, la sovralimentazione tramite compressore garantisce invece un’immediata risposta agli input dell’acceleratore. È il cosiddetto Ciclo Miller.

Stando alla Casa, questo tre cilindri da 1.198 cc eroga una potenza comparabile a un motore tradizionale a quattro cilindri da 1,5 litri. Ulteriori vantaggi derivano dall’adozione dello Stop&Start e la frenata rigenerativa.

In dettaglio, il motore sovralimentato produce 98 CV (72 kW) e 142 Nm; le emissioni di CO2 sono di 95 g/km per la versione manuale e 115 g/km per la versione CVT. La velocità massima è di 180 km/h nel caso della trasmissione manuale. Ma badiamo al portafogli, in modo concreto: quali consumi? Nel ciclo combinato per l’allestimento Visia in versione manuale, 4,1 l/100 km.

La quarta generazione di Micra, ora con questo motore in più, è basata su una piattaforma inedita a e destinata al mercato europeo, è prodotta in India, Cina, Messico e Thailandia ed è venduta in 160 Paesi del mondo: una global car.

E tra le dotazioni disponibili, di serie o in opzione, c’è Nissan Connect, il sistema integrato di informazione, entertainment e navigazione satellitare con schermo touchscreen. Non male anche il Simple Parking Pack per la misurazione dello spazio di parcheggio, che aiuta specie chi ha poca dimestichezza con le manovre in retro.

Una sola variante di carrozzeria a cinque porte, quattro allestimenti (Visia, Comfort, Acenta e Tekna) e due motorizzazioni benzina: c’è pure l’aspirato da 80 CV (59 kW) dell’unità da 1,2 litri.

In verità, a livello europeo, Nissan punta anche sugli incentivi da parte dei Governi. Cosa che da noi per ora è chimera. Nel Regno Unito, le auto che producono meno di 100 g/km di CO2 sono esenti dal pagamento del bollo e dal pedaggio per l’ingresso nel centro di Londra. In Francia, chi acquista un’auto con emissioni inferiori a 110 g/km riceve dal governo un bonus di 400 euro. In Olanda, meno tasse sulla circolazione per 1.000 euro.

Newstreet.it definirebbe la Nissan Micra 1.2 DIG-S Sovralimentata come un downsizing nipponico: una certa potenza in un numero ridotto di centimetri cubi. Affascinante: i consumi di un diesel con le prerogative e magari l’affidabilità di un benzina. E al contempo una scommessa per contrastare Fiat e il suo TwinAir, nonché Ford e il suo progetto di tre cilindri EcoBoost.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati