Notizie dal Mondo dei Motori
Nissan Pickup al Dakar 2004

Nissan Pickup al Dakar 2004

Video  Nissan Pick-Up Vince 2 Premi
Altri Articoli:

Dimensione Carattere:

La storia agonistica del Nissan Pickup ha inizio con le partecipazioni, e poi le vittorie, nel Campionato Fuoristrada del Sud Africa, paese in cui è stata messa a punto per la prima volta la versione da competizione del veicolo. Sulla scorta dei successi riscossi in Sudafrica, dove si gareggia in condizioni davvero estreme, si comincia a valutare il potenziale che il veicolo avrebbe potuto esprimere nella "Dakar".

Nel 2002, l’auto partecipa per la prima volta alla più famosa maratona trans-africana con un team privato (Team Nissan France Dessoude), il primo a scommettere sul veicolo. Una decisione azzardata, se si considera la differenza in lunghezza tra la competizione sudafricana e la "Dakar", ma comunque coronata da risultati più che incoraggianti. Il Pickup si aggiudica, infatti, una serie di tappe e riesce a tagliare il traguardo.

Nel settembre 2002, Nissan annuncia la partecipazione ufficiale alla competizione rally raid con il Nissan Pickup. Viene attuato un vero e proprio programma di gara e nasce il Nissan Rally Raid Team. In considerazione dell’esperienza maturata con il Pickup, la divisione competizione di Nissan Sudafrica viene incaricata di costruire i veicoli che in seguito parteciperanno alla Dakar 2003.

Ancora una volta, il Pickup dà prova di affidabilità e competitività. Ari Vatanen vince cinque tappe, mentre Giniel de Villiers, il giovane talento sudafricano, si piazza al quinto posto nella classifica generale. Nel corso della stagione, il Nissan Rally Raid Team prende parte a una serie di round della Coppa del Mondo di Rally Cross-Country per continuare a lavorare sullo sviluppo e l’affidabilità dell’auto. Dopo il Rally di Tunisia e Baja Portogallo, Giniel de Villiers e Tina Thorner mettono a segno la loro prima vittoria nel Rally del Marocco, risultato che segna anche la prima vittoria del Pickup nella Coppa del Mondo.

Oggi, il nuovo Nissan rappresenta l’evoluzione estrema del Pickup arrivato quinto alla "Dakar" dello scorso gennaio. Progettato tenendo conto del nuovo itinerario, il nuovo Pickup punta diritto al podio finale, nella capitale senegalese.

La Nissan Rally Raid Team ha effettuato con successo in Marocco le prime prove in vista dell’edizione 2004 della mitica "Dakar". Nel deserto marocchino, a 30 km dalla città di Ouarzazate il Team per tre giorni ha messo a punto il Nissan Pickup in vista della impegnativa gara, sottoponendolo a verifiche tecniche e prove di resistenza con l’aiuto dell’equipaggio che in tutta probabilità lo condurrà alla "Dakar".

Il Pickup di nuova generazione, con la sua massiccia e imponente figura è - come il predecessore - spinto dalla versione da competizione del 6 cilindri VQ 3.5 litri di serie; il telaio "spaceframe" è quasi identico, con le medesime sospensioni. Le modifiche più significative interessano la linea, benché non siano ispirate a regole puramente estetiche. Il modello 2004 è stato concepito per ottimizzare il profilo aerodinamico e migliorare quindi velocità massima e visibilità.

I test condotti nella galleria del vento confermano che la nuova carrozzeria corrisponde perfettamente ai criteri prestazionali definiti in fase progettuale. Inoltre, la sensibile riduzione dello sbalzo anteriore, la migliore protezione sotto la scocca e la distanza da terra più generosa dovrebbero consentire al team di affrontare meglio i tratti rocciosi e le dune. Infine, grazie a un cofano anteriore dalle linee decisamente spioventi, sarà possibile fronteggiare con maggiore sicurezza anche i percorsi più ostici.

Il passo è stato accorciato di 150 mm, la carrozzeria allargata e le proporzioni interne incrementate per offrire più comfort all’equipaggio. Con una capacità di 500 litri, il serbatoio è ora collocato sotto la cabina, per una migliore distribuzione del peso; in questo modo, la progressiva diminuzione del livello del carburante non incide sulla maneggevolezza dell’auto. La sezione chiusa nel retro della carrozzeria migliora il comportamento nel vento. Il peso del nuovo Pickup corrisponde inoltre ai limiti fissati nella categoria T2, mentre il predecessore era di 60 kg sopra il peso minimo.

La versione 2003 si è ben presto rivelata più che soddisfacente in termini di durata, affidabilità e facilità di manutenzione. Per il 2004, ogni componente è stato ottimizzato o completamente ridisegnato.

Il cambio sequenziale a sei rapporti e i differenziali anteriore e posteriore sono rimasti invariati, nonostante un leggero miglioramento apportato alla coppia. Anche il sistema di raffreddamento è lo stesso, ad eccezione del flusso di aria calda che è ora espulso in modo tale da contribuire alla deportanza aerodinamica. Infine, è stato leggermente aumentato il diametro dei dischi dei freni per tenere conto della velocità massima più alta.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati