Notizie dal Mondo dei Motori
Nuova Mazda3 - 2011

Nuova Mazda3 - 2011

Al Salone di Parigi 2010, vedremo la nuova Mazda3, con un diesel 1.6 MZ-CD da 115 cavalli, sei in più del precedente. E c’è anche un più leggero cambio manuale a sei marce. In compenso, riduzione di consumi, 4,4 l/100km, e di emissioni, 117 g/km di CO2.

Video  Mazda3 1.6 Diesel 115 Cv - 2010
Video  Mazda 3 Restyling - 2012

Dimensione Carattere:

Lei vuol fare l’anti Volkswagen Golf, e per diventare ancora più attraente propone un inedito motore: parliamo della nuova Mazda3. Che sarà una delle protagoniste al Salone di Parigi 2010, di inizio ottobre. La novità sta nel diesel 1.6 MZ-CD da 115 cavalli, sei in più della precedente. Oltre a un più leggero cambio manuale a sei marce. Nonostante l’upgrade, abbiamo una riduzione di consumi, 4,4 litri ogni 100 chilometri, e di emissioni, 117 grammi per km di CO2 (l’anidride carbonica, nemico numero uno). Chiaramente sono dati dichiarati dalla Casa, ma in genere i motori del Costruttore giapponese non deludono le aspettative. D’altronde, se vuoi dare fastidio a un avversario fortissimo come la VW Golf, devi proporre il meglio.

Resterà il design che prevede l’integrazione del paraurti anteriore in un’unica griglia, incorniciata da ampie prese d’aria agli angoli che sottolineano la natura sportiva della vettura. Avendo posizionato la griglia anteriore più in basso, i progettisti sono riusciti ad estendere maggiormente la parte anteriore del cofano motore più verso il paraurti. Sono inoltre caratteristici della vettura i due passaruota anteriori pronunciati che conferiscono un look dinamico e slanciato, che ricorda la RX-8, icona sportiva di casa Mazda, e che è stato applicato all’intera gamma dal crossover sportivo CX-7, alla Nuova Mazda2 e inclusa la Nuova Mazda6.

La silhouette della hatchback a cinque porte aggiunge un tocco di aggressività al look, grazie alla linea marcata dei longheroni laterali, alla linea di cintura leggermente inclinata verso l’alto nella zona posteriore, al montante posteriore dal nuovo design, alla linea piatta del tetto e allo spoiler posteriore sul tetto. La versione berlina ha una silhouette più morbida, con la parte posteriore alta, uno spoiler sulla sommità del cofano del bagagliaio e un tetto dalla linea più arrotondata che accentua la compattezza delle sue dimensioni, simili a quelle di un coupé, e la rende al tempo stesso elegante e sportiva.

Tutte le linee del frontale convergono in un punto centrale sulla sommità della mascherina a cinque punti e una nuova linea, sottile ma decisa, al centro del cofano motore funge da asse centrale. Quelle che partono dai montanti anteriori e corrono lungo i lati del cofano motore convergono verso l’interno, al centro della griglia. Anche le linee interne dei proiettori, quelle dei paraurti anteriori e la cornice della mascherina convergono verso il centro. Inoltre, per contribuire a creare un look pulito e solido, il braccio del tergicristallo è stato concepito con un design tutto nuovo: gli ugelli dei lavacristalli sono stati spostati all’interno della mascherina sotto-parabrezza; le modanature dei finestrini laterali confluiscono dolcemente in quelle del tetto, formando con quest’ultimo una linea continua, e il tetto apribile (optional) ha una nuova superficie a filo con il tetto.

I progettisti Mazda hanno posto grande attenzione all’isolamento acustico, riducendo rumorosità, vibrazioni e disturbi senza per questo influenzare la sensazione trasmessa dalla strada al guidatore. Sono stati adottati tappi in gomma intorno a ogni sostegno del motore, così come staffe di attacco delle sospensioni anteriori ed un terminale di scarico con una maggiore insonorizzazione. Questi accorgimenti consentono di conferire a Mazda3 uno dei livelli di pressione sonora della rumorosità stradale più bassi del suo segmento. Il conducente ed i passeggeri possono fruire di tutti i vantaggi derivanti da un alto grado di comfort di marcia, senza che ciò vada a discapito del divertimento di trovarsi a bordo di una vettura compatta sportiva e dinamica.

Chiaramente confermati gli altri motori di Mazda3. Oltre al nuovo MZR 2.0 DISI i-stop ad iniezione diretta, con cambio manuale a sei rapporti e 111 kW/151 CV, vengono offerte anche altri propulsori. La gamma dei benzina comprende il brioso MZR da 1,6 litri, a iniezione indiretta e cambio manuale a cinque rapporti, erogante 77 kW/105 CV di potenza massima a 6.000 giri/min. e 145 Nm di coppia massima a 4.000 giri/min., e il motore MZR da 2,0 litri ad iniezione indiretta e cambio automatico a cinque rapporti, erogante 110 kW/150 CV di potenza massima a 6.500 giri/min. e una coppia massima di 187 Nm a 4.000 giri/min.
La gamma a gasolio presenta il motore diesel ecologico MZR-CD da 2,2 litri, di nuova adozione, offerto in due varianti. La versione a Potenza Standard eroga 110 kW/150 CV di potenza massima a 3.500 giri/min. e 360 Nm di coppia massima fra 1.800 e 2.600 giri/min., mentre la versione a High Power eroga 136 kW/185 CV di potenza massima a 3.500 giri/min. e 400 Nm di coppia massima fra 1.800 e 3.000 giri/min. È inoltre disponibile un motore diesel common-rail MZ-CD da 1,6 litri, che eroga 80 kW/109 CV di potenza massima a 4.000 giri/min. e 240 Nm di coppia massima ad appena 1.750 giri/min. Questo motore consuma solo 4.5 litri ogni 100 km (percorso misto) ed emette bassi livelli di CO2, pari a 119 g/km. E qui, appunto, ecco il nuovo 1.6 da 115 cavalli: sei in più.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati