Notizie dal Mondo dei Motori
Nuova Nissan Note: tutta un’altra musica!

Nuova Nissan Note: tutta un’altra musica!

Progettata e configurata per il mercato europeo, la seconda generazione dell’utilitaria giapponese si distingue per design e dotazione elettronica

Video  Nissan Note

Dimensione Carattere:

La seconda generazione dell’utilitaria giapponese si distingue per un design di forte carattere, una dotazione elettronica - per il suo settore di appartenenza - effettivamente rivoluzionaria, una straordinaria praticità, infine un eccellente rapporto prezzo/prestazioni. Ponendosi così in diretto antagonismo con modelli di maggior tradizione come Ford Fiesta e VW Polo. Tecnologia e design sono altri due punti di forza di nuova Note, costruita nello stabilimento Nissan di Sunderland nel Regno Unito. L'auto introduce infatti una serie di caratteristiche finora inedite nel mercato europeo delle compatte (perché prerogativa delle vetture di lusso), e detta nuovi standard in fatto di accessibilità alle tecnologie di fascia alta. Due esempi su tutti: il programma Nissan Safety Shield, autentico "scudo di protezione" intorno al veicolo che collega fra loro tre sistemi di sicurezza offrendo un eccellente livello di assistenza alla guida, e il sofisticato Around View Monitor, soluzione che offre una visuale dall'alto a 360° durante le manovre di parcheggio. Le vendite partiranno in autunno.

Campionessa di…squash
Note porta oggi stile ed emozioni in un settore di mercato dove ormai il successo non può più prescindere dall'eleganza. Per rispondere alle richieste dei sempre più esigenti consumatori del segmento B, Nissan ha così modellato un'auto che unisce linee fluide e pulite a dettagli originali e audaci. Ispirata alla concept car Invitation, applaudita al Motor Show di Ginevra del 2012, la nuova Note ha un design carico di energia che tuttavia non trascura buon gusto e funzionalità. Le linee filanti della silhouette, in particolare, mettono in luce la curata aerodinamica. A differenza delle versioni di Note vendute in altri continenti, inoltre, il modello europeo ha un design esclusivo del frontale e retrovisori esterni "scolpiti" che integrano gli indicatori di direzione. Il progetto parte dalla piattaforma leggera V di Nissan: il passo lungo e gli sbalzi corti conferiscono all’oggetto della prova un look scattante e sportivo, mentre le fiancate sono alleggerite dalla suggestiva "squash line" che accentua visivamente il dinamismo del profilo. Gli angoli, a ben guardare, ricalcano proprio la traiettoria della pallina sui campi da squash: ecco spiegata l’origine del nome. Sul frontale ben tornito fa capolino una nuova griglia, che si sovrappone alle punte dei fari e che, con i grandi passaruota e la linea atletica dei finestrini, contribuisce a posizionare la Note ai vertici delle proposte stilistiche più interessanti del panorama odierno.



Note di merito
Il posteriore mostra infine tutta l'attenzione di Nissan per il dettaglio. Il montante C, curvato verso l'alto, crea un look distintivo e originale con i gruppi ottici avvolgenti. Segmentando il portellone con linee morbide che danno tridimensionalità ai volumi, Nissan ha in definitiva disegnato un'auto che è allo stesso tempo pratica ed estremamente raffinata. Molti clienti del segmento B desiderano un look dinamico: proprio per loro è stato appositamente studiato il Pack Dynamic Styling, che accentua la grinta del modello con dettagli neri intorno alla griglia e ai fari anteriori e prese d'aria più grandi e scolpite nei due paraurti, anch'essi dal design esclusivo. Concettualmente, prendendo a prestito le parole degli ingegneri Nissan, il design si può riassumere con due espressioni: “chiarezza energetica” e “comfort spazioso”.



3 cilindri che spingono come 4
Note innova il settore con tecnologie inedite anche per quanto riguarda motori e trasmissioni. Al lancio, le motorizzazioni disponibili saranno tre, con un grado di emissioni di CO2 a partire da appena 95 g/km. Il sistema intelligente Idle Stop/Start di Nissan, in particolare, è montato di serie su tutti i modelli. Entrambi i motori a benzina sono unità tre cilindri a 12 valvole estremamente efficienti, leggere e compatte, da 1198 cc di cilindrata. Gli squilibri spesso riscontrabili nei tre cilindri sono stati eliminati con l'introduzione di una serie di novità ingegneristiche: fra questi, un contrappeso sulla puleggia dell'albero motore, che genera un moto ovale in grado di elidere la vibrazione verticale causata dalla corsa dei pistoni. Il motore vanta quindi gli stessi livelli di raffinatezza di un quattro cilindri. L'unità entry-level da 1,2 litri eroga 80 CV di potenza a 6000 giri e 110 Nm di coppia a 4000 giri. I consumi nel ciclo combinato si attestano su 4,7 l/100 km, per 109 g/km di CO2.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati