Notizie dal Mondo dei Motori
Nuova Range Rover Sport più veloce, agile e reattiva che mai

Nuova Range Rover Sport più veloce, agile e reattiva che mai

La nuova Sport è più veloce, agile e reattiva. Dopo averla testata in anteprima, siamo tornati in Inghilterra guidando, in e off road dal Galles fin dentro un Jumbo Jet!

Video  Range Rover Sport

Dimensione Carattere:

Per Newstreet avevamo tenuto a battesimo in anteprima la nuova Sport: era inverno, la vettura era camuffata e pur mostrando tutte le potenzialità restava sempre un’auto laboratorio.

Oggi siamo tornati in Inghilterra, in Galles, per guidare l’intera gamma motori dei veicoli definitivi. A cominciare dalla turbodiesel 3.0 litri TDV6 da 249 cavalli, configurata così per scongiurare l’elevatissima imposizione fiscale italiana.

A prima vista, con la carrozzeria scoperta in tutte le sue forme e dettagli, si conferma una vettura bella e ben proporzionata: il tratto di Gerry McGovern, il capo del design, si traduce in un mix (riuscito) fra gli stilemi di Evoque e l’archetipo di ogni Land e Range Rover, con ovviamente un’inclinazione particolare per forme e ingombri dell’ultima ammiraglia. Nata appena otto mesi prima, sviluppata progettualmente in contemporanea, eppur già così distante per certe forniture, come quelle elettroniche di cui ci occuperemo più avanti.

Incredibile come sulla Sport la linea risulta tanto aggressiva da segnare una distanza temporale definitiva con la precedente versione, ancora piacevole ma, se paragonata, di un’epoca precedente. Anche tecnicamente la distanza è notevole, basti pensare che la massa totale oggi è più leggera, era 2.535 kg è 2.115 kg, per via della scocca in alluminio che registra una perdita complessiva del 33% di peso a fronte di una cresciuta rigidità (+25%).

La novità principale all’interno dell’abitacolo si risolve con una terza fila di sedili a scomparsa, elettrici, che porta la capienza di bordo a 5+2 posti: si tratta di due posti extra, degli strapuntini adatti a bambini e ragazzi. Inoltre va sottolineato lo sforzo di ‘pulire’ da troppi comandi la plancia e la consolle centrale, dove ora tutto si riferisce a grandi display touch HD, e al TerrainResponse2: ora ha sei programmazioni contro le precedenti quattro, ma già in funzione automatica legge in tempo reale ogni fondo e reagisce al meglio modificando assetto e altezza dell’auto.

Guidando, si apprezza la pienezza delle versioni a gasolio, sia il 3.0 litri TDV6 da 249 CV e lo SDV6 da 292 CV sono motori efficienti e potenti, e la prepotenza del
5 litri benzina V8 sovralimentato da 510 cavalli. A questo corrisponde una impostazione di guida da auto sportiva, con il quadro strumenti che si colora di rosso mentre l’auto si prepara a correre su strada adattando assetto, altezza, handling, davvero unica.

Nonostante la guida a destra, impegnativa nelle strette stradine di campagna inglese che attraversano la verde provincia gallese, correndo sulla pista di un aeroporto (chiuso al traffico aereo) abbiamo fissato in appena 16,2 secondi di cronometro la prova 0-100-0: ovvero accelerazione e frenata a 100 miglia orarie (160 km/h ca). Merito anche del cambio automatico, velocissimo con i suoi 8 rapporti e i comandi anche al volante, davvero fondamentale quando il team d’istruttori 4x4 del marchio inglese - Land Rover Experience – ha organizzato una serie di esercizi off road che sarebbe meglio definire on air. Il teatro? Un Boeing 747 svuotato al suo interno, dove sono state allestite una serie di pedane e rampe per mettere in crisi la Sport. A cominciare dalla picchiata e dalla salita sulla rampa che da terra porta a bordo: senza contare l’angolo d’inclinazione raggiunta a metà aereo, tale da poter facilmente toccare il pavimento allungando una mano fuori dal finestrino




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati