Notizie dal Mondo dei Motori
Nuova Suzuki Alto

Nuova Suzuki Alto

Praticità ed agilità in 3,5 metri di Citycar. Arriva la nuova Suzuki Alto, in vendita da aprile 2009 con motore 3 cilindri benzina 1.0 da 68 Cv. Consumi ed emissioni ridotte ai minimi, è in grado di percorrere 100 Km con appena 4,5 litri di benzina.

Video  Suzuki Alto VVT
In Relazione:
Articoli  Alto
  CityCar
Video  Video SUZUKI
Video  Foto SUZUKI

Dimensione Carattere:

Al Salone di Parigi del 2008, Suzuki svelerà la Nuova Alto, la quinta e più compatta vettura della serie di modelli di successo della sua strategia mondiale di prodotto. che grazie alla filosofia "Way of life!" di Suzuki si attesta tra le city car più divertenti da guidare.

La nuova Suzuki Alto si propone con uno stile accattivante e l’agevole guidabilità in ambito urbano, a cui si abbinano a ottime prestazioni in termini di consumi di carburante ed emissioni, rispondendo in pieno alle aspettative degli automobilisti di oggi e all’esigenza globale di compatibilità ambientale.

Secondo modello nella seconda fase della strategia mondiale di Suzuki, concentrata sulla facilità d’uso e sull’ampliamento della gamma delle possibilità d’uso per i componenti di una famiglia, la nuova Suzuki Alto offre un buon livello di comfort e praticità, in una lunghezza complessiva contenuta. Grazie al design, che unisce un look sportivo di ispirazione europea ad un’aerodinamica straordinaria, la nuova Alto è l’auto più elegante tra quelle di identiche dimensioni.

Al pari di Swift e la Splash, anche la nuova Suzuki Alto riflette la profonda esperienza che ha determinato il successo di Suzuki con le minicar in Giappone e nel segmento delle vetture compatte. Alto è la risposta ottimale alla domanda di un’auto bella, piacevole da guidare e amica dell’ambiente.

La nuova Alto è pensata principalmente per chi vive in città e vuole un’auto piccola, che offra, contemporaneamente, stile e divertimento nella guida, con grande attenzione all’ambiente e riflette la filosofia della seconda fase della strategia mondiale di Suzuki.

Alla base del concetto della nuova Alto c’è la convinzione di Suzuki che sia possibile guidare un’auto efficiente e rispettosa dell’ambiente, senza rinunciare allo stile, al comfort, alla praticità o alle prestazioni. Le dimensioni compatte svolgono inoltre un ruolo importante ai fini della compatibilità ambientale, attraverso la riduzione dei pesi al minimo, senza compromettere la funzionalità.

Dopo il lancio sul mercato ad aprile 2009, Suzuki punta a venderne 60.000 esemplari l’anno in Europa.

DESIGN INTERNO ED ESTERNO

Con una lunghezza complessiva di 3.500 mm, una larghezza di 1.600 mm, un’altezza di 1.470 mm e un passo di 2.360 mm, la nuova Suzuki Alto ha un look sportivo e robusto che esprime attitudine alla città grazie alle dimensioni compatte della carrozzeria.

Il design è elegante e accattivante, grazie alle forme aerodinamiche che combinano solidità alla morbidezza della linea. Risponde perfettamente al gusto europeo e, con un coefficiente di resistenza aerodinamica di solo 0,30, consente uno straordinario contenimento dei consumi e delle emissioni di CO2.

All’interno dell’abitacolo riserva la maggior parte dello spazio ai sedili anteriori, ma può ospitare comodamente quattro adulti. All’interno della vettura sono disponibili ampi vani porta oggetti. Pur avendo dimensioni esterne compatte, la nuova Alto dispone di un fruibile vano bagagli che, una volta abbassato lo schienale, diventa ancora più spazioso.

MOTORE E SOSPENSIONI

La nuova Alto è mossa da un motore benzina 3 cilindri 1.0, già lanciato con successo sul modello Splash. Leggero e compatto, il propulsore si distingue per il raffinato studio di riduzione degli attriti che ha conferito al motore, caratteristiche di elevate prestazioni, bassi consumi ed emissioni di CO2. La potenza massima erogata è di 68 Cv (50 Kw) con una coppia massima di 90 Nm. Il consumo è molto basso, pari a 4,5 litri per 100 km, con emissioni di CO2 pari ad appena 103 g/km.

La versione standard monta un cambio manuale a cinque rapporti, ma è disponibile come optional il cambio automatico a quattro rapporti (piuttosto raro sulle auto di piccola cilindrata) con selettore ad "H".

Le sospensioni anteriori MacPherson e l’ampia struttura ad alta rigidità, ulteriormente rafforzata dal montante, assicurarano la massima maneggevolezza. Sul retrotreno è stato usato uno schema a ponte rigido con tre bracci, brevettato da Suzuki, ulteriormente sviluppato in molti dettagli per questo nuovo modello. Dopo lunghi test su strada in tutta Europa, è stato possibile realizzare una messa a punto delle molle e degli ammortizzatori tale da offrire una stabilità ottimale.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati