Notizie dal Mondo dei Motori
Nuovo Ford Ranger - 2011

Nuovo Ford Ranger - 2011

Lo abbiamo visto al debutto a Sydney, in occasione del Salone internazionale dell’auto in Australia: il nuovo Ford Ranger è un pick-up sempre più tecnologico. Ora è mosso anche da un diesel Ford Duratorq TDCi. Portata utile fino a 1500 chilogrammi.

Video  Ford Nuovo Ranger - 2012

Dimensione Carattere:

Piattaforma globale, invasione di oltre 180 mercati sul pianeta, portata utile fino a 1.500 chilogrammi: il nuovo Ford Ranger (che aspettiamo in Italia la prossima estate) è un pick-up davvero tecnologico. Presenta dispositivi come il sistema di controllo adattativo del carico, il controllo antisbandamento del rimorchio, i comandi vocali e la telecamera posteriore, una novità assoluta in questa categoria.

Il nuovo Ford Ranger va annoverato fra i veicoli più high-tech della sua categoria, ed è stato progettato a partire dalla piattaforma globale Ford e Mazda per i pick-up compatti, la più recente sviluppata nell’ambito dell’iniziativa globale ONE Ford. È proposto in una gamma completa: quattro versioni della carrozzeria cabinata, trazione 4x2 e 4x4, due altezze di guida e fino a quattro personalizzazioni di serie.

Ma perché un pick-up compatto? "I pick-up rivestono grande importanza per la clientela in molte parti del mondo", ha spiegato Jim Farley, vicepresidente del gruppo per la divisione Marketing, vendite e servizio: in molti nuclei familiari è l’unico veicolo a disposizione del capofamiglia che lavora e dal quale dipendono gli altri componenti. A queste persone serve un pick-up affidabile: Ford Ranger vuole essere la risposta.

Il nuovo modello nasce da una tradizione consolidata. Ecco cosa ci ha dichiarato Derrick Kuzak, vicepresidente del gruppo per la divisione Sviluppo prodotti globali: "Conosciamo bene il mondo dei pick-up, e per realizzare il nuovo Ford Ranger ci siamo affidati alle nostre migliori capacità in tutto il mondo". Forte di una lunga carriera di successi in Europa fin dal suo lancio sul mercato nel 1997, il Ranger è stato per quasi 20 anni uno dei pick-up Ford più popolari al mondo e milioni di acquirenti hanno potuto apprezzare le sue prestazioni: trasporto di carichi pesanti, traino di rimorchi e capacità di assorbire gli urti.

Il nuovo Ranger sprizza muscoli, e appare ancora più forte e robusto. Grazie alle novità introdotte a livello di struttura del telaio, sospensioni anteriori e posteriori e sistema di sterzata, il nuovo Ranger assicura prestazioni eccezionali in termini di capacità di rimorchio e portata. Questo almeno assicura la Casa. Ma è facile credere che sia così, vista l’affidabilità del "vecchio" modello.

Utilizzando la stessa tecnologia innovativa di simulazione impiegata dai team di Formula Uno, gli addetti all’aerodinamica hanno effettuato oltre 1.000 simulazioni per l’intero veicolo allo scopo di perfezionarne la forma.
Gli ingegneri sono stati in grado di stabilire che una linea rigida nella parte superiore del paraurti divide il flusso del vento e riduce la resistenza.

Tre motori, ma tirano soprattutto due innovativi diesel common-rail Ford Duratorq TDCi, con nuovi sistemi di trasmissione manuali e automatici a sei rapporti. Per esempio, il modello Ford Ranger XLT presentato a Sydney è equipaggiato con il diesel Ford Duratorq TDCi 2,2 litri e 110 kW (150 CV), che sviluppa un’eccezionale coppia disponibile pari a 375 Nm.

Chiaramente il Ranger è stato abbondantemente strapazzato per verificare la sua validità: i test sul veicolo sono stati effettuati nelle condizioni più difficili, in ambienti di collaudo fra i più estenuanti su cinque continenti, per certificare le sue credenziali da leader mondiale.

Anche negli interni l’uso del linguaggio stilistico Ford è piuttosto evidente. Incassando la strumentazione in una console protettiva che ricorda un orologio G-Shock: robustezza e precisione. I materiali degli interni sono sottoposti a costanti sollecitazioni e devono essere in grado di sopportare condizioni estremamente più dure rispetto a un’autovettura. Le sedute devono resistere ai colpi di attrezzi lanciati all’interno dell’abitacolo o dimenticati nella tasca posteriore. I pannelli delle porte vengono spesso a contatto con degli stivali sporchi, pertanto è importante che non si righino o graffino troppo facilmente.

L’abitacolo è costellato di vani portaoggetti, che possono arrivare fino a 20. Le tasche portaoggetti della versione a doppia cabina, dislocate sulle quattro porte, possono contenere delle bottiglie d’acqua e, su alcuni modelli, è presente una console centrale più profonda e refrigerata, ideata per mantenere in fresco le bevande.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati