Notizie dal Mondo dei Motori
Opel Meriva - Test Drive

Opel Meriva - Test Drive

Gran bella stradista! Linea simpatica, posto guida comodo, plancia distensiva, moderni motori da 75 a 125 Cv nelle versioni benzina e turbodiesel, e con la "Meri...va" i chilometri non si sentono. Anche 20 Km/litro con il diesel multijet 1.7 CDTI.

Video  Crash Test Opel Meriva - 2010
In Relazione:
Articoli  Meriva
  Monovolume
Video  Video OPEL
Video  Foto OPEL

Dimensione Carattere:

Gran bella stradista! Linea simpatica, posto guida comodo, plancia distensiva, moderni motori benzina e diesel, e con la "Meri...va" i chilometri non si sentono. Anche 20 Km/litro con il diesel multijet.

Pienamente azzeccato lo slogan simbolo "Muoviti come non mai" che campeggia nella recente campagna promozione della Meriva 1.4 16V nella speciale edizione Club Climatic, disponibile da settembre, con ABS, 4 airbag e climatizzatore a soli 13.200 Euro (leggi l’articolo).

Non appena ritirata dalla Concessionaria Soffritti di Milano, la Opel Meriva ha subito svelato qualità e caratteristiche da poterla definire "Gran bella stradista", qualità apprezzate nel nostro percorso di prova NumberOne "delle 4 Province" (Milano, Pavia, Alessandria, Torino) che inizia da Corsico, attraversa il pittoresco Comune di Gaggiano e costeggiando il bel Naviglio Grande prosegue per Abbiategrasso, Vigevano, Mortara, Candia Lomellina, Casale Monferrato, Chivasso, Torino.

Lunga cm. 404, larga 169, alta 1162 è disponibile sia nella cilindrata 1.6 16V benzina, con una potenza di 101 CV (74 kW), che con il motore di 1.8 16V con potenza di 125 CV (92 kW) oppure con un 1.7 16V DTI con 75 CV (55 KW) o con il 1.7 16 V CDTI della nostra Prova, con potenza di 101 CV (74 kW) accelerazione da 0-100 di 13,5 sec. e può raggiungere una velocità massima di 175 Km/h, in autostrada una comodissima velocità di crociera di 130/140 Km/h di tachimetro, corrispondono a 3.000 giri del motore.

La linea è moderna e morbida, confermando in pieno l’affermazione della Opel nella presentazione e, come per quasi tutte le auto di questo tipo, donano maggiormente i colori chiari: il grigio metallizzato è poi l’ideale.

I prezzi di vendita, al momento della pubblicazione, variano da 14.100 a 18.450 Euro a seconda delle molte versioni e cilindrate: 1.6 e 1.8 benzina, 1.7 DTI e CDTI diesel.

Bella la conformazione superiore del cruscotto che è quella che, secondo la nostra ormai lunga esperienza, inconsapevolmente determina e condiziona lo "stato d’animo" del guidatore ed il suo conseguente comportamento, abbiamo infatti sperimentato che cruscotti "agitati" spesso condizionano il comportamento di certi guidatori, rendendoli un po’ più "nervosetti alla guida" come del resto è ampiamente dimostrato il condizionamento dal "rombo" di motore e marmitta.

Buona l’abitabilità interna grazie alle numerose regolazioni dei sedili ed in particolare di quelli posteriori con il rivoluzionario sistema FlexSpace introdotto da Opel, che consente una grande flessibilità di trasformazione dei sedili posteriori che hanno lo schienale regolabile in tre posizioni e sono scorrevoli anche assialmente, potendo quindi essere ravvicinati ribaltando al posto del 5° posto il bracciolo ed ampliare così lo spazio per i passeggeri.

Sempre evidente la cura e l’attenzione ai mille particolari e dotazioni che ne fanno una Opel, strumentazione e comandi rispecchiano quelli della Corsa, mantenendo quello standard di adattabilità e rintracciabilità che può rivelarsi molto utile quando in famiglia ci sono più auto, la parte centrale incorpora la radio con tutti i comandi comodi ed intuibili, molte le bocchette d’aria regolabili e chiudibili a tendina, soluzione che noi preferiamo sempre, buona la climatizzazione interna assistita dal climatizzatore con comandi facilmente intuibili ed identificabili.

Ottima anche la soluzione in stile Opel di raggruppare i comandi accensione/regolazioni di luci, fanali, fendi-retro nebbia in un unico scomparto, sul lato sinistro di guida con comodi pomelli retrattili per la regolazione dell’altezza fari e l’illuminazione degli strumenti, soluzione molto utile dovendo aumentare l’intensità luminosa viaggiando di giorno obbligatoriamente con i fari accesi.

Le dotazioni variano a seconda delle diverse versioni, mantenendosi senz’altro su buoni livelli, per descrivere tutto ci vorrebbe uno spazio doppio quindi evidenziamo alcune delle soluzioni adottate, lasciando il piacere della scoperta anche nel servizio fotografico.

Dagli esclusivi 30 MiniTest di Newstreet sono emersi i molti pregi della Meriva e solo qualche particolare da rivedere, come ad esempio: un possibile aggancio alla scarpa sinistra ad un piccolo scalino del rivestimento laterale nella zona pedaliera, le rotelle di regolazione dell’inclinazione degli schienali anteriori risulta scomoda da raggiungere essendo in posizione arretrate ed incassate tra montante e cintura di sicurezza, anche qui i simboli sul telecomando sono poco visibili con l’oscurità non essendo evidenziati in un colore bianco, ma nero su nero, pulsanti clacson integrati nel volante ma scomodi in caso di emergenza, il doppio montante anteriore, nonostante la terza luce, può a volte coprire qualche ostacolo, situazione analoga ai modelli simili.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati