Notizie dal Mondo dei Motori
Opel Nuova Antara - 2011

Opel Nuova Antara - 2011

Il facelift dell’Opel Antara è una delle sei anteprime mondiali del Motor Show di Bologna. Un suv di medie dimensioni che ha inediti motori, benzina e diesel, tutti Euro 5 e più efficienti in termini di consumo. Si parte da 163 e si arriva a 184 cavalli.

Video  Opel Nuova Antara - 2010

Dimensione Carattere:

Non avrebbe avuto senso rivoluzionare l’estetica di un prodotto già moderno e gradevole: per questo l’Opel ha solo ritoccato la carrozzeria dell’Antara. La vera novità sta nei motori di questo Suv di medie dimensioni. Che fra l’altro rappresenta una delle anteprime mondiali del prossimo Motor Show di Bologna, edizione 2010.

Si può dire che viaggi un po’ in coppia con l’omologo Chevrolet Captiva (sono made in Corea, by General Motors): come questa, la nuova Opel Antara viene rinnovato dopo un quadriennio. Unisce le caratteristiche sportive tipiche dei fuoristrada a un elegante aspetto esteriore, oltre a possedere elevate funzionalità e sicurezza. E si getta con ancora più "cattiveria" a caccia di clienti in un segmento in crescita (e sempre più affollato) come quello dei Suv di medie dimensioni.

La gamma dei propulsori, tutti a norma Euro5, offre sia migliori prestazioni di guida sia una riduzione significativa di consumi ed emissioni. Anche le due trasmissioni disponibili, e cioè automatica e manuale a sei velocità, sono state totalmente rielaborate per incrementare l’efficienza e migliorare la dinamica.

Cominciamo dal propulsore a gasolio. Il nuovissimo turbodiesel 2.2 CDTi, presentato con due step di potenza: 120 kW/163 CV, con 36 cavalli in più rispetto al predecessore; e 135 kW/184 CV, che sale di 34 CV.

Quello da 163 CV lo puoi avere con trazione anteriore o quattro ruote motrici, e con trasmissione a sei rapporti manuale o automatica. E il 2.2 CDTi da 184 CV permette di scegliere la trasmissione manuale o automatica e viene offerto solo con le quattro ruote motrici.

Anche i propulsori a benzina hanno ricevuto un incremento di potenza. Il quattro cilindri 2.4 litri eroga 125 kW/170 CV, ossia 30 in più rispetto al precedente modello: è disponibile con trazione anteriore o quattro ruote motrici, e viene presentato con cambio a sei rapporti manuale.

Sono propulsori pronti ed elastici, grazie alla fasatura variabile dell’aspirazione e dello scarico, per ottimizzare coppia e prestazioni e ridurre i consumi di carburante e le emissioni. Inoltre, la nuova Antara è dotata di un telaio attivo rielaborato che offre dinamicità ed eccellente comfort di viaggio.

Ritocchini estetici sul muso: la nuova griglia anteriore con il logo in evidenza la rende immediatamente riconoscibile. Quella mascherina con enormi baffi cromati attorno al marchietto è simpaticissima. Le prese d’aria giù fanno quasi comparire un sorriso in faccia alla macchina. Si capisce che fa parte della nuova famiglia del design Opel. Un po’ la stessa strategia adottata da Fiat e Volkswagen, con quegli anteriori così "comuni" alle vetture. Nuovi gruppi ottici posteriori e cerchi in lega di 19 pollici offerti nell’allestimento Cosmo.

Lunga 458 centimetri, larga 185 e alta 170 cm, l’Opel Antara era e resta un Suv per cinque persone con discreto bagagliaio: da 370 a 1.420 litri. Dentro, materiali e finiture sono di prim’ordine: non si è economizzato con plasticacce orribili al tatto, un po’ in voga su modelli di altre marche.

Non male il sistema di trazione integrale a gestione elettronica che, in condizioni di guida normali, muove le sole ruote anteriori. Se il percorso si fa "duro", ecco il ripartitore di coppia che distribuisce con continuità la trazione sui due assi fino al 50%.

La qualità più importante dell’Opel Antara, a nostro avviso, è la guidabilità: comoda, ubbidiente, pare una docile familiare. Ha avuto il compito difficilissimo di riempire il vuoto lasciato dalla Opel Frontera. Un’eredità pesantissima di ardua gestione.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati