Notizie dal Mondo dei Motori
Opel Nuova Astra Cabriolet -2013

Opel Nuova Astra Cabriolet -2013

Per il 2013, è in arrivo la nuova Opel Astra GTC Cabriolet. Newstreet.it l’ha immaginata con un design pieno di nervature sulla fiancata, sguardo sbarazzino, griglia anteriore ampia e marcata, tetto in tela anziché TwinTop. Anche da aperta fa un figurone.

Dimensione Carattere:

Basata sulla berlina tre porte Astra GTC, la nuova Opel Astra Cabriolet debutterà al Salone di Francoforte (dal 15 al 25 settembre), e già si preannuncia come una delle reginette della rassegna tedesca. Guai a definirla quarto modello della gamma Astra, potrebbe offendersi: la versione scoperta è trendy, sfiziosa, specie quando la sua capote in tela si apre. Peccato dovremo attendere sino al 2013 per vederla in strada.

Newstreet.it, sulla base delle indiscrezioni raccolte e del teaser della Casa, l’ha immaginata come potete osservare nelle fotografie. Un’elaborazione al computer che la rende ancora più sportiva ma elegante, con quelle abbondanti nervature laterali. E uno sguardo molto accattivante, grazie ai fari allungati e alla griglia anteriore ampia e marcata.

Nel render di Newstreet.it, la nuova Opel Astra GTC Cabriolet ha gruppi ottici particolarmente rastremati, di sicuro un aspetto più marcato rispetto all’Astra station wagon ma anche hatchback.

Ma forse il render più eccitante della nuova Opel Astra GTC Cabriolet lo abbiamo partorito pensandola aperta: con quel sedere così ben proporzionato, il tetto in tela nascosto, il profilo elegante, farebbe la sua bella figura su qualsiasi riviera di tendenza. Avrà una linea più slanciata e forme più scolpite.

Schema tecnico dell’Opel Astra berlina, e una struttura più rigida, si allunga - come si evince dal nostro render - per divenire una cabrio. È inevitabile: il posteriore maggiorato di pochi centimetri serve all’incavo dove termina la capote in tela. Ed ecco servita la nuova Opel Astra GTC Cabriolet. Con un baule perfino capiente, anche grazie allo sbalzo dietro.

Condividiamo la scelta della Casa tedesca (del Gruppo americano General Motors) di rinunciare al tetto in metallo per fa posto alla capote di stoffa, ripiegabile elettricamente. Vero, è trascorso solo un anno dalla prima generazione; ma il mercato impone rivoluzioni continue, per allettare una clientela sempre più sofisticata. Che va a caccia di novità anche attraverso Internet, cercando macchine come la futura Opel Astra GTC Cabriolet. Con la tela, diviene più versatile e il listino sarà più basso. Soft top anziché TwinTop fa rima con prezzo abbordabile. E le capote moderne non temono vento, pioggia o altri agenti atmosferici. Giusto puntare sulla tela anche per questo.

Dovrebbe restare un abitacolo per quattro posti totali: due veri anche posteriormente, anche se non comodi come quelli anteriori.

I motori dovrebbero essere quattro, almeno stando alla GTC "normale": uno a gasolio e tre benzina. Il turbodiesel common rail 2.0 CDTI da 165 CV, con filtro antiparticolato di serie e cambio manuale a sei rapporti, più la nuova tecnologia Start/Stop. Spara fino a 380 Nm di coppia in overboost (per l’Astra GTC 0-100 km/h in 8,9 secondi e velocità massima di 210 km/h, con consumi di 4,9 litri/100 km ed emissioni di CO2 di 129 g/km). Da segnalare anche i nuovi propulsori turbo benzina 1.4 in due step di 120 CV e 140 CV, cambio manuale a sei rapporti, 200 Nm di coppia. Il top? Il benzina turbo 1.6 da 180 CV e 220 km/h. Ma le vetture a cielo aperto necessitano di potenza per fare godere appieno il vento fra i capelli: e allora, non ci sentiamo di escludere un massiccio 2.0 da 300 cavalli galoppanti.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati