Notizie dal Mondo dei Motori
Opel Nuova Astra

Opel Nuova Astra

Al Salone di Francoforte la nuova generazione Opel Astra: un design dinamico nel segmento delle compatte. Berlina a 5 porte ma anche sistema adattativo delle sospensioni, ammortizzatori CDC e motori turbodiesel da 150 Cv e benzina fino a 200 Cv.

Video  Salone di Ginevra 2012: novità Opel

Dimensione Carattere:

Rüsselsheim. Estetica accattivante, piacere di guida e molte soluzioni nuove per il segmento delle automobili compatte sono le principali caratteristiche della nuova Opel Astra che sarà presentata in anteprima mondiale al Salone Internazionale di Francoforte (13-21 Settembre 2003). Il nuovo linguaggio stilistico Opel, fatto di linee pulite, proporzioni ben equilibrate, superfici tese e particolari realizzati con cura artigianale, definisce l’aspetto della terza generazione Astra.

«La nuova Astra rappresenta la dinamicità del marchio Opel come nessun altro nostro modello di volume aveva fatto finora. La personalità del suo design è una forte affermazione nel segmento delle automobili compatte. Visto che in questo segmento siamo già ben rappresentati con Zafira e Meriva, nella linea di Astra abbiamo potuto mettere maggiormente in risalto aspetti come l’individualità e l’emotività. Questo ci pone decisamente a parte rispetto alla concorrenza» dice Carl-Peter Forster, presidente ed amministratore delegato della Casa tedesca, posizionando il nuovo modello.

Fra i contenuti tecnici qualificanti della terza generazione Astra, spicca la disponibilità del sistema elettronico adattativo IDSPlus delle sospensioni con ammortizzatori a regolazione continua CDC (Continuous Damping Control). Questo sistema è dotato di una speciale modalità sportiva, attivabile premendo un pulsante, che permette un comportamento su strada ancora più brillante. Altre soluzioni della nuova Opel Astra che rappresentano lo stato dell’arte della tecnica sono i fari AFL (Adaptive Forward Lighting), disponibili per la prima volta su una vettura di questo segmento, dotati di un dispositivo che ruota automaticamente il fascio luminoso, i nuovi motori a benzina TWINPORT e gli altrettanto nuovi turbodiesel common-rail.

Alla nuova berlina a 5 porte, in vendita da Primavera 2004, si affiancheranno la versione station wagon ed una sportiva a 3 porte. La gamma iniziale delle motorizzazioni comprenderà 5 propulsori a benzina e 3 turbodiesel di cilindrata compresa tra 1.400 e 2.000 cc e potenze da 80 a 200 CV. Si tratta di modernissimi motori ECOTEC a 4 valvole per cilindro, omologati Euro 4. Oltre al 1.400 Twinport da 90 CV (60 kW), le novità sono rappresentate dal turbodiesel 1.9 CDTI (150 CV) e da un 2.000 turbo benzina da 170 CV. Le nuove Opel Astra sono equipaggiate di con un cambi manuali a 5 ed 6 marce, con una trasmissione automatica e con l’ultima versione del cambio manuale automatizzato Easytronic.

Un grande equilibrio delle proporzioni contraddistingue la linea della nuova Opel Astra. L’alta linea di cintura, il profilo molto cuneiforme, i passaruota sporgenti ed il disegno ben definito dei finestrini sono tutti elementi che fanno parte del nuovo linguaggio stilistico Opel. Il frontale è caratterizzato da un’ampia mascherina spezzata da una barra orizzontale e dai coprifari di forma tridimensionale. La cura per i particolari si vede anche nei grandi gruppi ottici posteriori che per la prima volta hanno una speciale tecnologia "traslucida". La linea incurvata del tetto, l’andamento discendente degli sbalzi anteriore e posteriore, il passo lungo (2,61 metri) e le carreggiate larghe contribuiscono a conferire alla nuova Astra un aspetto elegante. Per la prima volta Opel Astra è equipaggiata di serie anche con ruote in lega leggera da 18 pollici.

«Con la terza generazione Astra mostriamo la particolare dinamicità ed il lato espressivo del nuovo linguaggio stilistico Opel» ha detto Martin Smith, direttore Design della Casa tedesca. «Questo discorso vale anche per gli interni di Astra dove dominano superfici pulite e tese che ben si armonizzano con l’esterno della vettura. Di conseguenza, materiali e forme presentano una grande qualità visibile e tattile». Una particolarità stilistica è rappresentata dalla piegatura sul cofano che si collega all’interno ad una ben organizzata console centrale. La nuova Opel Astra ha un abitacolo molto più spazioso del modello precedente come conseguenza di dimensioni leggermente superiori (14 centimetri in lunghezza, 2 in larghezza e 4 in altezza).

Massima maneggevolezza e sicurezza erano gli obiettivi di sviluppo dell’autotelaio IDS adottato sulla nuova Astra. Le sospensioni anteriori McPherson poggiano su un semitelaio, mentre quelle posteriori a barre di torsione utilizzano un elemento sagomato ad U. Questa raffinata soluzione non solo conserva i vantaggi delle barre di torsione tradizionali - minimo ingombro, peso ridotto e grande controllo del camber, ad esempio - ma può essere adattata con grande precisione alle specifiche esigenze delle diverse versioni della gamma Astra.
Un importante equipaggiamento a richiesta della nuova Opel Astra è il sistema elettronico adattativo IDSPlus delle sospensioni con ammortizzatori a regolazione continua CDC (Continuous Damping Control). Realizzato sulla base di una nuova architettura elettronica con tre sistemi CANBUS (Controller Area Network), il sistema CDC fà in modo che gli ammortizzatori reagiscano in tempo reale alle variazioni del fondo stradale oppure al modo di guidare, autoregolandosi automaticamente in funzione delle condizioni prevalenti. Il guidatore può inoltre inserire una modalità sportiva che regola in modo particolare il funzionamento degli ammortizzatori, nonchè la sensibilità del pedale dell’acceleratore e l’assistenza del servosterzo elettroidraulico. Sulle vetture con cambio automatico e Easytronic le marce sono inoltre inserite al maggior regime di rotazione del motore.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati