Notizie dal Mondo dei Motori
Opel Nuova Zafira Tourer - 2011

Opel Nuova Zafira Tourer - 2011

Monovolume compatta con massima flessibilità: è la Opel Zafira Tourer. In anteprima mondiale al Salone di Francoforte di metà settembre. Due benzina 1.2 e tre diesel CDTI 2.0. Fra le novità, i sedili esterni si possono spostare di 50 mm verso il centro.

Video  Opel Nuova Zafira Tourer - 2011
Video  Crash Test Opel Zafira Tourer - 2011
In Relazione:
Articoli  Zafira
  Monovolume
Video  Video OPEL
Video  Foto OPEL

Dimensione Carattere:

Per carità, le cose della sua monovolume compatta andavano benone: delle prime due serie di Opel Zafira ne sono state vendute 2,2 milioni di unità nel Vecchio Continente. Ma la Casa tedesca di proprietà degli americani di General Motors ha pensato di fare meglio: Opel Zafira Tourer, fatta presso lo stabilimento tedesco Opel di Bochum. Più flessibilità e anche maggiore qualità. E così la vettura farà il debutto mondiale al 64° Salone Internazionale di Francoforte, che si svolgerà dal 15 al 25 Settembre 2011, sotto il segno del linguaggio stilistico Opel: "l’arte scultorea incontra la precisione tedesca". La gamma delle monovolume Opel comprende quindi la mini-monovolume Agila (lunghezza: 3,74 metri), la piccola Meriva (4,29 m) e le compatte Zafira (4,47 m) e Zafira Tourer (4,66 m).

Ma perché il nome "Tourer"? Indica un salto in avanti: con il sistema di sedute Flex7 ampiamente riprogettato, la terza generazione della monovolume compatta Opel definisce nuovi standard in termini di flessibilità e qualità. Quando fu lanciata nel 1999, la prima generazione di Opel Zafira era la prima sette posti nel proprio segmento. Insieme a Meriva, vettura leader europea nel settore delle piccole monovolume, Zafira ha reso Opel il punto di riferimento per la flessibilità nel segmento monovolume.

"Zafira è l’icona della flessibilità di Opel, e noi volevamo inserire nella terza generazione degli elementi emotivi e di qualità superiore", ci ha detto Mark Adams, Vice Presidente responsabile del Design Opel/Vauxhall: la vettura si distingue per il suo aspetto slanciato e sportivo e per una sensazione di classe superiore.

L’originale frontale con l’aggressiva grafica a doppio "boomerang" dalla parte superiore dei fari a quella inferiore dei fendinebbia, la caratteristica piega centrale Opel e l’aggressiva griglia trapezoidale creano un look dinamico e originale, insolito per una monovolume. Come in tutti gli altri modelli della gamma, i gruppi ottici anteriori sono caratterizzati dalla tipica grafica Opel "ad ala" delle luci di marcia diurna.

Qualche metafora per capirci. L’auto pare un treno ad alta velocità. La linea di cintura sale verso l’alto assumendo la forma di una mazza da golf con l’effetto visuale di spingere il veicolo in avanti, mentre la "lama" Opel scolpisce la fiancata e la rende dinamica.

Ora l’intera terza fila di sedili può essere sempre abbattuta a filo con il piano del vano bagagli, mentre la seconda fila non è più un divanetto unico: tre sedili individuali e separati che è possibile abbattere e spostare indipendentemente. Per ognuno la regolazione longitudinale è di ben 210 mm.

Per i passeggeri nella seconda fila, il sistema Lounge Seating: massima comodità. Grazie a un meccanismo di abbattimento, lo schienale del sedile centrale nella seconda fila può piegarsi su se stesso, trasformandosi in bracciolo per i passeggeri dei sedili esterni. Il movimento longitudinale dei sedili esterni in questo caso arriva a 280 mm, 70 in più rispetto alla versione standard, e 80 mm in più dell’attuale Zafira.

Occhio a una caratteristica unica nel segmento: i sedili esterni si possono spostare di 50 mm verso il centro dell’abitacolo. Sembra di viaggiare su una "lounge su 4 ruote": i passeggeri possono cambiare posizione come preferiscono durante il viaggio. Parabrezza panoramico a richiesta, una innovazione introdotta da Opel nel 2005 nella Astra GTC.

L’Opel Zafira Tourer offre un volume di carico di 710 litri nella configurazione a cinque posti (65 litri in più rispetto all’attuale Zafira), e fino a 1.860 litri (+ 40 litri) con i sedili posteriori abbattuti. Importante la FlexConsole: il bracciolo contiene un vano portaoggetti e, insieme al portabicchieri, può spostarsi lungo le guide di alluminio per essere portato nella posizione desiderata. Non male la seconda generazione del portabici integrato FlexFix, già usata da 60.000 clienti Opel.

Col telaio meccatronico di Zafira Tourer, rispetto alla generazione precedente, passo e carreggiata sono aumentati: il primo è ora di 2.760 mm (+ 57 mm), mentre la carreggiata anteriore è di 1.584 mm (+ 96 mm) e quella posteriore di 1.588 mm (+ 78 mm). La Zafira Tourer è dotata dello stesso asse anteriore di Insignia, con sottotelaio isolato e montante McPherson. Il sistema intelligente di controllo attivo dell’autotelaio FlexRide aumenta confort e sicurezza di guida (a richiesta sulla Zafira Tourer) adattandosi automaticamente alle condizioni della strada. Tre le possibili impostazioni: l’equilibrata modalità "Standard", la modalità comfort "Tour" e la più attiva modalità "Sport".




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati