Notizie dal Mondo dei Motori
Opel Tigra TwinTop 1.3 CDTI

Opel Tigra TwinTop 1.3 CDTI

La nuova Opel Tigra si propone con una motorizzazione turbodiesel, il 1.3 CDTI da 70 Cv di potenza massima e consumi decisamente contenuti. Mantiene tutto il fascino e la comodità di una coupè-cabrio, anticipando le tendenze di mercato.

Video  Opel Tigra TwinTop 1.3 CDTI

Dimensione Carattere:

II più piccolo 4 cilindri turbodiesel common-rail del mondo per una sportiva biposto. Su Tigra TwinTop è disponibile il brillante 1.300 turbodiesel common-rail già adottato da Opel su Agila e Corsa.

La nuova Opel Tigra TwinTop 1.3 CDTI con motore 1.300 turbodiesel common-rail è la più spettacolare espressione dei progressi compiuti dalla tecnologia nel campo dei motori a gasolio. Se non stupisce che da qualche tempo moderni turbodiesel trovino sempre più spesso applicazione anche su automobili d’impronta marcatamente sportiva, vale senz’altro la pena sottolineare che in questo caso ci troviamo di fronte a quello che è il più piccolo 4 cilindri turbodiesel common-rail del mondo (lunghezza 460 mm, larghezza 500 mm, altezza 650 mm, cilindrata 1.248 cc).

La scelta del motore 1.3 CDTI ECOTEC per una giovanile biposto sportiva come la nuova Tigra TwinTop si giustifica, tra l’altro, con i 17 record internazionali di velocità e durata stabiliti nel Luglio 2003 da questo propulsore con il prototipo Opel ECO-Speedster presso il Centro Prove di Dudenhofen.

Il motore 1.3 CDTI ECOTEC, che nella versione montata su Opel Tigra TwinTop sviluppa 70 CV (51 kW), è uno dei più innovativi turbodiesel common-rail oggi in circolazione. Ciò ha permesso di realizzare un’automobile agile e brillante che associa un’immagine giovanile ad una reale efficienza tecnica abbinata a consumi ed emissioni molto contenuti (come le versioni a benzina, anche Tigra TwinTop 1.3 CDTI è omologata Euro 4). I consumi variano da 5,8 L/100 Km su percorso cittadino, arrivando sino a 3,9 L/100 Km nel ciclo extraurbano, mantenendo quindi una media di 4,6 L/100 Km nel misto.

Dopo avere catturato l’attenzione del pubblico giovane con una linea assolutamente originale e con un ingegnoso sistema che permette di aprire e chiudere il tetto di metallo in pochi secondi, Opel Tigra TwinTop stupisce nuovamente con tecnologie d’avanguardia. Il sistema Multi-Injection di cui, ad esempio, è dotato il suo turbodiesel common-rail riduce i tempi di risposta dell'iniezione (pressione 1.400 bar) e consente di inviare ai quattro cilindri quantità molto precise di gasolio.

Ciò non solo permette di limitare consumi ed emissioni, ma anche di avere un funzionamento molto silenzioso e fluido, grazie anche ad una coppia massima di 17,3 kgm (170 Nm) tra 1.750 e 2.500 giri/minuto. La nuova motorizzazione a gasolio si affianca ai già noti ECOTEC a benzina - un 1.400 TWINPORT da 90 CV (66 kW) ed un 1.800 da 125 CV (92 kW) - già disponibili su Tigra TwinTop.

Dotata di un tetto retrattile d’acciaio, che un meccanismo elettroidraulico apre e chiude premendo semplicemente un pulsante, la nuova Tigra TwinTop è la prima biposto sportiva di questa categoria realizzata da una casa automobilistica tedesca. A seconda delle condizioni atmosferiche e dell’umore del guidatore, questa autentica trasformista è in grado di offrire il piacere di guidare all’aria aperta oppure di essere al volante di una coupé.

Le contenute dimensioni del suo sofisticato tetto retrattile hanno permesso di ricavare un vano di carico di oltre 500 litri, il più ampio della categoria. La sua particolare costruzione ha consentito altresì di conferire a Tigra TwinTop una linea molto slanciata, caratterizzata fra l’altro da un frontale elegante e da una coda ben proporzionata. In occasione della sua presentazione in anteprima allo scorso Salone di Ginevra, questa compatta automobile biposto è stata eletta "Cabrio of the Year 2004" da una giuria di giornalisti ed esperti internazionali.

Costruita dal famoso carrozzerie francese Heuliez di Cerizay, la nuova Tigra Twin Top «si rivolge a tutti coloro che cercano un’automobile sportiva ed attraente» spiega Cesare Prati, amministratore delegato di General Motors Italia. «Le proporzioni equilibrate della nuova Tigra fanno sì che questa vettura colpisca sempre l’attenzione, sia quando è aperta sia quando è chiusa.

Il sofisticato cinematismo che aziona il tetto è stato fondamentale per conferirle una linea slanciata e ci ha permesso di evitare gli inconvenienti dei sistemi convenzionali. Nell’ottica della nostra offensiva di prodotto modelli di nicchia come questo sono destinati a rappresentare il 20% dell’intera gamma Opel».




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati