Notizie dal Mondo dei Motori
Patente a Punti - Sentenza Corte Costituzionale

Patente a Punti - Sentenza Corte Costituzionale

Esulta il “Popolo dei LIMONI” per l’attesa Sentenza della Corte Costituzionale sul dubbio di legittimità dell’art. 126 comma 2 del CdS dove si prevedeva la sottrazione di punti al proprietario del veicolo in caso di non individuazione del guidatore.

Dimensione Carattere:

Quasi meglio di un GOAL della Nazionale Italiana di Calcio! il "Popolo dei LIMONI" come ormai amano purtroppo definirsi le migliaia e migliaia di Automobilisti e Motociclisti "Vittime dell'Autovelox", appena ascoltata la notizia della tanto attesa e sospirata della Sentenza della Corte Costituzionale, è esploso in un vero tripudio di apprezzamenti!

Ed in un batter d'ali il più significativo e frequentato Forum che tratta di Autovelox e Multe: forum.autovelox.info ha visto letteralmente "saltare le linee" per l'affollamento di testimonianze e richieste di aiuto.

Purtroppo in questa Italia un po' "così e così" non capita tutti i giorni di vedere migliaia di Utenti che vedano riconosciuta una situazione di dubbia legalità e soprattutto, con l'aumento degli importi delle sanzioni del CdS, vedano messi a repentaglio anche interi bilanci famigliari… denaro e risorse che vengono comunque sottratte a quelle che potrebbero invece essere anche destinate agli acquisti e spese: turismo compreso.

Rimangono comunque forti dubbi e perplessità sull'utilizzo delle apparecchiature utilizzate come: "Omologazione" "Taratura" e tutta una serie di collegati che ormai sempre più frequentemente vengono accolti nei Ricorsi ai Giudici di Pace e che non mancheremo di sviluppare in collaborazione con degli esperti del settore.

Pubblichiamo i primi interventi pervenuti e che verranno costantemente aggiornati , rimandando anche al nostro primo articolo del Luglio 2004 - link: www.newstreet.ithttp://www.newstreet.it/articolo_id_642.html



ACI: PATENTE A PUNTI - FORTE SODDISFAZIONE, IMMUTATO VALORE NORMA

"Estremamente soddisfatto". Con queste parole il presidente dell'ACI, Franco Lucchesi, accoglie la sentenza della Consulta che dichiara illegittimo l'art. 126 comma 2 del Codice della Strada nella parte in cui prevede che in caso di mancata identificazione del trasgressore i punti debbano essere tolti al proprietario del veicolo, salvo che questi non comunichi il nome del conducente al momento dell'infrazione.

Ricordando che per primo l'Automobile Club d'Italia ha segnalato l'illegittimità costituzionale della norma - sia con una forte azione di sensibilizzazione in Parlamento sia attraverso i propri organi di comunicazione - Lucchesi sottolinea come la pronuncia della Consulta "porti chiarezza su un punto delicato di uno strumento importante come la patente a punti".

Il presidente dell'ACI rileva come la sentenza della Corte Costituzionale "sgombri il terreno da ogni possibile strumentalizzazione, salvaguardando e rafforzando il forte valore educativo di una norma la cui efficacia è sotto
gli occhi di tutti".

"Una norma - conclude Lucchesi - che già nel suo primo anno di attuazione ha salvato un numero rilevante di vite umane".




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati