Notizie dal Mondo dei Motori
Pebble Beach 2013 concorso d'eleganza

Pebble Beach 2013 concorso d'eleganza

L’appuntamento californiano è il sogno di una notte di mezza estate per ogni appassionato di auto: sfilano oltre 240 auto storiche fra le più belle e rare al mondo

Dimensione Carattere:

Jay Leno sale a bordo dell’ultima Corvette e apre il corteo di ‘Vette che celebra il sessantesimo anniversario del mitico marchio a stelle e strisce. Lo scortano i Chips e tutti i modelli che per oltre mezzo secolo hanno fatto battere i cuori, dalla Chevrolet Corvette alle Stingray.


L’edizione numero 60 del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, l’appuntamento che ogni ferragosto raduna le macchine più belle di sempre in California a due passi da Monterey e Carmel, festeggia anche i 50 anni della Porsche 911 e i cento di Aston Martin. Il mitico marchio inglese caro a 007 è presente con una pattuglia dei modelli più rappresentativi, dalla DB5 utilizzata per i Bond movies con tanto di gadget originali, alle più recenti Vanquish Volante, alle declinazioni in serie limitata come la Zagato DB-9 Centennial, fino la One-77: la più esclusiva del momento, costa oltre 2 milioni e qui si presenta nel più adeguato dei colori, il Concours Blue, dedicato proprio alla rassegna californiana.


I modelli rari si sprecano: qui si vede da vicino la Jaguar XK che il 20 ottobre del 1953 filava a 172.412 miglia orarie, fissando l’allora record mondiale di velocità. Al volante c’era lo storico collaudatore della Casa inglese, quel Norman Dewis che ha massicciamente contribuito a costruire (letteralmente) il mito della E-Type. Pebble Beach è anche questo, e molto di più. Il momento clou è l’appuntamento che scalda la domenica, il concorso d’eleganza dove ogni anno si attribuiscono i premi alle vetture Best in Show. Ma per tutta la settimana la costa che interessa le cittadine di Monterey e Carmel è agitata da parate spontanee e appuntamenti come il tradizionale meeting al The Quail Golf & Resort. Sui green presi a prestito agli amanti del golf si radunano, infatti, vetture uniche, pazzesche. Ci sono le Ferrari storiche come le P4/5 e 125S e quelle moderne come LaFerrari, le Lamborghini Miura, Countach, Aventador e Veneno, le eccellenze del design italiano contemporaneo come la Pininfarina GranLusso Coupé e l’Alfa Romeo Disco Volante firmata dalla storica Carrozzeria Touring.


L’atmosfera che si respira è unica: le signore vestono abiti da cocktail, hanno cappelli che non sfigurerebbero ad Ascot, intrattengono ombrelli per proteggersi dal sole. Gli uomini vestono completi d’epoca, in stile ma, trattandosi di America, è facile inciampare in eccessi e colori sgargianti, sia per i vestiti sia per le carrozzerie. Nei parcheggi si vede di tutto: supercar pazzesche e auto da un quarto di milione e oltre, colorate con vernici sgargianti che fanno a pugni con la realtà.


Per fortuna si può ammirare la più massiccia concentrazione di Alfa Romeo 8C di sempre: sono circa 30 delle circa 230 costruite fra il 1931 e il 1939, auto storiche che dopo Pebble Beach scaleranno le Rocky Mountains per un rally d’antan super esclusivo. Ci sono anche pezzi unici come la coppia di De Tomaso Fantuzzi del 1965 e la Packard Darrin Victoria Convertible Super 180 del 1940, la Bestioni Beast del 1919, una Packard 645 Dual Cowl Phaeton del 1929 e, per citarne solo alcune, una Ford del 1932.


Pebble Beach non è però un appuntamento dedicato solamente alle 240 vetture storiche, bensì la lista delle concept è davvero lunga: sono 20, a cominciare dalla Bmw M4 svelata qui in anteprima mondiale, la Rolls-Royce Wraith e le Porsche 918 Spyder e 911 GT3. E ancora la Bugatti Legend Jean-Pierre Wimille, tirata a soli sei esemplari, la Bentley Mulsanne Le Mans Edition, Acura NSX Concept e Ferrari F12 Berlinetta.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati