Notizie dal Mondo dei Motori
Percorsi della Sicurezza Stradale

Percorsi della Sicurezza Stradale

Sicurezza davanti a tutto: è questo il filo conduttore del Percorso per la Sicurezza Stradale del motor Show di Bologna 2010. Ricco il programma di iniziative rivolte alla guida responsabile, con la partecipazione straordinaria di ospiti d’eccezione.

Dimensione Carattere:

La sicurezza stradale è da sempre uno dei temi più trattati e discussi al Motor Show di Bologna. Anche nell’edizione 2010 del Salone Internazionale dell’Automobile, in programma dal 4 al 12 dicembre, saranno diverse le iniziative legate a sensibilizzare i visitatori a un comportamento responsabile alla guida. Una porta il marchio del Motor Show ed è uno dei focus della manifestazione di quest’anno: è il percorso sicurezza, un viaggio tra i veicoli - segnalati dalle stesse Case automobilistiche - che presentano particolari innovazioni tecnologiche riguardanti la sicurezza stradale. All’interno di questo percorso si segnalano in modo particolare Volvo, Kia ed Estrima Birò, che illustreranno ai visitatori del Salone gli ultimi ritrovati della tecnica per assicurare la salvaguardia del guidatore e dei passeggeri.

Nell’ambito delle iniziative della campagna sulla sicurezza stradale "Sulla buona strada" il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti parteciperà con un proprio spazio al padiglione 33: i visitatori del Salone potranno trovare i materiali della campagna con i manifesti e gli spot dei testimonial Aldo Montano, Tania Cagnotto, la nazionale italiana di rugby, Christian De Sica, Pino Insegno e Cristiano Militello, le apparecchiature per l’alcol-test e il drug-test, i computer per la verifica dei propri punti patente e le schede quiz per la simulazione dell’esame teorico per il conseguimento del titolo di abilitazione alla guida. All’interno dello stand del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sarà presente anche un medico che, oltre ad illustrare le conseguenze dell’abuso di alcol e droghe - non solo alla guida - effettuerà dei controlli oculistici e test finalizzati all’ottenimento dell’idoneità psicofisica per il rilascio o rinnovo della patente di guida.

Una grande attrazione sarà quella costituita dalla presenza di un simulatore di guida, montato su una vera auto di Formula 1, che sarà a disposizione di chiunque voglia testare le proprie capacità di guida su diversi percorsi stradali. Verrà inoltre allestito uno spazio in cui i ragazzi potranno lasciare una dichiarazione video consistente in un messaggio sulla sicurezza alla guida, concluso dalla frase "quando guido io non scherzo", slogan della campagna "Sulla buona strada". I giovani che parteciperanno all’ iniziativa avranno in regalo una penna USB contenente la canzone "Sulla buona strada", leit-motiv della campagna stessa, nonché un mini codice della strada aggiornato con le ultime modifiche apportate dalla legge n. 120 del 29 luglio 2010.

Confermati i tradizionali appuntamenti con l’Osservatorio per l’Educazione Stradale e la Sicurezza della Regione Emilia Romagna nelle giornate del 7 e 10 dicembre. Il 7 dicembre in Sala Italia a Palazzo dei Congressi si terrà l’Incontro Nazionale delle Consulte Scolastiche provinciali, che porterà circa 250 ragazzi ad apprendere il nuovo Codice della Strada e a discutere con le istituzioni delle nuove regole recentemente entrate in vigore, mentre il 10 dicembre nella Sala Notturno del Centro Servizi l’Osservatorio organizzerà insieme al Centro Studi Promotor GL events un incontro dal titolo ’I giovani e la sicurezza stradale’.

Importante anche l’iniziativa di QN - Quotidiano Nazionale (Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno) che rinnova la collaborazione con la Polizia di Stato: al padiglione 29 sarà presentata in forma ufficiale l’iniziativa sulle mappe del rischio sulle strade italiane e in particolar modo dell’Emilia Romagna: un’inedita ricerca che unisce l’esperienza dei giornalisti del QN e le segnalazioni dei lettori. Non mancheranno incontri, tavole rotonde e iniziative legate sempre al tema della sicurezza sulle strade.

All’interno del padiglione 26 ci sarà lo spazio di Autostrade per l’Italia, che illustrerà i risultati ottenuti dal Tutor, il sistema di sorveglianza attivo su 2.400 chilometri di autostrade che ha notevolmente ridotto le velocità e i tassi di incidentalità.

Al padiglione 26 si troverà anche la Fondazione ANIA per la sicurezza stradale, che tra le tante attività in programma illustrerà i risultati di un’indagine IPSOS che indaga sulla conoscenza che gli italiani hanno del nuovo codice della strada.

Il Casellario Centrale Infortuni dell’Inail al padiglione 22 presenterà uno strumento utile per conoscere e prevenire gli infortuni causati da incidenti stradali: un innovativo sistema simulatore virtuale che intende fornire un significativo contributo al tema della sicurezza. Testimonial di questa iniziativa è Andrea de Adamich, ex pilota di Formula 1, volto televisivo Mediaset per gli sport motoristici e fondatore del Centro Internazionale Guida Sicura. Il simulatore di guida realizza un percorso automobilistico virtuale caratterizzato dall’integrazione dei dati statistici del Casellario Centrale Infortuni INAIL per la parte RC AUTO e da un’elevata interattività con l’utente. Come un videogioco con volante, tachimetro e pedali l’utente visualizza vari percorsi automobilistici, urbani ed extraurbani, e diversi contesti stradali, come incroci, rotatorie, semafori e rettilinei. Gli scenari sono pertinenti alle situazioni di incidente più frequenti e durante la guida "il pilota" viene messo alla prova con situazioni impreviste. È possibile, inoltre, scegliere tra diverse condizioni atmosferiche (sole, pioggia o nebbia), di luce (giorno o notte) e tipologie di stato di guida: normale, in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, un modo per capire come cambia la percezione della strada e del pericolo.
Di questo percorso legato alla sicurezza stradale fanno parte anche le attività dell’ACI - Automobile Club d’Italia, che nell’area esterna 46 coinvolgerà il pubblico del Motor Show in prima persona: con l’aiuto degli istruttori della Scuola di Guida Sicura ACI si sale a bordo di diversi veicoli per una prova pratica di guida sicura. Dopo il test drive si visita "M.e-mo", il motorhome multimediale dell’ACI, che propone un avveniristico simulatore di guida di Formula Uno, un megaschermo esterno e 12 monitor al plasma dove si alternano alcuni filmati spettacolari: dai crash-test alle corse automobilistiche, da video storici ai consigli di guida. In quest’area inoltre saranno illustrate al pubblico le novità e le eccellenze dell’Automobile Club d’Italia nel campo della mobilità e della tecnologia per la sicurezza stradale, oltre all’innovativo progetto Ready2Go per la formazione dei futuri patentati.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati