Notizie dal Mondo dei Motori
Peugeot 1007

Peugeot 1007

Tutti credevano nella nuova 107 ed ecco Peugeot 1007, la nuova "easy car" sul mercato nella seconda metà del 2005. Innovative le porte laterali scorrevoli ed il look degli interni. Motori benzina 75/110 Cv con cambio 2 Tronic, Diesel Hdi 75 Cv.

Video  Peugeot 1007 - Test Drive
Video  Crash Test Peugeot 1007 2005
Altri Articoli:

Dimensione Carattere:

PEUGEOT 1007 "EASY CAR" - LIBERTÀ E PRATICITÀ

La 1007 (si legge milleesette) è doppiamente importante per Peugeot. Oltre ad inaugurare l'evoluzione della tradizionale denominazione a tre cifre, con zero centrale, che da oltre sette decenni sigla i modelli del Marchio (e continuerà a farlo anche negli anni a venire), introduce, un nuovo concetto automobilistico destinato a "creare" un'inedita nicchia di mercato, quella delle "easy car", all'interno del segmento B.

Ed ecco, quindi, 1007, "compatta, spaziosa, luminosa, modulabile, pratica nell'utilizzo urbano, autentica Peugeot su strada, versatile nei rivestimenti interni, creerà il panorama automobilistico del futuro", come l'ha descritta Frédéric Saint-Geours, Direttore Generale del Marchio. Insomma, una "easy-car", una vettura facile da guidare, da utilizzare, con due "concetti" davvero innovativo: Sésame (due porte ad azionamento elettrico), Caméléo, per trasformarla velocemente in tante altre 1007.

La nuova berlina sarà costruita a Poissy, utilizzando la piattaforma 1, al ritmo di 130mila unità all'anno. Sarà commercializzata in Francia nel primo trimestre 2005 e successivamente, comunque entro il primo semestre, nei venticinque Paesi dell'Unione Europea.

SÉSAME, LE PORTE "MAGICHE"

Sulla base della Sésame, la concept-car dalle porte laterali scorrevoli ideata da Peugeot, Pininfarina ha sviluppato 1007, che il Centro Stile del Leone ha poi "personalizzato" negli interni e nel frontale, per adeguarla ai più recenti dettami stilistici del Marchio.

Il tipo di carrozzeria scelta per questo rivoluzionario modello offre indubbi vantaggi. Ne evidenziamo solo due: la posizione di guida piuttosto alta aumenta la visibilità da parte del conducente ed il "senso di sicurezza" nell'impiego urbano della vettura; l'abitacolo, ampio e luminoso, trasmette un grande senso di benessere. Questo è ottenuto soprattutto grazie all'altezza del veicolo (ben 1,61 metri senza barre, per una lunghezza complessiva di 3,73 metri e una larghezza di 1,68 metri), al parabrezza avanzato e alle varie soluzioni interne, come i numerosi vani portaoggetti funzionali e ben posizionati.

Nel frontale, tipicamente Peugeot, i proiettori allungati sono come due tratti di luce scolpiti nel cofano. L'ampia calandra incorpora nella parte centrale una fascia paraurti, che poi prosegue nei listelli protettivi laterali.

La parte posteriore, cui l'inclinazione dei montanti danno una forma di freccia, è caratterizzata da un vetro triangolare che, arrotondato verso l'esterno, "appoggia" sulle rotaie di scorrimento delle porte. Le luci rossi, sistemate in posizione simmetrica rispetto ai vetri latero-posteriori, rafforzano l'impressione di freccia del posteriore, cui conferiscono un look ancora più dinamico.

Una delle caratteristiche più evidenti della nuova Peugeot sono le porte scorrevoli elettriche Sésame: oltre ad offrire un'accessibilità eccezionale, si fanno apprezzare quando si parcheggia in spazi ristretti. Basta premere l'apposito pulsante del telecomando (oppure agire sugli appositi pulsanti interni, oltre che sulle tradizionali maniglie) ed esse scorrono elettricamente all'indietro, senza però superare la lunghezza totale della vettura.

Per l'ampia superficie vetrata della porta, abbinata alla posizione arretrata del montante, il guidatore dispone di un angolo di visibilità laterale libero di 105° a sinistra e di 49° a destra, che migliora la sicurezza di marcia.

Grazie alle porte Sésame, poi, i passeggeri accedono ai sedili anteriori senza alcun ostacolo o possono accomodarsi su quelli posteriori direttamente (grazie al già citato montante arretrato), o dopo aver spostato i sedili anteriori. Rispetto ad una tradizionale berlina due porte, questa seconda possibilità facilita enormemente le operazioni di sistemazione di un bambino sull'apposito seggiolino.

Il tutto avviene nella massima sicurezza, perché quando si superano i 5 km/h è impossibile aprire le porte Sésame, che sono dotate anche di un dispositivo anti-trap che le blocca o inverte il loro movimento nel caso incontrino un ostacolo durante le operazioni d'apertura-chiusura.

PRENDERE POSTO SU 1007

L'abitacolo della 1007 è all'insegna del comfort e della praticità. Ad esempio, i sedili permettono varie "soluzioni abitative", tutte corredate da numerosi vani portaoggetti. Quelli anteriori hanno un'ampia regolazione longitudinale: 230 mm quello di guida, 280 mm quello del passeggero. Un comando di cortesia agevola il loro scorrimento in avanti, per facilitare l'accesso ai posti posteriori.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati