Notizie dal Mondo dei Motori
Peugeot 206 CC Hdi - Test Drive

Peugeot 206 CC Hdi - Test Drive

L’asso nella manica di Peugeot si chiama FAP, consente di circolare nelle giornate a targhe alterne e durante i blocchi alla circolazione. Con il nuovo motore 1.6 Hdi da 109 Cv la 206 CC raggiunge i 186 Km/h e percorre più di 20 Km con 1 litro di gasolio.

Dimensione Carattere:

FAP: la magica sigla della Peugeot che consente alla 206 CC della nostra prova oltre alle "chiome al vento" anche di poter circolare nelle giornate di targhe alterne e blocchi della circolazione, un pass partout grazie a quel sofisticato Filtro Anti Particolato.

Introdotto sulla 607 nell’anno 2000 e poi esteso progressivamente alla quasi totalità delle motorizzazioni diesel HDi, il Filtro Attivo Antiparticolato FAP® festeggia il milionesimo esemplare montato su una vettura Peugeot.

Inserito in una strategia globale di riduzione delle emissioni inquinanti, il filtro attivo antiparticolato, di progettazione interamente PSA Peugeot Citroen, conferisce all’HDi un vantaggio ecologico decisivo e ne completa efficacemente le prestazioni in questo specifico campo, grazie all’eliminazione del particolato e dei fumi.

Proprio per la pressoché nulla emissione di particolato allo scarico, le vetture dotate di FAP® hanno ottenuto il permesso di circolare liberamente nelle giornate di traffico limitato per ragioni d’inquinamento da un sempre maggior numero di Amministrazioni sia Regionali che Provinciali e Comunali.

La 206 CC ha raggiunto un buon livello di diffusione e non solo tra i giovani ma anche tra gli amanti di quei nuovi modelli ideali per tutte le stagioni soprattutto quando adottano una soluzione con un robusto tetto in lamiera ripiegabile che non fa rimpiangere una berlina.

Lunga m. 3.385, larga 1.673, alta 1.373 è disponibile nella cilindrata 1.6 litri sia benzina che turbodiesel con una potenza per entrambi di 109 Cv (80kW) - accelerazione da 0-100 in 11.2 secondi e velocità massima di 193 Km/h per il benzina mentre per il turbodiesel Hdi 0-100 in 10,5 secondi ed una velocità massima di 186 Km/h, sul benzina disponibile anche il cambio automatico/sequenziale Tiptronic.

Durante il nostro Long Test, svoltosi in pieno inverno, abbiamo potuto apprezzare oltre alla buona tenuta sulla neve, grazie al controllo elettronico di stabilità ESP, anche il veloce e potente riscaldamento interno con temperature abbondantemente sottozero e, come già nella precedente prova della versione 1.6 benzina, le diverse altre sue caratteristiche.

Evidenziando l’economicità di gestione di questa versione diesel che, nonostante il prezzo del gasolio ormai prossimo a quello della benzina, consente buoni risparmi con consumi decisamente ridotti ed impensabili, infatti i durante il ciclo urbano si raggiungono i 6,1 litri/100 Km, nonostante un coefficiente aerodinamico (Cx) di 0,36, mentre sui percorsi autostradali i 4,2 litri/100 Km. Nel ciclo misto il "piccolo" 1.6 Hdi si comporta altrettanto egregiamente, consumando soli 4,9 litri di gasolio per 100 Km. Il serbatoio ha una capienza di 50 litri, garantendo dal pieno ed in ciclo combinato un’autonomia di circa 7-800 Km.

Interessanti le caratteristiche tecniche del nuovo propulsore common rail, sviluppato in collaborazione tra il gruppo PSA e il gruppo Ford. Il 4 cilindri 16 valvole, 1.560 cc di cilindrata e composto da 2 alberi a camme trainati da cinghia dentata, valvole azionate da bilancieri a rullo, con recupero automatico del gioco tramite punterie idrauliche.

Il monoblocco è sviluppato interamente in alluminio con camicie in ghisa inserite nella colata, mentre la testata in lega leggera è composta da 2 condotti d’immissione per cilindro di cui uno a turbolenza (SWIRL) l’altro a flusso assiale.

Il sistema frenante è composto da pinze flottanti su tutte le quattro ruote con ripartitore elettronico della coppia di frenata singolarmente per ogni ruota. Anteriormente sono montati due dischi auto ventilati di 266 mm di diametro mentre i posteriori sono di 247 mm. Il comportamento su strada è molto impulsivo, reagendo prontamente in ogni circostanza, talvolta fin anche superiore a ciò che i pneumatici di serie possono supportare.

Non solo per ridurre i consumi, ma anche per migliorarne la precisione e l’indurimento progressivo, il servosterzo con elettropompa variabile in funziona della velocità e dell’angolo di sterzata, consente rapidi cambi di direzione nei percorsi veloci ed allo stesso tempo agilità e maneggevolezza nei parcheggi e nel traffico cittadino. Il cambio a 5 marce ha una buona manovrabilità ed innesti precisi, risultando decisamente migliorato rispetto alle versioni precedenti, dove soprattutto a freddo si intuiva una certa incertezza nei cambi rapidi.

La capacità del bagagliaio a tetto chiuso è di 320 litri ben distribuiti, che si riducono a 150 con il tetto aperto e ripiegato nello stesso. Sfruttabili comunque i due posti posteriori adatti solo per bambini o ad adulti di "taglia piccola" per brevi tragitti a patto di avanzare i sedili anteriori.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati