Notizie dal Mondo dei Motori
Peugeot 208 GTI 30th: La storia si ripete

Peugeot 208 GTI 30th: La storia si ripete

Tutta la tradizione Peugeot Motorsport ed una strizzata d’occhio alla mitica 205 GTI.

Video  Peugeot 208 GTi 30th

Dimensione Carattere:

Presentata per la prima volta in occasione del Festival of Speed di Goodwood, quasi a sottolinearne la sua sportività senza compromessi, la 208 GTi 30th anniversario è frutto di tutta l’esperienza del marchio del Leone nel motorsport. Del resto la storia delle compatte GTI parte da lontano, dai successi nel mondiale Rally con la T16 alle berlinette compatte 205 GTI che hanno infiammato la passione di una generazione con le loro prestazioni entusiasmanti sia nella versione 1.6 da 115 Cv che, e ancor di più, nella mitica 1.9 da 130 CV. Autentici bolidi in grado di emozionare ancora oggi, riferimento per la categoria anche in tema di dinamica, maneggevolezza e reattività da vera auto da corsa (tanto che in mani inesperte potevano rivelarsi armi molto pericolose). A 30 anni di distanza Peugeot mette a disposizione degli appassionati che rimpiangono ancora quelle fantastiche vetture, ma anche di nuovi adepti del lato più “cattivo” del marchio del Leone, una specialissima versione di 208 GTi realizzata e messa a punto nientemeno che dal reparto Peugeot Motorsport.

Pochi interventi...tanta sostanza
Il risultato di questo lavoro di setup l’abbiamo potuto apprezzare in pista sul circuito di Misano Adriatico intitolato a Marco Simoncelli. Potente, con i suoi 208 CV sprigionati da un motore 1.6 THP che si permette persino il lusso di sottostare alle normative Euro 6 e di emettere appena 125 g/km di Co2, reattiva ed efficace come poche e divertentissima, la 208 GTi 30th anniversario si propone come autentica best in class per piacere di guida, dinamica e prestazioni. La vettura non è una semplice serie speciale della già brillantissima 208 GTi, ma vanta un cambio a sei rapporti con rapportatura specifica ed un differenziale autobloccante Torsen derivati da quelli che equipaggiano la fantastica RCZ R con quest’ultimo che, come sulla più sportiva delle Peugeot stradali, consente la massima trazione e direzionalità alle ruote motrici, anche nella guida più “arrabbiata”. Anche i sistemi di controllo ESP ed antipattinamento sono stati ritarati in modo più sportivo lasciando maggior libertà e facendo lavorare al meglio il differenziale come abbiamo avuto modo di apprezzare nelle curve più strette e nelle uscite a pieno gas. Assetto ribassato set up rivisto anch’esso in chiave più sportiva e pneumatici specifici da 18” rendono permettono di scaricare a terra tutta la potenza e la coppia di questa piccola belva (ben 300 Nm). Assetto più rigido grazie a nuove molle, barra antirollio riposizionata e sterzo diretto completano un quadro dinamico da autentica “track day car”. Tanta esuberanza è tenuta sotto controllo da un impianto frenante anch’esso assolutamente all’altezza della situazione ed in grado di sopportare senza perdite di efficacia anche l’utilizzo in pista prolungato. Si tratta infatti di un set della Brembo con pinze fisse a 4 pistoncini.

Sportiva ed esclusiva anche all’esterno, ma quasi non te ne accorgi
Talmente tanta sostanza su questa 208 GTi 30th anniversario, che la forma passa in secondo piano anche se di forte impatto. Esclusiva la livrea bicolore nero opaco, rosso brillante (o in alternativa bianco perla o rosso brillante) abbinato alla colorazione delle pinze freno. Carreggiate allargate di ben 2,2 cm al posteriore e 1,6 cm all’anteriore incattiviscono non poco l’aspetto complice anche l’assetto ribassato di 10 mm. Un doppio terminale cromato dalla particolare forma arrotondata toglie ogni dubbio sulla “denominazione di origine controllata” di questa Peugeot. All’interno dominano la scena i bellissimi sedili racing Peugeot Sport rivestiti in tessuto tecnico ed Alcantara. Una targhetta identificativa posta sul plafoniera dell’abitacolo certifica l’unicità di questa vettura che certamente diventerà un pezzo da collezione come le sono diventate le versioni speciali dell’antenata 205 GTI.. Nello specifico, Il temperamento esclusivo e più radicale della 208 GTi 30th emerge immediatamente. L’assetto ribassato di 10 mm, le carreggiate allargate di 22mm nell’anteriore e di 16mm nel posteriore, le grandi ruote in evidenza le conferiscono una posizione più incollata alla strada e rivelano senza equivoci la sua destinazione sportiva. Sulla 208 GTi 30th, le cromature lucide ed eleganti della 208 GTi lasciano il posto ad elementi nero opaco che rendono il suo aspetto decisamente più cattivo. Nel frontale ad esempio lo si può apprezzare nella guarnizione che circonda la calandra, nelle modanature dei fendinebbia e nei gusci dei retrovisori. Nella vista laterale, l’assetto ribassato è sottolineato anche visivamente dal nero scuro delle parti inferiori della carrozzeria e dei codolini che incorniciano le ruote specifiche da 18" rese ancora più “cattive” dal contrasto tra la finitura brunita dei cerchi e le grandi pinze dei freni rosse firmate Peugeot Sport. Anche la profilatura dei bordi del vetro, che termina con una firma che rende omaggio all’illustre 205 GTi, si riveste di nero opaco, mentre la modanatura del pannello laterale posteriore mette in mostra il logo « 208 GTi 30th ». Nel posteriore, come già detto, lo scarico termina con un doppio terminale cromato dalla forma arrotondata, anche in questo caso forma, ma anche sostanza con una sonorità del nuovo motore che viene incattivita specie agli alti regimi dall’impianto di scarico rielaborato.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati