Notizie dal Mondo dei Motori
Peugeot 307 CC

Peugeot 307 CC

Con il tetto è una Coupè, senza è una Cabriolet. Ecco il concetto della nuova Peugeot 307 CC che si appresta a concquistare, come con la 206 il segmento delle compatte. Un po’ sacrificati i sedili posteriori.

Dimensione Carattere:

Sin dal debutto sul mercato, avvenuto nell’aprile 2001, la 307, che a tutt’oggi è stata costruita in oltre 1.300.000 unità, ha introdotto nuovi punti di riferimento per il segmento M1, basati sui valori cardine di Peugeot: valore sicuro, estetica, dinamismo, innovazione.

Nell’evoluzione progressiva della gamma, questo modello si è via via proposto come berlina alta e spaziosa, come SW (dall’abitacolo luminoso grazie al tetto panoramico in cristallo) e come Station, pratica ed ampia.

Ora, con la nuova CC, la 307 si rivolge espressamente sia agli amanti delle coupé e delle berline dal temperamento sportivo, sia a quelli delle cabriolet, eleganti e raffinate, da sempre sinonimo di libertà e di spensieratezza.

Il mercato europeo (17 Paesi) delle coupé, cabriolet e coupé-cabriolet è in continua crescita: dalle 421.600 immatricolazioni registrate nel 1995 si è, infatti, passati alle 530.000 di fine 2002, pari al 3,6% del mercato continentale complessivo. Notevole il successo fatto registrare da questi tipi di vettura in Germania e nel Regno Unito, dove hanno totalizzato, lo scorso anno, rispettivamente 186.000 e 132.000 immatricolazioni.

Ritornando al mercato europeo, vanno segnalati i progressi delle coupé-cabriolet, la cui presenza è triplicata tra il 1997 e il 2002, fino a sfiorare le 100.000 unità, grazie soprattutto alla 206 Coupé Cabriolet.

Vera coupé e vera cabriolet quattro posti, la 307 CC si adatta a vari stili di vita.

Tre i motori a disposizione: un 1.6 16 V da 80 kW (110 CV), un 2.0 16 V da 100 kW (138 CV) che può essere associato con cambio manuale o automatico e un 2.0 da 130 KW (180 CV).

La 307 CC sarà prodotta al ritmo giornaliero di 230 unità nello stabilimento di Sochaux, da cui escono già 1.200 SW, Station e 5 porte. L’obiettivo di vendita previsto, in un anno completo di commercializzazione, è 60.000 unità, così suddivise: Francia - 10.000 / Europa Occidentale - 42.000 / Resto del Mondo - 8.000.

Nel definire il progetto del nuovo modello, i tecnici Peugeot hanno dovuto affrontare diverse "sfide":

  • elaborare due forme stilistiche (coupé e cabriolet) eleganti e raffinate, "compatibili" con lo stesso modello a quattro posti, per di più dotato di un bagagliaio quanto più possibile generoso;
  • progettare un tetto retrattile in lamiera, poco ingombrante, dotato di una cinematica completamente automatica per un miglior comfort di utilizzo;
  • studiare livello massimo di protezione per tutti gli occupanti, anche in caso di ribaltamento, con una struttura tra le più rigide e con i mezzi di ritenuta più adeguati;
  • individuare una personalità esclusiva, tipica delle vetture sportive di lusso.

307 CC - Un’elegante coupé cabriolet a quattro posti

Il frontale personale, sottolineato dai grandi gruppi ottici, si raccorda armoniosamente con l’ampio parabrezza fortemente inclinato, delimitato dai montanti anteriori. L’arcata dinamica a grande curvatura si apre verso i pannelli laterali posteriori affusolati, che definiscono un lunotto avvolgente dalla bombatura pronunciata. La coda è caratterizzata dagli elementi luminosi a diodi.

I sedili anteriori, di taglio sportivo e dalle numerose regolazioni, possono accogliere comodamente anche passeggeri di grande statura, grazie alle guide di regolazione che consentono uno scorrimento fino a 230 mm. I due posti posteriori, anch’essi ampi evidenziano, con le loro numerose dotazioni di sicurezza e di comfort individuale, l’attenzione che è stata riservata ad ogni passeggero.

Per i bagagli è stato previsto uno spazio dalla conformazione regolare, facilmente sfruttabile, la cui capacità varia dai 204 dm3 (configurazione cabriolet) ai 350 dm3 (coupé). Come sulla 307 berlina, la ruota di scorta, di misura normale, è sistemata in un alloggiamento ricavato nel pavimento del vano. In configurazione cabriolet, una tendina avvolgibile divide lo spazio per i bagagli da quello riservato al tetto ripiegato.

I componenti principali della trasformazione coupé-cabriolet (che avviene in 25 secondi, a velocità inferiore a 10 km/h), cioè il tetto rigido, il lungo lunotto bombato in vetro e le altre parti mobili, rientrano nel bagagliaio grazie ad una cinematica innovativa e completamente automatica: per azionarla, infatti, l’unica operazione manuale richiesta è ... la pressione continua sull’apposito pulsante.

Il motore benzina di 100 kW (138 CV) a 6.000 g/min e 190 Nm a 4.100 g/min è disponibile con un cambio manuale a cinque marce e con un automatico autoadattivo a comando sequenziale tipo "Tiptronic System Porche".




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati