Notizie dal Mondo dei Motori
Peugeot 508 - 2011

Peugeot 508 - 2011

La nuova Peugeot 508 plasma le linee della progenitrice 407 per creare una berlina moderna ed accattivante, caratterizata da linee pulite. Motorizzazioni benzina e diesel da 112 a 204 Cv, arricchite dal 2012 con una inedita versione Hybrid4 da 200 Cv.

Video  Peugeot 508
Video  Peugeot 508 restyling

Dimensione Carattere:

Peugeot 508 arriva a confermare la tradizione del Marchio del Leone nel segmento delle berline, forti del successo ottenuto con l’ultima versione della 407. Questo nuovo modello è nato per combinare le ultimissime tecnologie di efficienza applicata ai propulsori con una dotazione di comfort da vettura premium, per fornire una valida alternati va a quei clienti più esigenti, orientati per tendenza verso le concorrenti tedesche come Audi A4, Bmw Serie 3 e Mercedes Classe C.

La nuova 508 è un’offerta moderna, proiettata al futuro, collocata al centro delle aspirazioni di una clientela evoluzione che è cambiata profondamente, diventando esigente, dinamica e responsabile. Sono previste due varianti complementari: berlina (lunga 4,79 m) e Station Wagon (lunga 4,81 m). Il bagagliaio è pratico e capiente, con un volume di ben 545 litri per la berlina e di 660 l per la SW.

Dal punto di vista meccanico, 508 è dotata di motori con potenze comprese tra 82 e 150 kW (112 - 204 CV). Ognuno di essi ha un ottimo posizionamento nella propria categoria in termini non solo di consumo e di emissioni di CO2, ma anche di prestazioni e brio.
Questa gamma, che grazie al nuovo sistema e-HDi, avrà emissioni a partire da 109 g/km di CO2, integrerà, a termine, la tecnologia HYbrid4, con il suo potenziale di 147 kW (200 CV) e le 4 ruote motrici da soli 99 g/km di CO2.

Il nuovo 2.2 HDi FAP da 150 kW (204 CV), al vertice dell’offerta 508 al momento del lancio, consente di raggiungere prestazioni degne di un V6 Diesel, riducendo l’impatto ambientale di oltre il 30%.

La Peugeot 508 arriverà nei mercati europei all’inizio del 2011.

DESIGN

Il design di 508 è stato orientato dalla ricerca permanente di volumi perfettamente equilibrati e puri. Le linee della berlina e della SW si susseguono così in modo armonioso, senza interruzioni, dall’estremità del cofano anteriore fino al cofano del bagagliaio. Manca qualsiasi elemento ostentato o riportato, le superfici sono livellate e i giochi tra i vari elementi sono stati definiti con grande precisione, per ottenere una qualità di assemblaggio ottimale.

Nel frontale, 508 svela l’evoluzione dei codici estetici del genoma del Marchio, reinterpretati sulla base delle idee sviluppate per le ultime concept-car , particolarmente nella SR-1. All’estremità del lungo cofano in alluminio, il nuovo Leone trova naturalmente posto all’interno di una "nicchia" che funge da protezione e contemporaneamente da cornice. Sotto il Leone, la caratteristica « bocca » unica assume qui una nuova dimensione introducendo il tema di una calandra che sembra staccarsi dalla carrozzeria, quasi fosse «sospesa».

Anche lo sguardo felino dei proiettori è stato oggetto delle attenzioni dei designer. Il loro corpo interno abbina superfici cromate e satinate. Le versioni equipaggiate con i proiettori bi-xeno direzionali hanno dei «cannoncini a led» che rendono il disegno inconfondibile anche nel buio più profondo.
Le fiancate della vettura, dalle linee volutamente pure, sono evidenziate dai contorni delle superfici vetrate in cromo satinato. Visivamente, la vetratura laterale sembra poggiare su una zona della fiancata scolpita, la cui realizzazione ha posto una vera sfida industriale.

La SW mostra le sue linee semplici e dinamiche, linee per certi versi arricchite da uno spirito "shooting break", degradanti verso un posteriore ben poggiato sulle fiancate. Le barre al tetto profilate in alluminio, che delimitano il grande tetto panoramico in vetro (1,62 mq) nel prolungamento del parabrezza, sembrano fondersi con la carrozzeria ed esaltano l’aspetto esclusivo della vettura.

Tutto il posteriore è stato disegnato nel medesimo volume, con un bagagliaio perfettamente livellato al paraurti, al pari dei due terminali di scarico laterali nella versione «GT», per conferire una maggiore impressione di fluidità, forza e controllo.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati