Notizie dal Mondo dei Motori
Problemi all’udito - Incidenti

Problemi all’udito - Incidenti

Secondo stime recenti, problemi all’udito e alla vista - uniti alla mancanza di concentrazione - causano il 30% di incidenti stradali. Mai prendere il guaio sottogamba, specie se si deve viaggiare. Vediamo cosa dice il Regolamento del Codice della strada.

Dimensione Carattere:

Guidare senza sentirci perfettamente significa far salire il rischio incidenti. Basti pensare che, secondo stime recenti, problemi all’udito e alla vista - uniti alla mancanza di concentrazione - causano il 30% di sinistri stradali. L’abbassamento delle capacità sensoriali crea effetti simili alla distrazione. "Mettersi al volante trascurando o sottovalutando le proprie condizioni fisiche rappresenta una grave trasgressione delle più elementari norme di rispetto e convivenza civile", ricorda il presidente della Fondazione Ania (Assicurazioni) per la sicurezza stradale, Sandro Salvati. Infatti, l’80% degli incidenti stradali, infatti, è causato da errati comportamenti umani.

Secondo le ultime rilevazioni Istat, ogni giorno in Italia si verificano in media 598 incidenti stradali che provocano la morte di 13 persone e il ferimento di altre 849. Nel 44% dei casi, per la guida distratta, cui contribuiscono i difetti di udito.

C’è una ricerca nazionale condotta dalla Clinica Otorinolaringoiatra di Torino, diretta dal professor Carlo Giordano. I problemi uditivi colpiscono circa il 12% dei cittadini italiani con una crescita rilevante per la popolazione over 60 (uno su tre). In Italia, nel 2008, 6.840.059 patenti attive erano a favore di cittadini con più di 60 anni e 5.933.077 nella fascia di età compresa tra i 50 e i 59 anni: il dubbio è lecito, e cioè che 2.052.018 conducenti over 60 siano affetti da ipoacusia di diverso grado. Restringendo il campo agli over 65, i patentati con problemi di ipoacusia sono - questa è la stima - 1,4 milioni (rispetto a 4,6 milioni di patentati over 65).

Ma vediamo cosa dice il Regolamento del Codice della strada: per il conseguimento, la conferma di validità o la revisione della patente di guida per motoveicoli ed autoveicoli delle categorie A e B occorre percepire da ciascun orecchio la voce di conversazione con fonemi combinati a non meno di due metri di distanza. Quindi, nessun esame impossibile.

Inoltre, la funzione uditiva può essere valutata con l’uso di apparecchi correttivi dell’udito monoaurali o binaurali, purché tollerati. L’efficienza delle protesi deve essere attestata dal costruttore con certificazione rilasciata in data non anteriore a tre mesi, da esibire al medico.

Il problema udito è più forte per gli anziani. "Anche in un Paese come il nostro - ci ha detto Salvati - che vede salire l’età media della popolazione, il peggioramento delle capacità sensoriali non riguarda solo chi è avanti con l’età. Si tratta di un problema che coinvolge anche i più giovani. In particolare l’abbassamento dell’udito crea effetti molto simili a quelli della guida distratta, fenomeno assai diffuso nelle aree urbane dove, non a caso, si verifica il maggior numero di incidenti".

"Lo studio - ha dichiarato il professor Carlo Giordano - ha documentato che se il 66,79% degli intervistati presentava disturbi di varia entità, il 50% di essi era convinto di non aver alcun deficit uditivo. Nell’analisi dei soggetti ipoacusici rilevati è emerso che tra il 15% e il 16% hanno problemi di sonnolenza, tra il 6,9% e il 24,7% presentano alterazioni dello stato di vigilanza e tra il 5,5% e il 8,8% presentano un’alterazione della soglia di attenzione".

Morale: chi si mette in viaggio per l’esodo e il controesodo cerchi di capire se l’udito è davvero al 100%. In caso di minimo dubbio, massima prudenza, ed è necessaria quanto prima una visita da uno specialista.

Segnaliamo infine uno studio dell’Università di Saint Louis (Usa): il modello di vettura può creare danni alle nostre facoltà uditive. Sulle decappottabili, stando alla ricerca, a 120 e a 85 chilometri all’ora il rumore arriva a superare gli 85 decibel. Che potenzialmente sono lesivi per l’udito. Sappiatelo, visto che le macchine scoperte sono di moda d’estate.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati