Notizie dal Mondo dei Motori
Quando xDrive incontra eDrive

Quando xDrive incontra eDrive

Tutti i vantaggi e le novità dell'eccellenza tecnologica BMW.

In Relazione:
Articoli  BMW
Video  Video BMW
Video  Foto BMW

Dimensione Carattere:

In occasione della tappa di Corvara in Alta Badia dell’edizione 2016 della BMW xDrive Experience (2.300 test effettuati con X6 e X1 i modelli più richiesti), la Casa bavarese ha consentito di toccare con mano gli straordinari vantaggi tecnologici e di efficienza ambientale dell’abbinamento tra la trazione integrale xDrive e la tecnologia EfficientDynamics eDrive, vale a dire la trazione 4x4 su una motorizzazione ibrida plug-in. Grazie all’esperienza maturata da BMW con i modelli della gamma “i”, sta nascendo un’offerta completa di vetture plug-in. Infatti, la 330e e la 225xe da marzo e la 740e da settembre affiancheranno in gamma la X5 eDrive40e che già porta ai massimi livelli lo step evolutivo delle ActiveHybrid che da anni contraddistinguono la gamma BMW.

La X5 è prodotta dal 1999 nello stabilimento di Spartanburg, Sud Carolina, che ospita anche l’assemblaggio della variante eDrive, dotata di uno specifico pulsante con il quale si possono selezionare le tre modalità di guida ibrida plug-in Auto, Max e Save Battery. Lo Sports Activity Vehicle plug-in (costa 72.595 Euro) è equipaggiato con un motore turbo benzina di 2 litri da 245 CV abbinato ad uno elettrico da 113 CV per una potenza complessiva di sistema di 313 CV. Il propulsore elettrico si sostituisce al convertitore di coppia posizionato prima del cambio ad otto rapporti e del ripartitore di coppia dell’xDrive, mentre l’autonomia massima in modalità puramente elettrica è di 31 km.

Altro esempio dell’eccellenza BMW nell’abbinamento tra l’xDrive e l’eDrive è l’imminente 225xe. È equipaggiata con un motore anteriore trasversale a 3 cilindri di 1,5 litri da 136 CV, mentre al posteriore si trovano l’elettrico da 88 CV, le batterie e il serbatoio della benzina. La potenza totale è di 224 CV e l’autonomia a zero emissioni è di 41 km, mentre la capacità di carico è praticamente invariata rispetto alla variante standard. Ricaricabile in 3 ore e mezza a 16 Ampere, la 225xe sarà lanciata il 5 aprile a partire da 38.400 Euro.

BMW si è per la prima volta approcciata al segmento delle vetture a trazione integrale 30 anni fa con la 325i Allroad esposta allo IAA di Francoforte del 1985. Già il primo sistema non solo migliorava la trazione su strade con poco grip o in condizioni avverse, ma garantiva anche una maggiore dinamica in curva. Oggi la trazione integrale BMW, diventata intelligente con la sigla xDrive nata nel 2003, porta la tipica dinamica di guida BMW a nuovi livelli. Se fino a due anni fa, il sistema xDrive era basato esclusivamente sulla tradizionale trazione posteriore di Monaco, nel 2014 il sistema xDrive ha esordito sulla nuova Serie 2 Active Tourer introducendo quindi la trazione integrale intelligente anche sull’inedita piattaforma a trazione anteriore.

In questi tre decenni sono stati venduti globalmente oltre 5 milioni di modelli BMW a trazione integrale e oggi sono ben 110 le versioni di 12 differenti vetture BMW ad essere equipaggiate con il sistema xDrive. Lo scorso anno, un terzo delle BMW distribuite nel mondo (e il 38% in Italia con picco del 46% nel 2011) montava l’xDrive. Da segnalare infine la partenza sprint della nuova X1 che nell’ultimo trimestre 2015 ha conquistato 2.200 clienti italiani i quali hanno optato per la trazione integrale nel 45% dei casi.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati