Notizie dal Mondo dei Motori
Rally Appennino Reggiano

Rally Appennino Reggiano

Trionfa il giovane pilota reggiano, che bissa così il successo di Aosta. Sul podio anche Sergio Pianezzola e Andrea Perego, “deb” di lusso, mentre Gianluca Vita è costretto al ritiro.

Dimensione Carattere:

EVO CUP 2003: ROUND 3: 27° RALLY APPENNINO REGGIANO
GATTI PROFETA IN PATRIA, PIANEZZOLA GUIDA IL TROFEO

Trionfa il giovane pilota reggiano, che bissa così il successo di Aosta. Sul podio anche Sergio Pianezzola e Andrea Perego, "deb" di lusso, mentre Gianluca Vita è costretto al ritiro. Per Davide Gatti anche un
pregevole settimo posto assoluto e il successo in Gruppo N.

Un altro successo di Davide Gatti, come in Valle d'Aosta. Sulle insidiose strade dell'Appennino Reggiano infuocato dal sole, il pilota di casa ha dominato il confronto con i protagonisti della Evo Cup 2003, relegando Sergio Pianezzola a 36"7.

I due hanno concluso nella top-ten della classifica assoluta (settimo e nono assoluto rispettivamente), occupando al termine delle otto Prove Speciali in programma i primi due posti del Gruppo N, letteralmente monopolizzato dalle Mitsubishi.

Il veneto del Riders' Team controlla peraltro la situazione nel trofeo, dall'alto dei 70 punti in classifica generale, grazie alla regolarità dei suoi piazzamenti: secondo ad Aosta e Reggio Emilia, primo sugli sterrati di San Marino che valevano di più in virtù del coefficiente 1,5 applicato ai punteggi raccolti sotto il Titano.

Il terzo appuntamento con il monomarca organizzato da M.M.Automobili Italia e RalliArt Italy ha visto al via dieci dei diciannove equipaggi iscritti alla Evo Cup, tra cui le new entry Perego-Vischioni e Mondino-Mondino. Proprio il pilota di Tirano si è messo in evidenza con tempi di valore assoluto tra cui un primo posto (nell'ambito dei trofeisti) nella P.S.7, dove ha spiccato il terzo "crono" assoluto e il migliore tra le vetture Produzione. Sette gli equipaggi del monomarca Mitsubishi che hanno portato a termine la loro fatica sulle rispettive Lancer Evolution VII Gruppo N, a conferma della notevole affidabilità della berlina "jap" anche nelle condizioni meteo più ostiche per la meccanica.

LA CLASSIFICA:

  1. Pianezzola p.60
  2. Gatti p.40
  3. Vita p.34,5
  4. Pensotti p.22
  5. Pierangioli p.19
  6. Zanchi p.18
  7. Perego p.12
  8. Canella e Dionisio p.10
  9. Laganà e Pesavento p.8
  10. Minetti p.6
  11. Fiorese p.3
  12. Cremonesi p.2.

NOTE DI CRONACA:
  • P.S.1: Pianezzola primo leader (nono assoluto e primo di Gruppo N) con 2"8 su Davide Gatti e 13"2 su Valter Pierangioli.
  • P.S.2: Vince Gatti, che precede di ben 15"1 Pianezzola e lo scalza dal primo posto nella classifica relativa alla Evo Cup. Si ritira Marcello Mondino, che debuttava qui a Reggio Emilia.
  • P.S.3: Ancora Gatti, con 1"1 su Pianezzola e 2"3 su Gianluca Vita (che lamenta problemi ai freni), quarto il valtellinese Andrea Perego. Si ritira Pierangioli, per rottura del cambio.
  • P.S.4: Nuovo successo parziale per Gatti, con 6" su Vita e 7"5 su Pianezzola.
  • P.S.5: Torna a vincere Pianezzola con 2"8 su Gatti e 8"1 su Perego. Esce di scena Vita.
  • P.S.6: Gatti risponde con un vantaggio di 5"5 su Pianezzola e 18"3 su Pesavento.
  • P.S.7:Prima vittoria di Andrea Perego con 1 decimo di secondo su Pesavento e 3"8 su Gatti.
  • P.S:8: Gatti finisce in bellezza vincendo di 5"6 su Pesavento e di 7"4 su Perego, dodicesimo assoluto.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati