Notizie dal Mondo dei Motori
Renault Koleos

Renault Koleos

Il nuovo Crossover della Casa Francese debutterà sul mercato a giugno 2008. Renault Koleos si presenta col design da Suv compatto e trazione integrale, uniti dal potente motore 2.0 dCi 150 e 175 Cv. Ricca dotazione tecnologica con Gps, Dvd e Bluetooth.

Video  Renault Koleos - Film
Video  Renault Koleos - 2011

Dimensione Carattere:

Con Koleos, Renault presenta il suo primo Crossover 4x4, un’auto dedicata all’evasione che coniuga l’efficacia di un telaio con trasmissione integrale, la linea dinamica di una berlina e l’abitabilità di una monovolume. Discendendo dall’unione di due concept Egeus, presentata al Salone di Francoforte 2005, ed appunto Koleos, il modello definitivo racchiude e ridimensiona le aspettative futuristiche, unendole alle caratteristiche di un Suv compatto ed alla raffinatezza di una grande berlina, come la nuova Laguna.

Renault Koleos è confrotevole, facile da utilizzare, e dispone di notevoli capacità di superamento ostacoli. Progettato all’insegna della versatilità, esso procura la medesima sensazione di serenità in città, su strada, autostrada o in configurazione off road. Koleos è altrettanto confortevole di una berlina ed offre un’abitabilità all’altezza di una monovolume compatta.

Ideato e disegnato da Renault, sviluppato da Nissan e prodotto nello stabilimento Renault Samsung Motors di Busan in Corea, Renault Koleos è frutto di un lavoro realizzato in stretta cooperazione tra le equipe delle tre marche dell’Alleanza Renault-Nissan. Renault Koleos sarà presentato al Salone di Ginevra, a partire dal 4 marzo, mentre la commercializzazione sul mercato europeo avrà luogo a giugno 2008.

Il lancio di Koleos rappresenta una tappa fondamentale nello sviluppo della marca Renault, in Europa e nel resto del mondo. Con il suo primo Crossover 4x4, Renault dimostra di saper esprimere la propria originalità ed autenticità in segmenti in cui non era tradizionalmente presente e che affronta con uno sguardo nuovo.

Una delle caratteristiche essenziali di Koleos è la facilità e la rapidità con cui si familiarizza con l’auto: con una lunghezza di 4,52 m ed una larghezza di 1,85 m, Renault Koleos è caratterizzato da dimensioni contenute che gli consentono di muoversi senza difficoltà in ambiente urbano o su percorsi off-road.

L’abitacolo riafferma la facilità di utilizzo dell’auto. L’ergonomia della plancia e la logica di sviluppo dell’interfaccia uomo-macchina consentono di familiarizzare rapidamente con i diversi comandi. L’utilizzo dell’impianto di navigazione, della radio, del riscaldamento e del climatizzatore è perfettamente intuitivo. I comandi del navigatore, del telefono vivavoce, della radio e del freno di stazionamento assistito sono disposti sul volante o a portata di mano del conducente.

Numerosi equipaggiamenti contribuiscono a facilitare la guida e ricordano anche che Koleos è indiscutibilmente un’auto Renault: le card per l’accesso e l’avviamento senza chiave, l’accensione automatica delle luci e dei tergicristalli, il dispositivo di controllo della pressione dei pneumatici, i comandi degli alzacristalli, di regolazione dei retrovisori e di chiusura centralizzata, raggruppati sulla porta del conducente, senza dimenticare la presenza del regolatore-limitatore di velocità.

Per le sospensioni Koleos adotta un avantreno tipo Pseudo Mac Pherson ed un retrotreno indipendente a bracci multipli, utilizzato da Nuovo X-Trail. Questa architettura garantisce comfort e rigore di guida in qualunque circostanza. Ammortizzatori e molle di sospensione sono stati adattati alle specificità dimensionali di Koleos e al compromesso comfort/comportamento auspicato. Il sottoscocca di Koleos è perfettamente adatto ad un uso fuoristrada grazie all’altezza libera dal suolo di 206 mm (188 mm per le versioni diesel) e ad angoli di attacco e di uscita rispettivamente di 27° e 31°.

Renault Koleos è il primo modello della marca a disporre, fin dal lancio, di una trasmissione integrale. La ripartizione della coppia di trazione tra avantreno e retrotreno è realizzata automaticamente in funzione delle condizioni di aderenza: in condizioni normali, la coppia è trasmessa esclusivamente alle ruote anteriori; in caso di perdita di aderenza o di motricità, una parte della coppia è trasferita al retrotreno mentre, in condizioni estreme, la coppia è suddivisa al 50% tra i due assali.

Il sistema di gestione della trasmissione integrale contribuisce, inoltre, alla sicurezza attiva dell’auto, correggendo istantaneamente qualunque accenno ad un sotto o sovrasterzo, grazie alla modifica della ripartizione della coppia tra avantreno e retrotreno, prima ancora dell’eventuale innesco dell’ESP. Su terreni con scarsa aderenza (neve, fango, terra, sabbia), il conducente ha la possibilità di bloccare elettronicamente la modalità 4x4, trasferendo il 50% della coppia sull’asse posteriore tramite un interruttore posto sul cruscotto. Il conducente può anche scegliere di bloccare la trasmissione sulla modalità 2 ruote motrici.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati