Notizie dal Mondo dei Motori
Renault R-Space Concept

Renault R-Space Concept

Ecco un’importante show car al Salone di Ginevra 2011: la Renault R-Space Concept. Che anticipa la Espace del futuro. Un monovolume che pare piombato dalla Luna, per le linee moderne. Il tutto ispirato al successo nato nel 1984, dal nome Renault Espace.

Video  Renault R-space Concept
In Relazione:
Articoli  RENAULT
Video  Video RENAULT
Video  Foto RENAULT

Dimensione Carattere:

Per certi versi, lo stand Renault al Salone dell’auto di Ginevra 2011 somigliava a una base spaziale: il motivo? La massiccia presenza di prototipi che parevano piombati dalla Luna. Un esempio è rappresentato dal Renault R-Space Concept, che trae ispirazione dal modello di successo della Casa francese arrivato nel 1984: l’Espace. L’R-Space è una show car futuristica, in parte monovolume in parte vettura sportivella, un bel po’ meno macchina da padre di famiglia, e un po’ di più da automobilista che ama distinguersi. Come ci ha infatti spiegato Axel Breun, direttore del design, nel Renault R-Space Concept c’è un cocktail di famiglia, funzionalità, sportività e sensualità: "L’R-Space risponde alle attese di una grossa fetta della nostra società moderna". E, aggiungiamo noi, ai gusti dei consumatori. Ma la sua importanza sta in questo: anticipa l’Espace del futuro.

Il Renault R-Space Concept è lungo solamente 4,25 metri, un MPV compatto, pesante 1.300 chili, dal profilo ovoidale. Un unico volume col profilo affusolato dei finestrini laterali: mix di vettura e navicella spaziale, con profilo ultra dinamico. L’enorme tetto panoramico ha uno spessore che muta gradualmente, per poi congiungersi al parabrezza in un unico elemento. Così chi viaggia "respira" e gode di tantissima luce: l’abitacolo è davvero luminoso nonché accogliente.

Il muso del Renault R-Space Concept richiama la Captur, l’altro prototipo presente alla kermesse ginevrina, il quale però dovrebbe anticipare le linee del futuro del Costruttore francese. Il sedere, così "dritto" e perpendicolare da essere senza sbalzi, è elegantissimo. I lati, muscolosissimi per un monovolume, celano le quattro portiere. Occhio: queste si aprono ad anta di armadio, proprio come sull’Opel Meriva.

Dentro, c’è tecnologia a profusione. Volante multifunzionale, plancia piccolina con schermo per gestire le funzioni del prototipo. Consolle affascinante: pare sospesa a mezz’aria. Sedili anteriori a forma di guscio; quelli dietro sono raccolti, come si abbracciassero affettuosamente: sfiziosi.

Spazio concepito con intelligenza: 27 cubi regolabili in altezza con quattro impostazioni programmabili. Puoi optare per una superficie piana, o per una configurazione casuale per i giochi dei bambini.

Propulsore TCe Energy Concept per la Renault R-Space: anticipa la famiglia di motori a benzina iniezione diretta sulle Renault dal 2012. Tre cilindri sovralimentato da 0,9 litri, cambio automatico a doppia frizione EDC, 110 CV, coppia massima di 160 Nm. Si può fare un parallelo con un moderno 1.6 a benzina. Emissioni dichiarate di 95 g/km di CO2; consumi di 3,7 litri/100 km. Da 0 a 100 km/h in 11 secondi. Almeno stando alla Casa.

Utile il sistema Drivingeco: premi il tasto Eco, e la risposta del motore si adatta ai parametri che influenzano il consumo di energia. Ossia uso di riscaldamento, altitudine, temperatura ambientale. Prezioso anche il dispositivo Visio: una telecamera davanti "leggere" le informazioni di viaggio, dai cartelli stradali (inclusi quelli dei limiti di velocità) ai semafori.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati